martedì 9 aprile 2013

Notizie di libri e cultura del Corriere della Sera

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

19 commenti:

  1. Nel Dipartimento di Biologia della Columbia University c’è una nuova stanza, che porta sulla targa la scritta writer-in-residence. Tra quelle pareti occupate dalle fotografie dei premi Nobel americani siede Meehan Crist, la prima scrittrice «residente» nella facoltà scientifica della prestigiosa università newyorkese. Un ruolo nato lo scorso anno per volontà del capodipartimento Stuart Firestein, appassionato studioso della relazione tra scienza e arte e convinto del potere dello storytelling applicato a formule matematiche e modelli.

    La storia è piena di scrittori eccellenti prestati alla scienza: da Dante Alighieri, che si unì alla corporazione dei medici e degli speziali, fino all’autore di La strada, Cormac McCarthy, proprietario di una scrivania al prestigioso Santa Fe Institute nel New Mexico, dove si diletta tra paper di astronomia ed editing di pubblicazioni scientifiche. Ma è la prima volta che un’università apre le porte del suo sapere scientifico a una giovane professionista della scrittura, affidandole il compito di tradurlo in un linguaggio comprensibile ai non-addetti ai lavori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In TUTTO c'è bisogno di una CHIAVE o un CODICE. Ancor di più nella GENETICA. E' il mistero della Torre di Babele.
      Perdendo il PARADISO TERRESTRE abbiamo perso il MODO di VIVERLO ... senza COMUNICARE e relazionare con ... dIO.

      SE ... pero' ... mela ... fico ... GIU'STA' ... LUI mi fa ritornare.

      Devi sforzarti a SEGUIRMI.
      TUTTO E' DAVANTI a TE ma devi trovare il MEZZO.

      Elimina
  2. Una domanda: come mai ti metti a ripostare gli articoli del Corriere??

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perchè è una macchina, come quelle che SANNO anche leggere le LETTERE e i NUMERI STORTI o le PASSWORD ... per fare PRIMA.

      Elimina
  3. Miki, è la condivisione.
    Prima le gente comprava il giornale e lo leggeva.
    Poi hanno cominciato a dire che il giornale è nella rete e quindi si poteva leggere.
    Alla fine non hanno comprato il giornale e nemmeno lo leggono in internet.
    E la gente diventa sempre di più qualunquista e disinformata.
    Scelgo il Corsera perché è l'unico quotidiano che offre lo share con Google. Gli altri solo nel derelitto Google+.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho capito, ma preferirei un articolo scritto da te, magari sul medesimo argomento XD
      Dopotutto è il TUO blog, no?^^

      Moz-

      Elimina
    2. Sono otto anni che scrivo sul blog. Ci sono periodi che non ho voglia di scrivere e poi questi articoli mi incuriosiscono.

      Elimina
    3. Che c'è Gus? Senti anche tu la primavera?
      "Notte!

      Elimina
    4. Perché non dovrei sentire la primavera?
      Ciao miciosara.

      Elimina
    5. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    6. Non controllo quelli che leggono augustogus, ma ho letto quello che hai scritto tu. E' da vomito. Ti avevo dato uno spazio particolare per le tue paturnie. Non sei stata capace di capirlo. Ora ti avverto. Non scrivere più lì che pubblico.

      Elimina
    7. L'importante che indirizzi il tuo giudizio. saremo NOI poi a giudicare TUTTI il RESTO insieme.

      Anche IO SPESSO, fin TROPPO, ripubblico quello che si può trovare in tutte le CASE, ma cerco di GRASSETTARE, CORSIVARE, SOTTOLINEARE, ... ATTUALIZZARE ... per PRO-VOCARVI.
      Poi posso rispondere a TUTTI i vostri pensieri. Anche a chi sostiene che è un modo per evidenziare COSE pornografiche.

      Elimina
  4. (fuori tema: ho provato a spiegare come incominciare a pregare...penso di non essere riuscita nell'intento! Troppe idee non facili da spiegare!) Ciao! In casa entrano: La Repubblica che legge Paolo e Tracce che leggo io.No alle notizie su Internet: mah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per insegnare a pregare ci vuole tempo e pazienza.
      Bravo Paolo.
      Ciao.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Tutti ci sentiamo leali e coraggiosi, ma la verità è che non lo siamo. Per esempio il coraggio non è sputtanare una persona ma aiutarla a cambiare.
      La lealtà è non ricorrere a tutti i mezzi, anche le confidenze, pur di avere ragione. Pochi sanno farlo perché si muovono in base all'istinto bestiale e non con l'umanità e il ragionamento.

      Elimina
  5. CHI E' COTNAMUSA?

    HO TROVATO questa NOTIfica: "voi non siete ne leali ne coraggiosi! Strisciate nell' ombra...siete dei falliti! ha ragione Cornamusa, lui vi conosce bene!"

    HAI DETTO BENE, IN VECE, delle IMMENSA MISERICORDIA ... mio GUS.

    Mangiatene TUTTI e GUState quanto è BUONO il SIGNORE!

    RispondiElimina
  6. Cornamusa?
    Scrive nel forum del tu sei e non legge qui.

    RispondiElimina

la paranoia è un disturbo della personalità