martedì 15 gennaio 2013

La sindrome da accerchiamento

La democrazia si alimenta di convinzioni etiche e ideali che cercano di diffondersi e di affermarsi fino a diventare forza costitutiva della società. Ciò presuppone però il libero confronto e questo, a sua volta, la libera e diretta partecipazione di coloro che vi portano le proprie convinzioni, quale che ne siano la fonte e il fondamento, laico o religioso. La democrazia è, per così dire, un regime in prima persona, non per interposta persona. Se essa è occupata da forze che agiscono come longa manus di poteri esterni, diventa il luogo di scontro e prepotenza di potentati che obbediscono alle loro regole e non rispondono a quelle della democrazia: potentati che sono, tecnicamente, irresponsabili.

Gustavo Zagrebelsky


52 commenti:

  1. La democrazia si alimenta di convinzioni etiche e ideali che cercano di diffondersi e di affermarsi fino a diventare forza costitutiva della società. Ciò presuppone però il libero confronto e questo, a sua volta, la libera e diretta partecipazione di coloro che vi portano le proprie convinzioni, quale che ne siano la fonte e il fondamento, laico o religioso. La democrazia è, per così dire, un regime in prima persona, non per interposta persona. Se essa è occupata da forze che agiscono come longa manus di poteri esterni, diventa il luogo di scontro e prepotenza di potentati che obbediscono alle loro regole e non rispondono a quelle della democrazia: potentati che sono, tecnicamente, irresponsabili.

    Gustavo Zagrebelsky

    RispondiElimina
  2. Io sono convinto che la democrazia si preservi se non ci si limita ad aderire passivamente a ideologie preconfezionate e se non si smette mai di pensare con la propria testa e il proprio senso critico. Mantenendo sempre e comunque un ragionevole dubbio su ciò che dall'esterno ci viene presentato.

    RispondiElimina
  3. La questione è da ritrovarsi tra le pagine della Storia.
    La Chiesa, da un certo punto, si è legata alla politica e da lì la religione è ripartita.
    Oggi siamo arrivati ad avere uno Stato in miniatura con un potere enorme, e con un potere che influisce sulla vita politica di un altro Stato (l'Italia), perché è innegabile che ciò accada.
    Io guardo alle religioni in diversi modi: credo che siano una buona panacea per l'animo, un rifugio per gente più debole, delle belle filosofie, delle OTTIME e interessanti questioni antropologiche.
    Ognuno dev'essere libero di credere a ciò che vuole, senza restrizioni, anche a Babbo Natale se necessario (c'è poi così tanta differenza? :p) a patto che non leda minimamente la vita e l'eventuale credo altrui.

    L'Italia è un paese laico, con forti connotazioni cattoliche (la questione storica di cui sopra) e a me sta bene, benissimo: per ciò che mi interessa maggiormente, ossia i risvolti socio-antropologici e folklorici, questa cosa è una continua miniera di fatti tutti da scoprire.
    Però non è giusto interferire nel mondo politico.

    Circa l'insegnamento della religione: sono più per insegnare RELIGIONI VARIE, compresa quella cattolica (e vedendola sotto una luce critica e non come un banale catechismo, che non serve perché c'è appunto già il catechismo...); devono pagare l'Imu e ci mancherebbe, le loro strutture sono su suolo italiano; il crocifisso in aula: a me sta bene, voglio dire... la giustizia sarebbe avere simboli di ogni credo ma non è giusto che un'aula diventi un santuario. Il crocifisso rimanda ad una cultura che forse s'è pure persa ma non fa male a nessuno, per me può restare... se qualcuno fa storie, allora in quel caso se ne discute e si toglie.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me mnon sta bene ogni cosa che mischia la fede alla bassa politica clientelare. La Chiesa deve vivere ad imitazione di Cristo.
      Ciao Moz.

      Elimina
    2. Gus io son d'accordo, ma sappiamo bene che non è MAI stato così.
      Quando gente santa come Francesco D'Assisi ha provato la vita ad imitazione di Cristo (ma, ammesso che Cristo sia esistito, chi cavolo ci dice che era povero? Conduceva una vita normale per quel periodo, secondo me...)... è stata presa per pazza, o allontanata, o addirittura considerata eretica e quindi repressa dalla Chiesa stessa, che DA SEMPRE è un covo di soldi e politica.

