lunedì 11 febbraio 2013

Non si può far finta che nulla sia accaduto

Teologicamente quello che ha fatto il Papa è "Scendere dalla croce".
Finché è capace di intendere e volere, anche se accusa stanchezza, credendo in Dio, non può perdere la Speranza dell'aiuto dello Spirito Santo.
E' un cattivo esempio di religiosità.
Il Papa è un teologo. Non può non sapere queste cose. Per questo penso che la sua non sia una libera scelta.
A noi resta la Speranza che il Papa si ravveda e risalga piangendo sulla Croce.
Anche Gesù nell'Orto degli Ulivi ha tentennato.
Preghiamo tutti per il Papa e la nostra sia una grande voce capace di salire in Alto.
Molto in Alto fino ad arrivare a Cristo, alla Misericordia di Cristo,
chiedendo di non farci bere la tentazione che riempirebbe
di amaro il calice della nostra vita.



93 commenti:

  1. Da un lato è assurdo che ci sia ancora la figura del Papa. Dall'altro, è bello che ci sia.
    Oh, nel medioevo duravano tre giorni, pugnalati, avvelenati, anche il terzultimo è morto in circostanze poco chiare... hanno completato l'opera con la dimissione... dopotutto è pur sempre un ruolo politico.
    La spiritualità non è mai stata in Vaticano ;)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Chiesa è il corpo mistico di Cristo.
      La Chiesa è il prolungarsi nella storia di Cristo.
      Io sono un credente e prego per il Papa.

      Elimina
    2. Non può passare inosservata l'intervista di Martini al Corsera.

      «La Chiesa è rimasta indietro di 200 anni. Come mai non si scuote? Abbiamo paura? Paura invece di coraggio? Comunque la fede è il fondamento della Chiesa. La fede, la fiducia, il coraggio. Io sono vecchio e malato e dipendo dall'aiuto degli altri. Le persone buone intorno a me mi fanno sentire l'amore. Questo amore è più forte del sentimento di sfiducia che ogni tanto percepisco nei confronti della Chiesa in Europa. Solo l'amore vince la stanchezza. Dio è Amore. Io ho ancora una domanda per te: che cosa puoi fare tu per la Chiesa?».

      Elimina
    3. Ovvio, tu dici così perché sei credente ;)

      Per me vale la barzelletta che dice:
      ci sono Dio, la Madonna e Gesù che discutono sulle vacanze. Dove si va?
      "Andiamo in Palestina!" dicono, ma Gesù replica che c'è già stato.
      "Andiamo a Fatima", dicono, ma la Madonna non vuole che c'è già stata.
      "Andiamo in Vaticano", propongono. E Dio dice "per me va bene, non ci sono mai stato!"

      Moz-

      Elimina
    4. Cristo ha promesso di stare vicino alla sua Chiesa. Per questo vive da duemila anni.
      Ciao Moz.

      Elimina
    5. Da APPENA duemila anni ;)
      E' la religione più giovane tra tutte, e quella con molte molte falle... ;)

      Notte Guz

      Moz-

      Elimina
  2. E se fosse davvero un richiamo di Dio, anzi una grazia?
    Le grazie non sempre sono doni, se non la totale apertura del cuore al sacrificio.
    Sono, sopratutto, anche le prove che sfidano, e che ci fanno ritrovare le ragioni della nostra fede. Come dimenticare la grande sofferenza umile, generosa che ha accompagnato, fino all'ultimo suo viaggio e respiro il grande papa che l'ha preceduto.
    Solo il carisma, la vera fede fa miracoli e non conosce ostacoli !
    "La Chiesa è il prolungarsi nella storia di Cristo" e questo non è davvero il momento "dell’avvilimento", ma ben venga se l' amare solo per fede cristiana è desiderio più vero e profondo. Ciò che nessuno, all’infuori della Chiesa, insegna più a riconoscere. Davvero, questo è un periodo molto difficile nella storia della Chiesa e cristianesimo. Ma, ne sono quasi certa, il Papa lo sa bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prega per il Papa in questo momento di paura.

      Elimina
    2. Non credo sia il modo migliore (non la preghiera) per affrontare questa rinuncia. Ti sei chiesto che, forse, NON è stata propriamente SOLO UNA SUA decisione?!
      Che per il bene (vedremo poi) della Chiesa ha preferito il... "silenzio"?
      Non potrebbe mai tornare indietro, se così fosse!
      "notte"

      Elimina
  3. Per me è sconvolgente quello che sta avvenendo..sapremmo mai i veri motivi? Mi spiace tantissimo per questo Papa. E mi preoccupo per la Chiesa. Pregare ora è importante. Buonanotte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Preghiamo per il Papa.
      La paura ha bussato alla sua porta.
      Con il coraggio apre quella porta e vedrà che non c'è nessuno.
      'notte.

