mercoledì 24 ottobre 2012

Perché la donna si mette in mostra?






Anche se il sistema economico è concepito in questo modo non significa che tutte le donne vogliano solo mettersi in mostra.
E poi c'è mettersi in mostra e mettersi in mostra.
Il fatto che le donne si mettano un po' in mostra secondo me è naturale, e fa parte della razza umana fin dai suoi esordi...per esempio le donne si imbellettano e si vestono in maniera da apparire più belle...a parte che ad oggi delle ricerche avevano confermato che spendono più gli uomini delle donne in cure di bellezza e cose così...credo che ormai non si possa più neanche parlare di uomo e di donna da questo punto di vista.
Il mercato punta sul far credere ad uomini e donne che se saranno belli o famosi saranno anche amati, ma non è che lo pensano proprio tutti.
Comunque la ricerca del bello e il mettersi in mostra ed essere ammirati sono cose anche naturali, sia negli uomini che nelle donne penso...bisogna vedere in che modo anche, e perchè.
Di sicuro il corpo femminile è stato reso oggetto dal sistema di mercato, ma ci sono già tante femministe agguerrite contro questa cosa ed altrettante "pupe" convinte che apparire in tv sia il massimo.
Solo che per reazione a questo molte cosiddette femministe smettono anche di essere femmine.













82 commenti:

  1. Vuoi una risposta da AL FA O MEGA?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chiedi ai tuoi amici ATEI se la MOSTRA si mette in CORPO femminile?

      Elimina
    2. La MOSTRA o la DISTINTA?

      Elimina
    3. Ma bellissimo questo commento...è di B?

      "Comunque la ricerca del bello e il mettersi in mostra ed essere ammirati sono cose anche naturali, sia negli uomini che nelle donne penso...bisogna vedere in che modo anche, e perchè.
      Di sicuro il corpo femminile è stato reso oggetto dal sistema di mercato, ma ci sono già tante femministe agguerrite contro questa cosa ed altrettante "pupe" convinte che apparire in tv sia il masSimo.
      Solo che per reazione a questo molte cosiddette femministe smettono anche di essere femmine"

      Vero,...il problema vitale purtroppo è che c'è chi può... e chi non può, nemmeno mettersi in vista perchè manca il coraggio...e si passa 24 ore al p.c senza mettere "naso" fuori di casa! :(...DESOLAZIONE TOTALE.
      Consoliamoci femministe, comunque c'è cultura che almeno sa scrivere benissimo, perchè?... altro non sanno fare, ma tuttavia rendono chiarissimi.importantissimi, i "concetti", sopratutto quando sono "in forma mentalmente"
      Dovrebbero far capire TANTO ANCHE a chi si crede... FURBO? come gus...ad esempio.
      E' bello sentirsi ammirate ogni tanto. la nonna diceva sempre: guardare ma non toccare! :) la bellezza è sopratutto questa, E SI VEDE E SI VEDRA' ANCHE A 80 ANNI (arte pura)..:))
      il rammarico che si poteva dare di più...solo nell'immagine di se intendo,..andrà meglio la prox ! ;)
      hai fatto in bel tiro per commentare così bene?
      Qualche donna ha il dono di essere sempre femmina ...anche senza sacrificarsi troppo...Oo

      Elimina
    4. Mah, non è che abbia scritto chissà che commento...su questo argomento ci sarebbero tantissime cose da dire ma chissà se servirebbero a farci tornare un po' della saggezza naturale delle nostre nonne...

      Elimina
    5. Basterebbe un po' di dignità.
      Ciao.

      Elimina
    6. COSA ci è rimasto delle NOSTRE NONNE ... che si tiravano sempre SU la calzetta e la SERATA pre-matrimoniale FINIVA sempre son quel giochetto SU e giù ... che bel divertimento!

      Elimina
    7. TU SEI "B"?
      Allora ho capito!
      Impara a diventare MAMMA-DONNA e non AMANTide-FEMMINA. Così anche il PADRE-UOMO e non il PAVONE-MASCHIO.

      Elimina
  2. Lo fa per piacere all'uomo senza dubbio, e che non mi vengano dire che vanno poco vestite per piacere a se stesse. Questo può essere vero solo per la cura discreta della persona che è anche un dovere vero se stessi e gli altri. Passato questo limite è solo esibizionisto puro e stupido. A volte pericoloso in certe situazioni. Purtroppo di moda. Ciao Gus e buon pomeriggio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In fondo l'uomo finisce per non apprezzare la totale mancanza di pudore da parte di certe donne.
      Ciao Saray.