      Moz-

      Elimina
    3. Se la Chiesa dice di sé: io sono una realtà fatta da uomini, che veicola qualcosa di eccezionale, cioè il divino, non la si può giudicare nel suo valore profondo elencando i delitti e le ristrettezze degli uomini che fanno parte della Chiesa stessa. Al contrario, se nella definizione di Chiesa entra l'umano come veicolo scelto dal divino per manifestarsi, in tale definizione potenzialmente entrano anche quei delitti.
      Ciò che intendo dire è che nefandezze e angustie non costituiscono materiale di giudizio sulla verità della Chiesa.
      La Chiesa, secondo i Vangeli, è stata voluta da Cristo che ha indicato in Pietro l'uomo designato. Cristo conosceva i difetti di Pietro. Sapeva anche che lo avrebbe rinnegato per viltà.
      I difetti ci saranno sempre e comunque. Allora scegliere di fissare lo sguardo su di essi è un modo fatale per scegliere di non guardare i valori.
      Un alibi per non aderire mai, per non dover mai cambiare se stessi.
      San Francesco per esempio non si è scandalizzato e non lo ha fatto nemmeno Caterina da Siena che indirizzava lettere di fuoco contro la mafia di Avignone e a Gregorio XI che era il papa.


      Per questo, Moz, la Chiesa resta l'unico punto di riferimento del cattolicesimo Io sono stato tre volte in Terra Santa. Lì si capisce l'autenticità dei Vangeli.

      Elimina
    4. Ma io non parlo di verità della Chiesa (dopotutto che verità occorre? la Chiesa esiste, è un dato di fatto)
      io guardo da osservatore esterno.
      E vedo che la Chiesa sempre (anche oggi) si mette in mezzo a cose che con Gesù Cristo hanno davvero poco a che fare.
      Ma è normale: la Chiesa non è più il gruppo di pescatori sempliciotti della Giudea, ma uno Stato che ha le sue gerarchie, le sue politiche e i suoi giochi di potere.

      Questo comunque non significa che io condanni la Chiesa tout-court :)

      Moz-

      Elimina
    5. Ma per VOI cos'è la Chiesa? Se non distinguiamo i termini ... non troveremo mai un punto di incontro.
      Moz- di ONE tu puoi solo giudicare in una misura che sarà usata anche per giudicate te stesso. Tu condannare o non condannare?
      Ma come faresti a condannarla?

      Elimina
    6. Non vorrei essere giudicato da nessuno, innanzitutto :)

      La Chiesa... il termine deriva dal greco e significa assemblea.
      Io condanno certe intromissioni della Chiesa/Stato nel sistema politico italiano, senza contare che ovviamente condanno i suoi oscuri legami con altri poteri deviati, gli scandali ecc ecc...

      Di certo non posso condannare la Chiesa-assemblea, la riunione del Cristo coi suoi seguaci.

      Moz-

      Elimina
    7. Vuoi dire da NESSuno o da alcUNO?
      Da NOI si usa PORTARE la DIScussiONE nell'ASSEMBLEA, se non ci si riesce a trovare l'ACCORDO in DUE. Non per noENTE, o per NESSuno, il MIO DIO eE' SIGNORE (non so il TUO, per quanto ancora) ha condiviso tutto questo nella CARNE e nel SANGUE. A preSCINDERE se il CrociFISSO è appeso al MURO (nell'angelogia è il CIELO) o al giudizio di chi non sa TUTTO ed ha bisogno di testimoni (veri o FALSI?). CHI ti salverà dai QUESTI?

      Non abbiamo bisogno di essere trattati come setta o seguaci di OPPIO dei popoli. NOI conosciamo la VERITA' su questo mondo e se chi VIENE tra di noi non la conosce ... FA LO STESSO ... ai FINI della SALVEZZA.

      Elimina
    8. Da nessuno, si spera :)
      Dio compreso, semmai dovesse esistere.