      Elimina
  4. Secondo me se non se la sentiva ha fatto bene a lasciare il pontificato...non vuol dire necessariamente scendere dalla croce, ma magari vuol dire accettarne un'altra.
    Una diversa.
    Ci vuole anche coraggio ed umiltà ad ammettere di non potercela fare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In base a questa tua stravagante teoria potremmo trovarci di fronte una nuova figura teologica: il papa usa e getta.

      Elimina
    2. «Non risulta che vi sia nessuna malattia in corso capace di influenzare su questo tipo di decisione» ha spiegato il portavoce padre Federico Lombardi escludendo di conseguenza la presenza di gravi patologie invalidanti. In un affollatissimo breafing in sala stampa ha aggiunto: «Il vigore del Papa, soprattutto negli ultimi mesi, è diminuito sia nel corpo che nell’anima e questo lo ha portato a ritenere di non essere più adeguato». Tuttavia Papa Ratzinger, ha puntualizzato, «non ha lasciato nemmeno per depressione o scoraggiamento».

      Elimina
    3. Non è una questione di Papa usa e getta, a parte che il Diritto Canonico lo consente, se il Papa sente per qualche motivo, che noi non possiamo realmente comprendere, ma che solo lui sa, di non potercela fare, ha fatto bene a lasciare.
      Proprio per il bene della Chiesa, perchè la sua stanchezza graverebbe su tutti noi.

      Elimina
    4. Si fa presto a giudicare, come Dante che ha messo Celestino V nell'inferno...ma questi ovviamente sono casi isolati, non è che dico che dovrebbero farlo tutti.

      Elimina
  5. "E' un cattivo esempio di religiosità.
    Il Papa è un teologo. Non può non sapere queste cose. Per questo penso che la sua non sia una libera scelta"
    Concordo
    Sono tristissima
    Devo essere sincera, accettavo questo papa per rispetto alla figura rappresentativa...le sue dimissioni mi han portata a condividere il tuo pensiero...soffro per "LUI" COME UOMO...
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, parla anche di spirito e anima indeboliti.
      Non mi piace.
      Ciao.

      Elimina
    2. Rispetto il dolore dei cattolici ma convengo con maria antonietta quando dice che si sta assistendo ad un cattivo esempio di religiosità. Non credo che si debba commettere l'errore di inquadrare il problema in termini personali (malattie o stanchezza) perchè si avallerebbe la predominanza della dimensione umana debole che, seppur contemplabile umanamente, non attiene al ruolo assunto, in nessun caso, pur esistendo la possibilità di dimissioni, art. 355 Diritto Canonico. In tempi in cui perfino il Papa “cinguetta” tutto si è nietzschianamente “fatto umano, troppo umano” ma in questo caso specifico suppongo che il vero motivo attenga a qualcosa che sia meschinamente umano, somigliante ad un ricatto. In tutti i casi un pontefice, per assunto, non si giustifica, al massimo giustifica gli altri. Attenderemo una verità che non sapremo mai.

      Elimina
    3. E' una visione dei fatti che parte da me, passa per Maria Antonietta e termina nelle tue parole di condivisione.
      Ciao Brunella.

      Elimina
  6. Siamo stati abituati col Papa precedente a vedere anche tutto il Suo Calvario....fino alla fine e forse è proprio per questo che siamo rimasti colpiti da questa inaspettata decisione, sinceramente non so che dire se non rispettare la Sua scelta, sperando che il prossimo Papa sia più giovane sia di età che di mentalità. Ciao Gus.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Noi possiamo esprimere valutazioni ma l'Obbedienza ci obbliga a rispettare la scelta del Papa.
      Ciao Fiore.

      Elimina
  7. Non possiamo giudicare la scelta che ha compiuto Benedetto XVI, perchè non siamo a conoscenza di quello che vive e avverte e sente ogni giorno in Vaticano: sappiamo però che all'interno della Curia si è scatenata una guerra "fredda", peggio che al Cremlino: molti vescovi si sono dati alla fronda, di fronte alla sua "linea dura" verso gli scandali di pedofilia esteri; molti cardinali si sono macchiati di veri e propri intrighi politici, per indebolirlo e costringerlo a fare quello che vogliono... e chi lo sa quante altre cose, gravissime, sono avvenute là dentro.

