sabato 3 novembre 2012

Il prolungamento di Cristo nella storia

Come possiamo rispondere all'interrogativo fondamentale
che Cristo ci rivolge: "E tu chi dici che io sia?".
Noi non abbiamo visto il paralitico guarito, non siamo
stati alle nozze di Cana, non abbiamo assistito
al funerale di Naim, non lo abbiamo seguito per
tre giorni nella steppa, dimenticando persino il cibo.
La familiarità con Lui, da cui nasce l'evidenza
della Sua parola come unica che dia senso alla
vita, come possiamo viverla?
Il modo c'è: la compagnia che da Cristo è
nata e ha investito la storia: è la Chiesa, Suo
corpo, cioè modalità della Sua presenza oggi.
E perciò una familiarità quotidiana di impegno
nel mistero della Sua presenza  entro il segno
della Chiesa.
Solo così può nascere l'evidenza razionale,
pienamente ragionevole, che ci fa ripetere con
certezza ciò che Lui, unico nella storia
dell'umanità, disse di sé:
" Io sono la via, la verità, la vita".




16 commenti:

  1. La prospettiva per la nostra vita è quella di lasciarsi plasmare dall'iniziativa che la presenza di Cristo ha già cominciato a realizzare in noi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gesù imparò dalla MADRE, utilizzando PARABOLE semplici, COME trasmettere il REGNO dei CIELI. Mentre faceva il pane, nel loro gisrdino ... guardando attrezzi quotidiani.
      Molti si chiedono come possono aver raccontato fatti intimi gli Evangelisti?
      CERCA la MADRE.
      LEI ti dirà come si sono svolti VERAMENTE nel REALE i FATTI.

      Elimina
    2. Non hai ancora capito?
      C'E' UNA MADRE in CIELO come in TERRA. Questa è la PERSONA che il FIGLIO ci HA PRO MESSA.

      Elimina
  2. La legge dell'amore è affermare l'Altro: il proprio io è l'Altro, "il mio io sei TU".E allora ti stupisci. Ti stupisci davanti al vero...Se camminando incontri un volto che è vero, ti fermi, lo vuoi conoscere, perchè ti accorgi che quel volto ti parla di tutta la creazione e cerchi quel volto in tutte le persone che incontri: sì perchè in tutte le persone ti accorgi che c'è qualche cosa di quel Volto. E quel volto ti getta nel volto di Gesù, del Verbo di Dio fatto uomo.Buona domenica nel Signore Gus!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lucia.
      Affermare l'altro. Sì.
      Ciao.

      Elimina
  3. COSA cambia e quali differenze si sono tra il Vangelo di Matteo e quello di Luca ... sulla nascita di quel BAMBINO sceso dal CIELO? CHI più della MADRE sa della "ALLEANZA" con il PADRE?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono differenze, ma concordanze sullo Spirito Santo.

      Elimina
    2. APPUNTO!
      L'AVVOCATA NOSTRA.

      Elimina
  4. Gus, ti chiedo una gentilezza!
    non so come possa essere successo, per caso, ora, mi sono accorta che nei tuoi lettori fissi il sesto...personaggio a destra (quello barbuto che ho visto anche del blog di angelo)) contiene dei dati miei dati personali. non l'ho inserito io!
    Poi, ho visto di nuovo, e non so il perchè, anche la mia vecchissima immagine. Non riesco a toglierle! ho provato più volte. lo fai tu? grazie!
    qualcuno ha voglia di divertirsi! mi aspetto di tutto!!
    grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me può rimanere per TESTIMONIARE l'ambiguità di chi ospita COLEI che è PRIMORDIALE come l'eco del Big Bang ... e che sta per FINIRE per sempre in questo falso INFINITO. Io sarò sempre dalla PARTE dei Figli di questo mondo ... che riconoscono i LORO GENItori INCAR...NATI.

      La MADRE ha distrutto per sempre la SUA avversaria e quel che rimane è solo lo strascico di un terzo del CIELO.

      La TRINITA' malefica ha ceduto il PASSO a quella VERA e PERFETTA in CARITA' e MISERICORDIA.

      Elimina
  5. Per me è la via, la verità, e la vita.
    Ciao Gus

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NON BASTA, bisogna SPIEGARLE.

      Elimina
    2. Che aspetti a farlo?

      Elimina
    3. VUOI PERCORRERLE, PROVARLE e VIVERLE con me?

      E da un po' che cerco ma quando mi dilungo non riuscite a stami dietro.

      Elimina

la paranoia è un disturbo della personalità