      Di conseguenza, non credo di aver bisogno di esser salvato dai testimoni (veri o falsi) perché la verità me la cerco da me, senza terzi.
      Il problema è che la verità non può conoscerla davvero nessuno, puoi solo credere di conoscerla, o di conoscere UNA verità...
      Ma forse la vera verità la conosce solo Dio. Semmai dovesse esistere, appunto ;)

      Moz-

      Elimina
    9. A PUNTO!
      Non discuto con chi non ha SENSO di OsSERVAazione, tipo: Se non mi fai vedere l'ASINO che VOLA non ci credo.

      Potresti essere FIN troppo COLTO di cose umane, ma PARLI COME chi pensa di SAPERE perchè HA STUDIATO (cosa?).

      Prendi ESEMPIO da Saulo di Tarso che pur UCCICENDO i cristiani, e non consegnadoli ai PAGANI, HA COMPRESO TUTTO quando ha ricevuto la CHIAVE.

      Cercherò di ignorarti perchè SEI GIOVANE nella PENA.

      Elimina
    10. Scusa, al posto di ignorarmi (perché SONO GIOVANE nella PENA) perché invece non cerchiamo di discutere civilmente?

      Io il senso dell'osservazione ce l'ho, e pure tanto. Visto che riesco a capire quanto meravigliosa e complessamente semplice la Natura coi suoi meccanismi.
      Non sono colto in niente, non penso di sapere, non ho studiato (cosa? lingue straniere).

      Sto solo dicendoti che tu dai per scontata l'esistenza di un Dio (o di Dio), io invece no.
      E se magari fossi tu, che confondi il senso dell'osservazione con un mero credere ciecamente?
      Non potrei dunque essere io, poi, a dirti che dovrei ignorarti perché sei giovane nella credulità?

      Moz-

      Elimina
    11. Non sono IO che devo SVELARMI o dirti di non credere ad ANGELI o apparizioni da parte di CHI ha potere sulla NATURA (ma che documentari hai visto? ... quelli di W.Disney?).

      Io cerco di PRO-VOCARVI a capire che tutto quello SCRITTO è stato inquinato da CHI ha PARLATO nel SENSO e nel SENNO del POI.

      Io non dico a te CHI SONO o CHI ho incontrato, ma lascio GIUDICARE le MIE PAROLE ... iniziando a dirti che IO HO VISTO VOLARE .... ASINI insieme ad Alpini diretti in Afganistan.

      STAI attento! E leggi BENE le scritture! Se vuoi credere solo da quelle e non in CHI ti parla per DIGITazione MIA. Tutto quello che IO dico devi giudicarlo e PROVARLO. Io ti dimostrerò l'imperfezione di questo MONDO che è ESSENZIALE per faggiungere la PEREFEZIONE nei CIELI (che non sono quelli .. steallati).

      Elimina
    12. Il mondo non ha riconosciuto Cristo. Quindi è imperfetto. Non dobbiamo trastullarci con la speranza che da questa situazione si possa raggiungere la perfezione.
      Noi dobbiamo seguire i Vangeli e operare amando il nostro prossimo e cercando di guarire gli ammalati come ha fatto Madre Teresa.

      Elimina
    13. Lo so che appartieni al mondo.
      Quindi sei imperfetto. Cioe appartieni aI ERI.
      Tu GIUDICA come VUOI che poi ti TRA STULLO io con lo stesso TUO giudizio.
      Tu SEGUI il Vangelo? Hai venduto tutto e dato ai poveri? VUOI che ti AMI? ...come?
      Si AMAno gli ANIMA...lì?
      A cosa serve curare quello che poi muore prima o poi? Non sarebbe GIUSTO CURARE quello che dovrebbe essere PRONTO e non più debole?

      Tu conosci le sofferenze della SUA ANIMA che arrivava a dire che Dio (diceva TU) non mi vuoi BENE.

      C'E' più gioia in cielo per uno SPIRITO covertito, che per novantanove CARNI saNATE.

      Elimina
    14. @Angelo:
      ma la vita non è Scritture-centrica, non è che la verità si deve prendere solo da lì.
      Ci possono essere molte strade, tu hai scelto questa e io la rispetto, ma non puoi "imporla" agli altri spacciandola come verità assoluta, tutto qui^^

      Moz-

      Elimina
    15. MikiMoz... ho detto questo?
      O non so scrivere BENE?
      Hai ragione!
      Ho scritto COVERtito e non conVERTITO ... o ti riferisci al finale della mia risposta al tuo ESSERE PREVENUTO?