    Papa Benedetto XVI ha scelto, ed ha deciso per il silenzio: ma non vedo alcuna debolezza in lui, solo molta sofferenza e molto coraggio nel lasciare il Soglio Pontificio con la consapevolezza che presto ne dovrà rendere conto a Dio: sta facendo qualcosa di inconcepibile, fino a ieri.
    Bisogna avere fede e pregare per lui.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "molti cardinali si sono macchiati di veri e propri intrighi politici, per indebolirlo e costringerlo a fare quello che vogliono... e chi lo sa quante altre cose, gravissime, sono avvenute là dentro".

      E lui malgrado accadono queste cose, che fa? Scappa.
      Storie orribili che non ha saputo affrontare. Non avrebbe dovuto farsi eleggere Papa conoscendo la sua debolezza.
      Ciao Rose.

      Elimina
    2. E se fosse .... perché magari ci sono cose ancora più gravi che stanno per travolgere la Chiesa e lui -giustamente- se ne tira fuori?
      Dico giustamente perché preferisce il silenzio a farsi magari sotterrare come era usanza nel medioevo, che se ci pensiamo è SOLO mille anni fa.
      Così come è SOLO duemila anni fa che questo teatrino è sorto ;)

      Moz-

      Elimina
    3. Per te, Moz, è un teatrino, ma per chi cerca di vivere come i Vangeli insegnano, storie come questa fanno male. Molto male.
      Ciao.

      Elimina
    4. Forse, Gus, quando è stato scelto per guidare la Santa Romana Chiesa, neppure lui sapeva che non ne sarebbe stato capace: ripeto quel che ho scritto nel mio blog: per me Benedetto XVI è un teologo e un santo, ma non l'ho mai visto come Pastore...

      Credimi, questa rinuncia fa male anche a me.
      C'è bisogno di una guida più salda.

      Elimina
    5. Posso dirti una cosa?
      Per chi cerca di vivere come i Vangeli insegnano, credo (pensiero personale) questa cosa E' un teatrino.
      Io credo che la spiritualità, e l'insegnamento di Gesù stesso, esulino DEL TUTTO da queste cose così scioccamente e pericolosamente terrene.
      Siamo uomini, certo, e lo saremo sempre. Ma forse i vangeli non vogliono renderci, con estrema semplicità, rivolti ad altro piuttosto che a queste cose tutto sommato politiche?
      A me dispiace che a te, in quanto credente, fa molto male ciò che è successo ieri (che per me si traduce ora con "il papa si cancella da Twitter" ora con "ci sono giochi politici molto complessi, dietro"), ma di contro penso che la spiritualità debba essere vissuta in modo personale, senza badare a cose del genere...
      Ovviamente, è un mio pensiero personalissimo ;)

      Moz-

      Elimina
    6. La Chiesa è la comunità dei credenti. Non è possibile disinteressarsi di quello che accade a uno di noi.
      Ciao Moz.

      Elimina
    7. Rose, per me è importante permanere nella scelta invocando l'attenzione dello Spirito Santo. La Chiesa non è una multinazionale dove si cambia il capo latitante con un altro più efficiente.
      Ciao.

      Elimina
    8. Lo so, Gus... questo è un evento senza precedenti: il Pontefice viene eletto per volontà dello Spirito Santo, quindi anche con la elezione di un altro Papa, per moltissimi il PAPA resterà sempre Benedetto XVI... non si può cambiare ciò che è stato scelto dall'alto!

      Elimina
    9. Un padre in vita che si dimette perché non all'altezza.

      Elimina
    10. Si dice che il Papa scelto è scelto per sommo volere di Dio.
      Se Benny non è stato all'altezza, anche questo è volere di Dio. O, al massimo, un suo errore di calcolo.
      Dopotutto cosa c'è di più umano di Dio stesso?^^

      Moz-

      Elimina
    11. Molti sparlano sulla volontà di Dio che per definizione teologica si chiama "Mistero".
      Ciao Miki

      Elimina
    12. Si chiama DOGMA, soprattutto :) Non dimentichiamocelo :p

      Miki-

      Elimina
    13. Miki, il dogma è un'altra cosa.
      Che l'uomo non possa capire la volontà di Dio è una considerazione logica, perché conoscendola diventerebbe anch'esso Dio.