      Elimina
    2. Sono d'accordo..se anche le apprezzano per un po' è solo per usarle come oggetti. Ma purtroppo loro non se ne rendono conto. :( Ciaoo

      Elimina
    3. Infatti i matrimoni diminuiscono e le separazioni aumentano.
      Ciao Saray.

      Elimina
  3. L'uomo sta facendo il suo gioco è chiaro, è la donna che stupidamente ci casca o forse anche consapevolmente, comunque non occorre vedere la pubblicità per vedere donne succinte, perlomeno quelle sono giovani.
    Anche da queste parti donne non più giovani, si sono postate foto in bichini,come mai non è stato sottolineato? O si sono chiusi gli occhi? Ciò che è moralmente deplorevole vale per tutti.
    Altrimenti non giudichiamo nessuno.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ho chiesto un'opinione?
      Ciao Annamaria.

      Elimina
    2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    3. Gus, io mi sono stufata di lottare contro i mulini a vento...
      Qualsiasi commento io lasci nel tuo blog, arriva da me (nella mia moderazione) la risposta sotto forma di insulto.
      Mi dispiace caro amico, io ci ho provato...Mi dispiace davvero ma io mi ritiro. Buon proseguimento, ciao Gus

      Elimina
    4. Puoi rispondermi sul mio blog, io lascio sempre la moderazione. Riciao

      Elimina
  5. E' vero ciò che scrivi, per pubblicizzare una qualsiasi cretinata si mette una donna in abiti succinti. E' il mercato che lo chiede, è la richiesta che aumenta, le donne non sono così ingenue come vogliono far credere e accettano questo perchè gli fa comodo. Credo che le vittime siano gli uomini.. perchè fanno tutto ciò che una bella donna gli chiede.. forse ho sforato un pò l'argomento..

    RispondiElimina
  6. L'uomo non è mai una vittima. E' l'utilizzatore finale.
    Ciao Morgana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo attrezzi e OPERE nel conTEMPO.

      Elimina
  7. Io non sono mai stata una femminista, però credo che il mio corpo di donna non debba essere ne sfruttato ne, mercantizzato, non sono oggetto, ma persona,e mai scenderò (ora più che mai data l'età) a compromessi per invogliare i "guardoni".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non hai mai sofferto, in gioventù, per invidia verso altre donne più apprezzate? Hai avuto sempre uomini che apprezzavano i tuoi VALORI, la TUA intelligenza... in giovane età?

      Elimina
  8. Il vero femminismo è la salvaguardia della propria dignità.
    Ciao Gioia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Incominciamo a cambiarGLI in NOME in DONNISMO!

      Elimina
  9. Annamaria, perché hai tolto i tuoi commenti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E perchè tu i ... TUOI?

      Elimina
    2. Qualsiasi cosa faccia ha sempre ina finalità didascalica.

      Elimina
    3. SI dice dida-scalica il lasciar leggere le notifiche?

      Elimina
    4. Tu credi che il mio approccio al blog sia didascalico?
      Questo è il problema. La mia rispostaè invece ininfluente.

      Elimina
    5. Tu lo dici.

      Per me i POSTi posso essere anche per esempio così:
      Qui parliamo di TUTTO.
      Iniziamo con la religione, il sesso, ... cosa volete voi e tutti possono rispondere e intervenire sugli altri.

      Non immagini le perle che escono e che i demoni pensavano ben nascoste.

      Elimina
  10. Mi dà molto fastidio questa pubblicità che si serve del corpo femminile anche a sproposito. Un tempo si usava solo per le automobili di lusso, i calendari dei camionisti e dei barbieri. Ora è così per tutto. Sono convinta che molte donne lo facciano per soldi e per il gusto di attirare l'attenzione su di sè.
    Paola

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Paola, purtroppo il mettersi in mostra è diventato un mestiere.
      L'ultima miss Italia il giorno dopo la sua elezione ,con tanto di corona, faceva già la pubblicità per la Fiat.
      Ciao.

      Elimina
    2. I barbieri hanno fregato i poveri ... non camionisti!

      @GUS: E' da contratto per la MISS, vincere contratti pubblicitari.
      Io conosco MISS brave che ora conducono trasmissioni ... trasmettendo VERI VALORI.