      Io non ho mai letto le scritture come fosse un libro. Le consulto per vedere se è VERO cosa è scritto e se è stato riportato, tradotto o INQUINATO a TAL punto da nascondere la VERITA'.

      IO SONO TESTIMONE di UN INCONTRO in CARNE ed OSSA del RISORTO, MIO SIGNORE GESU' CRISTO che siccome non si fa vedere, sentire e toccare su mio INVITO, allora cerco di fare il solito sbaglio: invogliare gli altri a cercarlo nelle SCRITTURE e aiutandoli a LEGGERE attentamente, come se fosse un testo UTILE per decifrare questo MONDO.

      Il CRISTO lo si incontra tra le strade di questo mondo e non in un libro. Una Fiaba può aprirti gli occhi nell'AVVERTIRTI che ci sono gli ORCHI, le streghe o PIFFERAI magici.

      Questo ho voluto dire e sopratutto analizzare MEGLIO la NATURA che deve ESSERE dominata ma MAI SOPRAfFATTA.
      O lo si fa con il contributo degli altri ANIMAli, nostri simili o amici, o si cerca di fare TUTTO da SOLO alleandosi con "demoni" e "angeli". O preferisci che te li mandi?
      Questi ultimi vengono ma sono sempre ANTICIPATI da quelli CADUTI.

      Sai! SI arriva prima BUTTANDOSI a PESO morto che PLANANDO COME una COLOMBA.

      Non ho lacUNA VERITA' ASSOLUTA, anche se con l'esperienza la definisco UNA che comprende tutte le altre, ma non so a che punto STO ... rispetto alla FINE. So solo che questa che conosco ... comprende tutte le altre ... MIE (se non vuoi condividerle).

      Elimina
    16. Mi ha colpito molto un passaggio della tua risposta.
      Angeli o demoni... preferisci che te li mandi?
      In che senso?
      Sei capace di evocarli?

      In ogni caso, evidentemente, avevo interpretato male i tuoi concetti di prima... meglio così ;)

      Moz-

      Elimina
    17. Nelle mie risposte METTO anche la successiva domanda. O nella mia DOMANDA ... anche la RISPOSTA.

      Basterebbe togliere o lasciare il GANCIO c7puntino SOTTO.

      In questo caso è una CONFERMA, cioè VUOI che te li lasci ancora?
      O preferivi che dicessi FAUNI e FOLLETTI?
      Sai conosco chi non crede in Dio ma crede in forze della natura e di forze che mantengono in equilibrio l'UNIVERSO.

      Basterebbe far esplodere la TERRA per far COLLASSARE tutto il sistema solare nel SOLE.

      Vale anche per le piccole COSE.

      Ad esempio CHI ci ha fatto interloquire?

      Sei REALE materializzaro o VIRTUALIZZATO?
      L'importante che TU SIA VERO sempre.

      Elimina
    18. Ma guarda, fauni e folletti alla fine non sono archetipi (esattamente come le figure dei santi) che si ripetono, umanizzazioni di forze altrimenti inspiegabili?

      Sì, diciamo che a me del lato pagano affascina molto questo aspetto, e anche come si è poi trasformato nella religione.

      Chi ci ha fatto interloquire? Suppongo il caso, se proprio non vogliamo metter di mezzo la nostra volonta che ci ha spinto a risponderci a vicenda...

      Sono d'accordo con te: essere veri, sempre, è la cosa principale^^

      Buona giornata ;)

      Moz-

      Elimina
    19. Anche tu sembri un folletto, diciamo DIAVOLETTO per non confonderci con un aspiraPOLVERE.

      Ricordati che SIAMO SOLO MANGIATOIE o se preferisci TUBI digerenti, se non comprendiamo TUTTO questo.