      Elimina
    14. Ma Dio è stato creato dall'Uomo, dalla sua coscienza recondita e dalla volontà (per sempre inappagata e frustrante) di conoscere risposte che non avrà mai.
      E' una sorta di paradosso: l'Uomo ha creato qualcosa di inspiegabile per (non) spiegarsi ufficialmente le cose che vorrebbe che gli siano dette :)
      Mi dispiace, ma io la vedo così... Non ci riesco proprio, a credere nell'esistenza di entità superiori.
      E più vado avanti nella vita, più mi accorgo che tutto è sempre meno divino e sempre più dannatamente (o squisitamente) umano :)

      Moz-

      Elimina
  8. Ho apprezzato la distinzione che Vito Mancuso ieri sera ha espresso tra "essere Papa " e "fare il Papa", sottolineando la differenza tra il ruolo, diciamo, stereotipato della figura del Capo della Chiesa e la sua operatività concreta, che può, umanamente, venire meno.Le ragioni...ai posteri, ma sua solitudine si percepisce anche noi gente comune.
    Saluti
    Marilena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, Marilena, il Papa è una persona sola schiacciata da fazioni in piena lotta per il potere.
      Ciao.

      Elimina
  9. Non voglio giudicare...Bisogna pregare per la nostra Chiesa da tempo orfana di Padre! Ciao Gus.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, bisogna pregare il Padre.
      Dispiace di chi all'inizio del pontificato aveva detto che bisognava evitare che mani sporche distribuissero ai fedeli l'Ostia consacrata.
      Ciao Lucia.

      Elimina
  10. Ho sempre avuto un grande amore per questo Papa, penso che veramente non ce la faccia più, e la chiesa abbia bisogno di forze giovani e attente, anche a chi potrebbe far del male, come infatti è accaduto al santo padre. A 86 anni, anche se la persona rimane lucida, ci sono sempre dei piccoli vuoti, dei momenti di debolezza, io ho vissuto questo con i miei cari. Meglio la sua scelta, piuttosto che subire possibili manipolazioni, o la Chiesa in mano di altri. Buona serata Gus

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saray il potere che in mano la Chiesa nominerà un altro papa.
      Ratzinger ha gettato la spugna. E' sceso dalla barca di Pietro.
      Ciao.

      Elimina
  11. Qualsiasi scelta abbia preso il Papa, ed ha preso, è cosa giusta. Perché in ogni caso è scaturita dalla preghiera, dalla fiducia e dall'intercessione della Spirito Santo.
    Quindi avrebbe fatto bene a restare, come ha fatto bene ha lasciare a qualcun altro la guida della Chiesa.

    Allora qui mi vengono in mente le parole di Paolo, in cui ci ricorda che siamo un solo corpo con Cristo.

    Il fatto poi che abbia scelto per la comunicazione il giorno dell'apparizione di Lourdes è un messaggio ancora più forte, giacché ci esorta a ricordare, in questo inizio di Quaresima, il messaggio di Maria sulla PREGHIERA e la PENITENZA.
    Il beneamato Benedetto Papa ci ha ricordato che esiste una grade cosa che ci ha dato Dio: la libertà. Il Papa ha scelto di usare questa libertà, e di poter continuare a servire la Chiesa con la sua vita, la sua preghiera.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ric, potrei anche essere d'accordo con te, ma le parole del suo portavoce pesano come un macigno perché vanno ad intaccare proprio l'anima e lo Spirito:


      "Non risulta che vi sia nessuna malattia in corso capace di influenzare su questo tipo di decisione» ha spiegato il portavoce padre Federico Lombardi escludendo di conseguenza la presenza di gravi patologie invalidanti. In un affollatissimo breafing in sala stampa ha aggiunto: «Il vigore del Papa, soprattutto negli ultimi mesi, è diminuito sia nel corpo che nell’anima e questo lo ha portato a ritenere di non essere più adeguato». Tuttavia Papa Ratzinger, ha puntualizzato, «non ha lasciato nemmeno per depressione o scoraggiamento".

      Elimina
    2. Ric, non puoi vedere l'aiuto dello Spirito Santo come qualcosa di dovuto ad ogni papa.
      Nella storia della Chiesa ci sono stati pontefici degni di essere buttati nel cesso.

      "Qualsiasi scelta abbia preso il Papa, ed ha preso, è cosa giusta. Perché in ogni caso è scaturita dalla preghiera, dalla fiducia e dall'intercessione della Spirito Santo.
      Quindi avrebbe fatto bene a restare, come ha fatto bene ha lasciare a qualcun altro la guida della Chiesa".