      Non essere iniquo .... o lo sei equo nel male?
      Parli da VECCHIO!
      I GIOVANI vanno difesi perchè cosa pretendi da una figlia di prostituta?
      E da un figlio di ubriaco?
      Dov'è finita la POVERA DIGNITA'?
      La COLPA E' della CHIESA come comunità che FUORI e purTROPPO DENTRO lascia passare un messaggio AMBIGUO e troppo perMISSivista. Non hanno compreso il MESSAGGIO del CONCILIO. Lo spogliare i preti per poter essere scambiati con i laici CREDENTI.
      Il MIO COMPITO è andare tra i PAG...ANI

      Elimina
    3. Non sono pagani. Non rispettano la religione che hanno scelto.

      Elimina
    4. SCELTO?
      Sei SICURO?
      O im POSTo?

      Io invito a cercarne un'altra se non VA a loro GENIO. posso fondarne un'altra. Sarebbero più VERI agli OCCHI del GIUDICE CRUDELE.

      Elimina
    5. Io non sarei entusiasta di una figlia che va a quel concorso per farsi scrutare centimetro per centimetro.
      La bellezza è un dono da conservare con amore e non da esibire.

      Elimina
    6. E la bellezza interiore?
      Ultimamente le scelgono scaltre e fanno vincere la più INTELLIGENTE.

      Anche io no manderei MIA Figlia e soprattutto la MIA RAGAZZA, ma come in politica ... bisogna MANIFESTARSI al MONDO per poter VENIR SENTITI.

      Elimina
  11. Condivido il pensiero di Paola. Una cosa aggiungo: d'estate fa caldo, e fa caldo anche nelle chiese. Ma una mezza manichina alla maglietta non ci farà sudare eccessivamente. Il Signore, mio Dio ne ha viste e ne vede di tutti i colori, ma un po' di rispetto per la Sua casa, no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nella casa del Signore chi non ha pudore dà solo scandalo.
      Ciao Lucia.

      Elimina
    2. Cos'è il pudore?
      Sentirsi NUDI?
      IO FAREI METTERE BURQA in CHIESA.
      Belle VESTI SEMPLICI e BIANCHE o colorate per la ricorrenza.
      Come i grembiuli a scuola e la divisa al lavoro.

      O TUTTI NUDI coem in AFRICA!

      Elimina
    3. Il pudore è dentro una persona che anche attraverso gli atteggiamenti comportamentali dimostra la sua pulizia.
      Il pudore è nello sguardo, nel sorriso, nelle parole che pronuncia e in quelle che scrive.
      Pensa a Maria.

      Elimina
    4. Per me il PUDORE rimane ancora SOLO nelle LACRIME di ogni PERSONA. IO MOSTRO sempre l'ALTRA "FACCIA" di chi mi percuote la PRIMA.
      Il MISTERO di MARIA è IMMENSO come il MISTERO dello SPIRITO SANTO.
      Solo i CATTOLICI SONO MARIANI e hanno giustamente sostituito Dio con la MADRE del CIELO.
      Noi possiamo solo COMPRENDERE il FIGLIO.

      Elimina
  12. L'uomo è costantemente attratto dal successo, dalla carriera, dalla notorietà e dai soldi e spesso per queste 4 cose finisce perfino per spogliarsi e perdere la propria dignità. Oramai come tu stesso hai scritto conta più l'apparire e non l'essere..

    Ciao Gus

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quell'apparire è brutto da verdersi.
      Ciao Marianna.

      Elimina
    2. Anche VENDERE statuette benedette è BRUTTO da vedersi. Vendere la PAROLA di Dio.
      Non mi fare parlare!
      Mi sembri come quei principi che vollero coprire i nudi nella Cappella Sisitina.
      C'è chi è insensibile alla SARX

      Elimina
    3. sarx


      Nell'Antico Testamento il termine בּשׂר (bâśâr), che in alcuni testi (Genesi 2,21; Giobbe 10,11, Esdra 37,6-8) indica unicamente la parte carnosa del corpo, in altri passi acquista un significato estensivo, e designa il corpo nel suo insieme (Numeri 8,7, Esodo 30,32, 2 Re 6,30), quindi l’individuo completo, l’essere vivente (Genesi 6, 13-17, Salmi 136,25).