      Elimina
    20. No dai, perché diavoletto?
      Gus dice che sono un .... un? Non ricordo :p

      Moz-

      Elimina
  4. Si Gus, dobbiamo stare attenti a ciò vediamo, sentiamo, sperare sempre di avere un giusto senso critico senza mai chiudersi a riccio nelle proprie idee. E' così difficile tutto questo oggidì. Secondo me, non resta che pregare molto per ricevere l'aiuto dello Spirito Santo, che ci aiuti a non deviare dalla retta via e rimanere fedeli al Vangelo.
    L'aria che tira oggi è ambigua, sembra portare virus pericolosi..quindi non resta che pregare.
    Ciao Gus *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, c'è molta ambiguità. Che lo Spirito Santo ci sia vicino.
      Ciao Saray.

      Elimina
  5. NON VI CONOSCO!
    L'INIQUITA' che non sopporta la VERITA' sta proprio in questo.
    Il PARLARE di COSE che vengono gestite nè da buoni CREDENTI e nè da BUONI politici.

    La CHIESA materiale è COMANDATA dal POPOLO materiale, da CHI decide quale SANTO venerare e da CHI la finanzia.

    Anche io vorrei che le SCRITTURE si studiassero in EPICA o FILOSOFIA, ma c'è chi preferisce ULISSE a Gesù.
    Anche io vorrei che si studiasse la storia della CINA, ma c'è chi sostiene che bisogna prima CAPIRE di che ERBA siamo.

    Quanto VORREI CHE il Papa riducesse i CREDENTI ai SOLI EUNUCHI che si FANNO PADRI e MADRI per TUTTI questi MONELLI, che bisogna EDUCARE fin dalla TENERA età, invece di lasciare decidere alla TERRA a COSA APPARTENERE.

    CHI HA INCONTRATO COLUI che non E' del MONDO perchè lo SOTTOMETTE in SPIRITO SANTO ... non può più seguire coloro che pensano di sottomettere la stessa loro NATURA.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Chiesa si definisce come il prolungamento della vita di Cristo nella Storia. Un compito di grande responsabilità che sta evaporando per rincorrere aiuti economici dallo Stato padrone. Gesù si interessava dei peccatori. Non cercava favori all'Impero romano. Questa è la via. Non si può impedire di peccare con una legge ottenuta in cambio di voti.

      Elimina
    2. La CHIESA FU e sarà sempre la continuazione di SION. Lei è sempre stata meretrice. Non riesco ancora a comprendervi. Ma cosa volete che faccia?

      Elimina

    3. Il potere della Chiesa se non è concepito e sostenuto dal contenuto della fede scade a ruolo di dominio.
      Già san Paolo metteva in guardia i pastori della comunità primitiva dalla tentazione di spadroneggiare sul proprio gregge.
      Esempio classico di tale dominio nella vita ecclesiastica è un certo modo di intendere ed attuare i piani pastorali stabiliti a tavolino dalle curie diocesane. Il potere, in questo caso, diventa gestione della vita altrui.


      C'è anche l'assenza di una pedagogia integrale che accompagni la libertà dell'uomo nella adesione al messaggio di fede.
      Si può dire che l'assenza di questo messaggio porta con sé una percezione rattrappita della pedagogia di sviluppo della fede cristiana. Pedagogia che viene così ridotta secolaristicamente ai contenuti della sociologia e della psicologia secondo un modello anglosassone.


      Nello stesso tempo Il potere, non nella sua ontologia e quindi nella sua strutturale eticità, nella sua odierna realtà storico-politica, mostra una radicale inimicizia verso il senso religioso. Il potere attraverso gli strumenti d'invasione della coscienza non può non cercare di omologare il più possibile il popolo a valori che gli consentano di mantenere lo status quo e perpetrare il suo dominio.
      La Chiesa ha il compito di trasmettere al mondo un annuncio che deve essere integrale e semplice. Integrale nel suo contenuto: Cristo è il Dio che si
      è fatto uomo. Semplice perché deve essere percepito nel suo significato, e può esserlo solo in proporzione alla corrispondenza che esso ha con i bisogni concreti della vita dell'uomo.






