      Elimina
    3. Ho eliminato un mio commento perché era una copia causata da blogger.
      Quel corpo e quell'anima sono il peso dell'età che lui sente come ostacolo nel guidare la Chiesa con mano sicura. Quindi niente scoraggiamento né depressione, ma constatazione dei limiti che l'età in alcune persone impone. Quindi lo Spirito non è intaccato.

      Elimina
    4. L'anima (dal latino anima, connesso col greco ànemos, «soffio», «vento»), in molte religioni, tradizioni spirituali e filosofie, è la parte spirituale ed eterna di un essere vivente, comunemente ritenuta indipendente dal corpo, poiché distinta dalla parte fisica. Tipicamente si pensa che consista della coscienza e della personalità di un essere umano, e può essere sinonimo di «spirito», «mente» o «io».

      Elimina
  12. El Papa, ¿es humano?, para mi si, y tiene derechos de hombre o de mujer. abrazos, Gus amigo mio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche Gesù era un uomo come noi. Anche Francesco e Caterina da Siena.
      Ciao.

      Elimina
  13. Lascerei perdere lo Spirito Santo che illumina,forse se illuminava la Chiesa di Roma non avrebbe dovuto accettare come capi della cristianità Papi vergognosi,assassini,incentuasi e pederasti,un nome ,Borgia e non è il peggiore.
    Oggi Benedetto 16 ha lasciato,forse per stanchezza o forse perche non riusciva a tollerare una Chiesa piena di nefandezze.
    Ammiro il suo gesto,un gesto che molti politici e responsabili della cosa pubblica dovrebbero imitare,due nomi su tutti:Berlusconi e Bossi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dire minchiate. Lui era il capo della Chiesa di Cristo. Avrebbe dovuto prendere a calci in culo i pederasti, i faccendieri, gli imbroglioni, gli stupratori.
      Incece cosa faceva, il Ratz?
      Te lo dico subito. Scriveva i libri di teologia per spiegare alla gente quello che Cristo voleva, dimenticando che il primo a non vivere da coraggioso era proprio lui.
      Ora basta con questo gnomo. Verrà accudito da quattro ciellini. Questo merita.

      Elimina
    2. Ha ragione Gus: dici minchiate! Fulvio aveva molta più "classe" e...raffinata ironia!
      ...ma da dove vieni tu? :(
      Ciao Gus!

      Elimina
  14. Il fine per cui Gesù ha dato a Pietro il mandato era quello di fare le sue veci nel guidare la Chiesa. Il diritto canonico prevede che il papa abdichi. Non trovo scandaloso che il papa abbia lasciato il suo posto ad un altro più in forze di lui. A 86 anni è normale sentire le forze venire meno ogni giorno di più. Guidare la Chiesa non è uno scherzo, neanche se si è giovani.Io sono molto più giovane di lui, ma ogni giorno sono chiamata a riconsegnare ciò che gratuitamente mi è stato donato per il bene della famiglia. Ieri Giovanni, il mio nipotino, mi ha chiesto se avevo piacere che mangiassero con me. A carnevale di solito ho preparato io sempre qualcosa di speciale, di buono.Gli ho dovuto, molto, molto malvolentieri dire che non ce la facevo neanche a tirarmi su dal letto. Dirai che qui si tratta di malattia.Ma la vecchiaia , anche se non si può chiamare malattia, della malattia ha tutti i sintomi, come la diminuita lucidità della mente, le forze che ti abbandonano e via dicendo.Io penso che sia più deleterio presumere di essere onnipotenti, piuttosto che lasciare ad altri più capaci il timone della barca.La delega può essere un atto di vigliaccheria o di grande coraggio e umiltà. Dipende da che posizione ti metti. Non a noi ma a Dio è il compito di giudicare. Non si può confondere il ruolo con la persona.Ciao Gus. Buona Quaresima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, allora nel diritto canonico inseriscano la norma che a 75 anni un papa di deve dimettere.
      Ciao Antonietta.

      Elimina
    2. Ti vedo molto duro Gus, in questo frangnte, scusa se mi permetto di dirtelo, ma il commento di Anto non c'entra nulla con la tua risposta, come ciò che avevo scritto io.
      Non generalizzare. Qui non bisogna generalizzare.
      Ogni Papa è a sè.
      Questa è un'eccezione che conferma la regola...non una regola.
      Proprio perchè il Papa fa le veci di Pietro, bisogna rispettare questa sua scelta, che ha fatto mentre è ancora Papa fra l'altro...dunque anche questa sua scelta ha a che vedere con il ministero petrino.
      Non sta a noi giudicare, i motivi per cui lo ha fatto...ma un po' di fiducia no? Che questa scelta abbia un senso...e non sia un semplice atto di vigliaccheria.
      Non so perchè la vuoi vedere a tutti i costi così.