      L’espressione “ogni carne” si applica all’essere umano in quanto tale e quindi a tutta l’umanità. Il termine carne viene a comprendere in sé i caratteri, le manifestazioni, il modo d’essere e d’agire della creatura vivente. Tutti questi caratteri nella prospettiva dell’Antico Testamento, sono sempre posti in relazione a Dio. Il termine “carne” designa dunque l’essere umano, ma non in senso pieno, come אישׁ ('îysh), anzi, esprime piuttosto, dell’essere umano, l’infermità, la caducità, i limiti, in contrasto con gli attributi di Dio (Genesi 6,3, Salmi 78, 39, Isaia 40, 6, Deuteronomio 5,26, Isaia 49, 26 e 66,16 Geremia 12, 12, Ezechiele 21, 9, Salmi 9,20).

      "Carne" non è dunque solo la sostanza materiale dell’essere umano, ma il suo modo di esistere davanti a Dio, la sua debolezza naturale di creatura.

      Elimina
    4. Come sono CARITATEVOLI e MISERICORDIOSI i testi CATTOLICI. Io provoco per sentirmi dire questo. Che siamo TUTTI PECCATORI, chi più e chi meno, ma non per questo non dobbiamo prenderci le PUNIZIONI di chi hauna CROCE troppo grande per cominciare a CAPIRE.

      Elimina
  13. La “carne” designa così la esistenza umana, la storia umana quale è diventata in seguito alla caduta ed al peccato, ed esprime la coscienza che questa realtà umana è tale a causa del suo allontanamento da Dio.

    Proprio per questo il termine contrapposto a carne è Spirito; non nel senso di una realtà superiore, spirituale, distaccata dalle contingenze del corpo, ma nel senso specifico di Spirito di Dio, potenza di rinnovamento e di vita. È lo Spirito che rivela ai discepoli ciò che la loro intelligenza ottenebrata non è in grado di conoscere: il mistero di Gesù è lo Spirito che può far rinascere Nicodemo per permettergli di entrare nel Regno.

    “Camminare per lo Spirito” (Galati 5:16) diventa così la contrapposizione al “camminare secondo la carne” e significa essere mosso nelle proprie scelte dal Signore e non dalla propria volontà peccaminosa. Paolo sintetizza questa situazione esclamando “Voi non siete nella carne ma nello spirito” (Romani 8:9): i cristiani pur essendo fisicamente presenti nel mondo ed operanti in esso non agiscono secondo le ispirazioni e le motivazioni della natura umana, ma del Regno di Dio.

    Questa situazione implica naturalmente una costante tensione tra la propria “carne” e la vocazione dello Spirito, tra il proprio io peccaminoso e la parola del Signore. Gli scritti apostolici sono ricchi di esortazioni e di appelli per ricondurre costantemente i credenti a questa lotta impegnata contro la “carne” che ne minaccia la fede e la santificazione.

    Questa ricchezza di significati derivati dall'Antico Testamento e dalla stessa teologia paolinica sono presenti nella sintetica espressione di Giovanni “La Parola è stata fatta carne” in cui egli riassume il mistero della rivelazione. La Parola di Dio eterna e compiuta ha trovato posto nel mondo, nella contingenza e debolezza di una “carne” umana, di un corpo cioè limitato e soggetto a tutte le vicende e le crisi della natura umana. La presenza della verità e della rivelazione di Dio nella carne ha significato, d’altra parte, la condanna di questa carne stessa nella sua potenza di peccato e di seduzione (Romani 8:3-4). Questa realtà dell’incarnazione di Dio in Gesú Cristo rappresenterà il fondamento della fede della prima generazione di cristiani greci e sarà difesa dagli apostoli come la sostanza stessa della fede (1 Giovanni 4:2; 2 Giovanni 7).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è uno scritto PROTESTANTE verso la CHIESA CATTOLICA: l'UNICA ad avere in custodia le CHIAVI della VERITA', sapendole BEN conservarle e nasconderle a CHI non conosce la COMUNIONE tra i MORTI e I VIVI.

      Nel CREDO (che non è una preghiera) NOI SOSTENIAMO:
      Credo nello Spirito Santo,
      la santa Chiesa cattolica,
      la comunione dei santi,
      la remissione dei peccati,
      la RISURREZIONE DELLA CARNE,
      la vita eterna.

      ... ma bisognerebbe sVELARLO TUTTO!

      Gesù mantiene il suo corpo fino alla fine ... ma poi non ci sarà distinzione.

      Elimina
    2. Ci sono scritti di Giovanni che non è un protestante.

      Elimina
    3. Lungi da me definirlo un Luterano, o Evangelico, o Valdese, o Battista, o Metodista, o elvetico, o Avventista, o Pentecostale, o ... tutte le infinitò di sette che rinnegano il soglio di PIETRO.