      



      Elimina
    4. CHI GIUDICA MALE la CHIESA E' COLPEVOLE!
      Siete PADRONI di uscire dallo Stato Vaticano e diventare CITTADINI ITALIANI! Siete PADRONI di non entrare in Chiese, di non dare l'8xmille, VOTARE rappresentanti che sostengono POTERI LAICI terreni ... per adolcire la SOPRAVvive(se)NZA. Siete PADRONI! Vinvete SEMPRE, ma vi ritrovo sempre in TERRA.
      Studiano e cercano un PADRONE del MONDO o dell'UNIVERSO, ma non sanno ancora riVELARE il MISTERO del MALE e delle MALATTIE.

      Imparate dagli ANTI....corpi.

      Elimina
    5. GUS: quale vita? ... quale CONCRETEZZA?
      quale potere?

      E questa è la TUA verità?

      Evadere dalla TUA con d'ANNA?

      Povera SPINA di PAOLO che non viene compresa. AVERE le CHIAVI e non lasciare SCAPPARE chi, altrimenti, potrebbe VENIR UCCISO senza prima INCONTRARE il SIGNORE.

      Ma CUSTODE cosa vuol dire e di CHI o COSA?

      Elimina
    6. Soltanto la scoperta di Cristo nel testo biblico, lo apre a noi e lo fa diventare una parola di speranza.
      Se andiamo al fondo delle Beatitudini, ovunque
      appare il soggetto segreto: Gesù.
      Egli è colui in cui si vede ciò che significa essere "Poveri nello Spirito santo".
      Egli è l'afflitto, il mite, colui che ha fame e sete di giustizia, il misecordioso.
      Egli ha il cuore puro, è colui che porta la pace,
      il perseguitato per causa della giustizia.
      Tutte le parole del Discorso della Montagna sono carne e sangue di Lui.

      Queste sono parole del Papa pronunciate durante un corso di esercizi spirituali nel 1989.

      Custode significa comunicare Cristo.

      Elimina
    7. Lo storico Ernesto Galli della Loggia evidenzia che il cristianesimo è una matrice comune importante che ha segnato l'identità del Paese per molto tempo.
      Ma è in crisi. E non da oggi.
      Si sta riducendo sempre di più.
      Riduce la sua forza identitaria.
      Non ha statistiche da mostrare, ma osservando la realtà non può che trarre questa conclusione.
      La Chiesa ha spostato l'attenzione sulla questione antropologica perché questa è diventata il centro della politica in tutti i Paesi occidentali.
      Le questioni materiali, anima di quelle sociali,
      sono diventate secondarie nelle agende politiche.
      Ormai le politiche economiche non dipendono
      dai singoli Paesi, si decidono in altri ambiti.
      Sono venute alla ribalta altre questioni.
      L'immigrazione e l'ingegneria genetica.
      La Chiesa è stata costretta ad adeguarsi a nuove
      problematiche che hanno snaturato la natura del cristianesimo, e quindi una fede ridotta a etica, e quindi a moralismo, alla lunga può generare rigetto.













      

      Elimina
    8. Kierkegaard prende atto che la filosofia moderna parla del Dio in noi, del Dio in me. Così, i teologi ed esegeti parlano oggi volentieri del Dio in noi, traducendo il Vangelo esclusivamente in questi termini. Perché “Dio in noi”, “Dio in me”, può significarel’esaltazione del soggetto, l’affermazione dell’io. Ma poiché socialmente l’io è inconsistente, debole, la riduzione della presenza di Dio, alla interiorità dell’io coincide, più realisticamente, con la celebrazione dell’affermazionedel potere. L’assoluto, dice ancora Kierkegaard, non è puramente dileguato ma è diventato per gli uomini una ridicolaggine, una esagerazione comica, qualcosadi donchisciottesco di cui ridirebbe se lo si riuscisse a vedere, ma non lo riesce a vedere perché è sparito dalla vita. L’Assoluto e la ragione si rapportano tra loro in senso inverso: dove c’è l’uno non c’è l’altro. Quando la ragione ha penetrato completamente tutto e tutti, allora l’in-sé-e-per-sé è completamente sparito. A questo punto invece di fede, sapere per ragioni. Invece di fiducia, garanzie. Invece di rischio, probabilità, calcolo prudente. Invece di azione, semplici cose che avvengono. Invece di Singolo, una combriccola. Invece di personalità, una oggettività impersonale.