      Elimina
    3. Proprio perchè il Papa è guidato dallo Spirito Santo non bisogna pensare che questa scelta non lo sia pure essa...perchè no, guidata dallo stesso Spirito.
      Non è una regola, è una scelta personale di questo Papa, non una cosa che dovrebbero fare tutti i Papi.

      Elimina
    4. Fra l'altro anche sopportare critiche e giudizi negativi tipo il tuo è una croce anche quella.
      Ed il Papa sapeva che sarebbe successo, quindi per me rimane una scelta coraggiosa.
      Esporsi così alle eventuali e sicure critiche che il suo gesto avrebbe comportato.

      Elimina
    5. La storia di pontefici malvagi dimostra che lo Spirito Santo va dove trova una persona pulita in grado di accoglierlo.

      Elimina
    6. Singerfrapp, sulle dimissioni del papa ho espresso una valutazione negativa. Per me è teologicamente un assurdo.

      Elimina
    7. Singerfrapp, tu dai una valutazione positiva alle dimissioni del papa che è andato in pensione, io, invece, la do negativa.
      E' normale che in un blog ognuno di noi abbia idee personali.

      Elimina
    8. La mia valutazione non è "positiva"...non esageriamo...rispetto il tuo pensiero...semplicemente penso che prima di giudicare bisognerebbe mettersi una mano sulla coscienza.
      E dare almeno il beneficio del dubbio ad un uomo che per sette anni ha guidato la Chiesa, scelto da Dio...non mi va di vederlo come un semplice vigliacco.

      Elimina
    9. L'ormai beato GPII si è occupato molto dei problemi extraecclesiali, lasciando a Ratzinger la patata bollente di quelli intraecclesiali, che sono più sibillini e difficili da debellare...il Papa, per quanto giudato dallo Spirito, non è Superman, è solo un uomo, un uomo circondato da lupi.
      Forse la colpa è anche nostra che non abbiamo pregato abbastanza per lui.

      Elimina
    10. Non puoi capirlo.
      La figura del papa è quasi irrilevante. Quello che mi angoscia è una domanda: "Perché è accaduto?".

      Elimina
    11. Quando il Pastore vigila e ama le sue pecore i lupi non possono far del male al gregge.
      Singerfrapp, il peccato spadroneggia e sai come andò a finire con Sodoma e Gomorra.
      L'abbandono del Papa al suo destino è un segno di inaudita gravità. Gli appelli della Madonna a Medjugorje e la lettura dell'Apocalisse inducono alla riflessione.




      Cari figli, l’amore mi conduce a voi, l’amore che desidero insegnare anche a voi: il vero amore. L’amore che mio Figlio vi ha mostrato quando è morto sulla croce per amore verso di voi. L’amore che è sempre pronto a perdonare e a chiedere perdono. Quanto è grande il vostro amore? Il mio Cuore materno è triste mentre nei vostri cuori cerca l’amore. Non siete disposti a sottomettere per amore la vostra volontà alla volontà di Dio. Non potete aiutarmi a far sì che coloro che non hanno conosciuto l’amore di Dio lo conoscano, perché voi non avete il vero amore. Consacratemi i vostri cuori ed io vi guiderò. Vi insegnerò a perdonare, ad amare il nemico ed a vivere secondo mio Figlio. Non temete per voi stessi. Mio Figlio non dimentica nelle difficoltà coloro che amano. Sarò accanto a voi. Pregherò il Padre Celeste perché la luce dell’eterna verità e dell’amore vi illumini. Pregate per i vostri pastori perché, attraverso il vostro digiuno e la vostra preghiera, possano guidarvi nell’amore. Vi ringrazio.

      Elimina
  15. Io non capisco! Mi ritengo cristiana, non "radicale", magari non molto praticante, ma ho fede! Sto leggendo diversi post riguardanti le "dimissioni" del papa. Ho notato una perversa cattiveria..direi quasi gratuita, (per non aggiungere alto), contro di lui, senza alcun rispetto sulla persona umana e religiosa. Fosse stato un delinquente...potrei comprendere! Nessuno, mi pare, disprezza gli atei!
    Ma.. perchè?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il papa ha individuato i mali della Chiesa ma gli è mancato il coraggio di eliminare la sporcizia. Ecco, provo la sensazione di avere un padre vivo che mi dice che è morto.

      Elimina
  16. Il papa è sempre un uomo solo, Gus! Cosa poteva o doveva fare?
    Di certo la sua dicisione, stavolta, non è stata illuminata dallo spirito santo!
    I "mali" ci sono sempre stati e ci saranno ancora, sempre!
    Non farne una questione personale: "sensazione di avere un padre vivo che mi dice che è molto" !! Ancora una volta, (purtroppo per te), dimostri che ragioni solo con LA TUA MENTE, quando ci vorrebbe infinita comprensione e rispetto ...sopratutto CUORE!

    Gus, una domanda che non c'entra nulla con il post, ti chiedo: se tu ami moltissimo una donna e ti accorgi che lei ti ha tradito, anche una sola volta, cosa fai??... la lasci, non l'ami più.. poi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per comprendere una realtà bisogna viverla. Mia moglie non mi ha tradito, come io non ho tradito lei. Ecco, il tradimento mi sembra una cosa assurda.

      Elimina
  17. Il Papa senza forza ci mostra con vigore di Chi è la forza (Davide Rondoni)
    http://www.tempi.it/il-papa-senza-forza-ci-mostra-con-vigore-di-chi-e-la-forza#.URx6omeQ3Mh


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai capito la mia preoccupazione.
      La Forza, cioè l'Amore, lo Spirito Santo, ci hanno forse abbandonati?
      Ciao Antonietta. Anche nella malattia sarai sempre la nonna di Giovanni.

      Elimina
  18. "Ed è la domanda che ogni tanto il buio ci rivolge. O lo specchio o il silenzio. Quando arrivano le ferite, quando arriva la prova, o l’abbandono, ecco, da dove ti viene la forza? E per cosa la usi? Il mite e tenace Benedetto XVI anche in questo gesto stupefacente e gentile ha mostrato da dove viene la sua e per cosa l’ha impiegata. La forza sia con te, dicevano i personaggi di un famoso film. Riecheggiavano qualcosa di simile a quel che disse un oscuro Nazareno ai suoi amici, quando vedendoli smarriti e paurosi, diceva “Non abbiate paura, io sono con voi.” "

    E' qui. ORA, che un vero cristiano deve dimostrare la FORZA, L'AMORE INCONDIZIONATO e la SUA FEDE, nonostante tutto!
    Lo spirito santo? Pensa a Gesù.
    Ricorda: FEDE INCONDIZIONATA!

    NON ABBIATE PAURA!
    ciao Gus, coraggio! :)

    RispondiElimina
  19. Non ho paura. So che la croce che ho sulle spalle non diventerà più pesante. Perché il Padre avrà misericordia di un figlio.

    RispondiElimina
  20. QUNATO E' BLELA al MAI SOPSA qaundo is SOPRCA dle SANUGE dlleo SOPSO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Agnelo am prechè prali csoi?

      Elimina
    2. Prechè sno stot oscure.

      Nn psoso drie pùi tnato

      http://www.youtube.com/watch?v=weLMf6xOxUE

      Elimina
    3. Parla cosìm per farsi capire meglio :-)

      Elimina
    4. Per invogliarvi ad approfondire. A LEGGERE DENTRO (intelligenza). A RELIGERE come si pensava potesse stimolato il Concilio.

      Elimina
  21. Il sangue dello Sposo è la vita eterna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. AllORA sii MISERIcorDIOso verso chi CONOSCE meglio di te la VERITA'.

      CHI SEI TU CHE DUIBITI DI SANTI inesistenti?

      CHI SEI TU che bestemmi lo SPIRITO SANTO???

      Elimina
    2. Cari figli, l’amore mi conduce a voi, l’amore che desidero insegnare anche a voi: il vero amore. L’amore che mio Figlio vi ha mostrato quando è morto sulla croce per amore verso di voi. L’amore che è sempre pronto a perdonare e a chiedere perdono. Quanto è grande il vostro amore? Il mio Cuore materno è triste mentre nei vostri cuori cerca l’amore. Non siete disposti a sottomettere per amore la vostra volontà alla volontà di Dio. Non potete aiutarmi a far sì che coloro che non hanno conosciuto l’amore di Dio lo conoscano, perché voi non avete il vero amore. Consacratemi i vostri cuori ed io vi guiderò. Vi insegnerò a perdonare, ad amare il nemico ed a vivere secondo mio Figlio. Non temete per voi stessi. Mio Figlio non dimentica nelle difficoltà coloro che amano. Sarò accanto a voi. Pregherò il Padre Celeste perché la luce dell’eterna verità e dell’amore vi illumini. Pregate per i vostri pastori perché, attraverso il vostro digiuno e la vostra preghiera, possano guidarvi nell’amore. Vi ringrazio.