      Elimina
    9. Custode vuol dire CON SERVA RE. E solo DUE Madri lo sanno fare. Una per BENE e l'altra per il GIUSTO.

      Comunicare o, MEGLIO, TRAsMETTERE il CRISTO ... dovrebbe chiamarsi CRISTIANO, quello VERO ... il così DETTO: CRETIE'N ... dalle parti dove custodiscono il TE LO.

      Elimina
    10. Il CRISTO LO SI INCONTRA come lo ha incontrato Saulo di Tarso in STEFANO e poi riconoscendolo sulla Via per Damasco nel CRISTO GESU'.
      Le SCRITTURE ... servono ma non SALVANO. Come per esempio TUTTO il RESTO.

      Elimina
    11. L'obbedienza alla Chiesa da parte mia non è in discussione. La critica è un atto d'amore.

      Elimina
    12. Se mi riporti gli storici, i filosofi, i teologi o anche i santi, compre Gesù, che DICE questo o quello ... IO SO anche cercarMELI da SOLO.

      IO VOGLIO SENTIRE TE ... come LO VEDI ... o LA ... vedi: BELLA o BRUTTA, ... GIUSTA?

      O mi vuoi parlare direttamente dello SPOSO?

      Elimina
    13. Secondo te perché Cristo ha abbattuto le Sinagoghe e istituita la sua Chiesa?
      Per vedere le stesse cose?
      No, di certo.

      Elimina
    14. La vedo inadeguata, ma veicola il divino con puntualità.

      Elimina
    15. E' crollata qualche Sinagoga?
      A me risulta qualche CHIESA Cattolica CROLLATA o anche bruciata.

      Non mi risulta alcuna ANIMA persa se PIENA di SPIRITO SANTO. Molte, in verità, hanno abortito.

      Quando parli di CHIESA ti rivolgi a TUA MADRE o ad una SPOSA?

      Pensaci PRIMA nel CRITICARLA perchè potresti ferirla ... in TUTTI i CASI.

      La Meretrice lo fa per sfamare i suoi figli. Qualche volta anche il suo sposo.

      ATTENTO.

      Tu devi DI-FENDER...LE comunque DAVANTI agli estranei.

      Elimina
    16. Non crollata, ma esautorata. Non rappresente Cristo perché da quelle parti aspettano il Messia.
      Invece è già venuto e non lo hanno riconosciuto.
      Sono fermi al Vecchio testamento, ammazzano i palestinesi, praticano l'usura decidono anche sulla politica degli americani.
      La Sinagoga era il tempio di Dio all'apparenza, invece era un nido di vipere.
      Ti dice niente Caifa? Giuda nei suoi confronti è un angelo.

      Elimina
    17. Mi piaci quando SBOTTI. Esce la PARTE nascosta e non migliore di te che io vorrei portare alla LUCE per lasciarla GIUDICARE dall'ASSEMBLEA.

      Mi sembra che tu giudichi troppo, come se TU fossi CHI aspettiamo che riVENGA.

      GIUDA E' UN UOMO! ... come lo ERA COLUI che si faceva chiamare GESU'.
      Mentre CAIFA è un ANGELO!

      Non ti dice niente i SERPENTI BRUCIANTI e il SERPENTE APPESO al LEGNO nel colloquio con Nicodemo?

      Non ti ricorda NULLA in Giovanni 11,45-54?
      Devo ridisegnarlo?
      COLORIRLO ... pure (Gv 11,49-53)?

      Elimina
    18. Angelo, mentre mi dici che giudico troppo, tu fai altrettanto con me.
      Caifa non era un angelo, ma uno che non ha riconosciuto Gesù. Le sue elucubrazioni mentali non spostano la verità.
      Non "sbotto", constato fatti, eventi e storia.

      Elimina
    19. E si! NON SIAMO UNITI e DIVISI nel contempo?
      hai notato i COLORI nel disegno di Paolo che IO ho voluto COLORIRE, ma non ti sei sforzato di COLLEGARLI.

      Elimina
  6. A giudicare dai commenti postati, mi sembra che sia vero che i cristiani cattolici si sentano "minacciati" - ops, volevo dire insidiati - dai valori laici dello Stato, così come i laici si sentono insidiati dall'ingerenza della Chiesa cattolica sulle cose secolari.