      Elimina
    3. Pregherò il Padre Celeste?
      ... perché la luce dell’eterna verità e dell’amore vi illumini?.
      Pregate per i VOSTRI pastori?
      ... perché, attraverso il vostro digiuno e la vostra preghiera, possano guidarvi nell’amore?

      Cos'è un NUOVO VAngelo?

      Non sai il metodo per riconoscere se un messaggio viene da Dio o dal PADRE che E' adESSO nei CIELI?

      Elimina
    4. Tu credi alle apparizioni della Madonna?
      Credi a quello che accade a Medjugorje.
      Parla la Madonna o è un imbroglio?

      Elimina
    5. La MiA o la TuADONNA?
      Io posso parlare per MIadonna.
      E' VIVA e perTANTO quando APPARE sa COSA DIRMI.
      Non so cosa acCADE in una piccola località del comune di Čitluk, oggi parte del cantone dell'Erzegovina-Narenta, della Federazione di Bosnia ed Erzegovina, in Bosnia ed Erzegovina.
      In VERITA' quando parla la MIadonna è spesso una doManda. Al massimo sono io ad imbrogliarla nel risponderLE.

      Elimina
    6. E' accettabile come io non creda a una visione dello Spirito Santo come un pulsante.
      Si schiaccia e viene.

      Elimina
    7. VISONE?
      forse ... "PUL SANTE" in chi lo riCONOSCE, ma non preTENDE...R.A.I. di VEDERLO?

      SI SENTE e acCONTENTAti.

      Altra bestemmia verso CHI dovresti già avere DENTRO di TE.

      FINITA LA VISITA.

      Ero tornato perchè mi pareva che ti FOSSI chiesto CHIESTO il perchè di tutto questo adESSO.

      Elimina
    8. Perché è accaduto, ora, dopo 600 anni, qualcosa che viene a sconvolgere la Chiesa. Questa è la mia domanda che non ha una risposta. Io non conosco la volonta del Padre.

      Elimina
    9. E' scritto più volte nelle SCRITTURE. E ciclico ... come SEMPRE.

      Elimina
  22. Forse Gus si è perso il commento che ho fatto ieri sera.

    Ma cosa scrivi e dici? Chi sarebbe lo gnomo assistito da 4 ciellini?!!!
    Cristo istituì i 12 e scelse Pietro come capo, di legare e sciogliere.

    Che Pietro abbia tradito o sbagliato, lo ha fatto per la sua umanità.
    Le scellerataggini che ci sono state nella storia della Chiesa non mi colpiscono, e non mi impediscono di riconoscere l'intervento dello Spirito che guida la Chiesa in cui Credo.

    Se io restassi fermo nel mio peccato non sarei nessuno, ma io scendo dalla barca perché Gesù ci attende sulla riva per andare in missione tra le genti. Quindi quello che dice il Coloratissimo sulla storia della Chiesa è cosa vana che coltiva per restare fermo nella palude del passato, che è la storia. Dio ci vuole qui e ora per il domani.

    Il Papa come vicario di Cristo ha la piena potestà sulla Chiesa, e la può esercitare liberamente. Attraverso la preghiera egli ha scelto ciò che lo Spirito gli ha suggerito.

    Il Papa in questa occasione ha fatto prevalere la sua libertà che è legata a quella di Cristo. E che possa esercitare la sua forza di meditazione teologica (dono di Dio) sarà ancor più di valore per la Chiesa tutta.

    La filosofia non può insegnare nulla alla Chiesa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pecorella di Dio ... lascialo PARLARE.
      Lo SPIRITO SANTO sa quello che fa per VAGLIARE la FEDE in chi non sa di essere governato da un lupo.

      POCHI SANNO i motivi di questa PRO-VOCAZIONE di chi è sempre STATO un MONACO tra la gente e non un cembalo.

      Elimina
    2. Sulla visione globale della storia della Chiesa, Ric, concordo con te. Senza la protezione di Cristo non sarebbe durata nemmeno un anno.
      Lo Spirito Santo opera e come lo fa non è facile comprenderlo. Opera nel tempo. A volte illumina un Papa per un fatto ignobile accaduto 400 anni prima. Parlo di Galilei.

      Elimina
  23. ciao Gus, interpretazione ardita e coraggiosa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, e me ne assumo tutta la resposabilità.
      Ciao Matteo.

      Elimina

la paranoia è un disturbo della personalità