    La questione tra potere temporale e spirituale è troppo antica per poterne sciogliere, oggi, i nodi... ma credo che la Chiesa riguardo alla questione politica non abbia seguito le orme di Gesù: Gesù non era povero, ma benestante (figlio di carpentiere) ed era assolutamente poco intenzionato a fare il "rivoluzionario" politico o il "sovversivo"; purtroppo oggi non si può comprendere bene il concetto, dato che gli ebrei non facevano distinzione tra religione e politica (a differenza dei Romani, che li avevano dominati!) nel senso che la religione ebrea era la massima autorità, a cui persino i Re dovevano sottomettersi.

    Ma la "rivoluzione" di Gesù era di altro tipo da quella che intendevano - e avevano intesa - gli Esseni o gli Zeloti...
    Egli disse, con grande chiarezza e a scanso di equivoci: "Date a Cesare quel che è di Cesare e date a Dio quel che è di Dio."
    Gesù si occupava delle persone, dei poveri, dei derelitti, delle vedove, dei soggetti svantaggiati dalla società... non di politica o di guerre più o meno "sante".

    Peccato che nel tempo questo messaggio si sia perso, se non addirittura non si sia capito: da entrambi, Chiesa e Stato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per non aver capito la Chiesa è colpevole. Dallo stato succube del potere tecnologico non mi aspetto niente.
      Gesù si occupava soprattutto dei peccatori perché il medico va a curare gli ammalati e non i sani.
      Ciao Rose.

      Elimina
    2. BEL... Scarlett... Rose COMMENTO!
      Permettimi di correggere la similitudini di DUE POPOLI. Il primo che fa degli DEI UNO SOLO ... lasciandolo però in CIELO e il SECONDO che lo incarna al DAVIDE di TURNO. Gesù non giudica MAI male l'oppressore "ROMANO", anzi GLI rende MERITO a PILATO di ESSERE stato MESSO al SUO POSTO, da CHI ha PIU' POTERE di LUI. Questo lo diceva in riferimento di CESARE o di CHI aspettare l'EREDE per riportare PACE nei CIELI?

      La SPOSA! Ecco cosa MANCA all'EREDE!
      La NUOVA REGINA dell'UNIVERSO. La NUOVA MADRE come quel GESU' E' il NUOVO PADRE e DIO dell'UNIVERSO.

      Non sbagliare sul giudicare CHI è PIU' MALATO, più povero, più deRElitto, VEDO...vi! DELLO SPIRITO e non NELLA CARNE da lasciare COMUN...què agli AVVOLTOI.

      Elimina
  7. Ma è pur sempre vero che di ciò che si ama si può sempre parlare.
    Pur ripetendosi si dicono ugualmente cose nuove, perché il cuore vero è sempre nuovo.
    Andrea Emo è un grande pensatore ignorato. Qualcuno, mi sembra un quotidiano ad alta diffusione nazionale ha riesumato la sua figura.
    Secondo Emo la Chiesa è stata per molti secoli la protagonista della storia, poi ha assunto la parte non meno gloriosa di antagonista della storia.
    Oggi è soltanto la cortigiana della storia.
    Io non voglio vivere la Chiesa come cortigiana della storia.
    Se Dio è entrato nel mondo non è per essere cortigiano, ma redentore, salvatore, punto affettivo totale, verità dell'uomo.
    Questa passione mi tormenta.
    Nella contingenza di una decisione si può, evidentemente, sbagliare, ma lo scopo per cui agiamo è solo questo: che la Chiesa non sia cortigiana, ma protagonista della storia.
    Questa immanenza della Chiesa alla storia incomincia da me, da te, dove sono,dove sei

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ti vuoi prendere le TUE RESPONSabilità?

      CHI TEMI?
      Il giudizio della CHIESA o di CHI la BARATTEREBBE con chi ti ritiene UNA COSA?

      Non sai che lo SPOSO getterebbe VIA TUTTO il MONDO per la SUA SPOSA?

      Lascia parlare l'ANIMA.

      SU ...^... sentiAMO.

      Mi AMI o no? E se mi AMI ... quanto MI AMI?

      Elimina

la paranoia è un disturbo della personalità