      Parlavo dello SCRITTO composto da UN PROTESTANTE.

      Vabbè, anche a me piacciono i Protestanti ma quelli che restano in silenzio quando gli ricordo che sono CATTOLICI per un secolo e MEZZO e protestanti per solo MEZZO secolo.

      Aspettiamo chi giudicherà gli UNI e gli altri.

      Elimina
    4. la TUA scaltrezza è da VOMITO ma non telo dico perchè non MELA pubblicheresti.

      Perchè non vai alla radice?

      Parlavamo della CARNE e dell'essere maschi o femmine. O vogliamo andare oltre nelle forme intermedie?

      Ad esempio la prostituzione con la propria carne in tutte le sue forme ... a prescindere chi abbiamo difronte o dentro di noi.

      Non sai che il SEMInudo è ancor peggio del nudo integrale?
      E lasciare LIBERA la FANTASIA?

      Tu sei debole come altri in altro modo.

      Elimina
    5. Tu puoi pensare su di me quello che vuoi.
      Non sono scaltro. Il tuo discorso sulla carne non lo comprendo.

      Elimina
    6. Ma lo so che SONO scaltri CHI io conosco meglio di te. Ma senza il tuo aiuto non ti potrai liberare del LORO laccio. Io posso solo pro-vocarli, metterli contro tra loro per far uscire il SANTO che vuole crescere nella TUA ANIMA, preparata solo per LUI.

      Ma vedo che continua a sviare la questione.

      Non posso farci nulla o dimmi tu cosa non comprendi.

      Devo POSTare le scritture di OGGI per i Demoni SERVI piccoli del PRINCIPE dei DEMONI.

      Si chiude BAR H. Il CAMPO è tutto da BRUCIARE.

      Elimina
    7. Io ho proposto un argomento. In molti hanno risposto chiaramente. Tu ne introduci un altro. Scrivilo nel tuo blog in modo intelligibile e proverò a risponderti.

      Elimina
    8. Mi arrendo!
      Non sono io che decido cosa POSTare nel SUO BLOGo. I miei POSTi sono SEGNi del MIO CAMMINO in UNO ale sue provocazioni.
      Il discorso del tuo argomento è poco importante per LUI perchè LUI stesso lo ha fatto per arrivare a questo punto e anche oltre Sono gli uomini che devo rimediare ... ma senza burqa e cilici.

      Bisogna arrivare ad essere insensibili, ma non tutti sono pronti per il REGNO dei CIELI.

      SONO io che vorrei smettere di cadere nelle vostre provocazioni con la scusa di parlare di DIO.

      Mi deprimo quando non riesco a nutrirmi come altre volte in questi tuoi POSTi.

      Ma ho altri lidi dove andare a PESCARE.

      Elimina
    9. Provochi, ma nello stesso offendi.
      Chi ti dà questo diritto?

      Elimina
    10. Un giorno lo saprai.
      Per adesso ... mi metto da parte perchè mi stanco anche io e se la pena supera l'impresa ... mi attendo.

      La VERA OFFESA è quella che cogli nel SEGNO ... le altre scivolano via.

      Elimina
    11. Non introdurre la menzogna nella tua dialettica. Non dico di rileggere, ma almeno lo leggi quello che scrivi?

      Elimina
    12. Le mie menzogne come le mie offese SONO sempre rivolte alla PRIMA PERSONA. Mi aiuto con voi per LEGGERE, mentre scrivo, quello che E' rivolto di conseguenza a ME. Se poi non volete farne parte ... PERDONATE questo BUFFONE che è l'UNICO a piangere per la MORTE del RE.

      SONO INUTILE e chiedo solo di scomparire, perchè senza il SUO NUTRIMENTO è meglio lasciarsi morire.

      Non è un suicidio! GRIDERO' il MIO SIGNORE.

      Non chiedo giustizia, VI PERDONO TUTTI perchè per voi non avete peccato.
      IO, in VECE, conosco il MIO PECCATO ed E' giusta la MIA PENA, anzi mi ha GRAZIATO ABBA'stanza.

      Aspetterò un SUO segno.

      Elimina
    13. Pecchiamo tutti. In mezzo a noi non ci sono più i santi.
      Seguita a scrivere qui, anche bisticciando.

      Elimina
    14. Sei un vero amico ed ero certo del tuo intervento, ma il problema è quando LUI mi ABBA'nDONA. E' come se non riuscissi nemmeno più a sentire, a capire ... e come sentirsi vuoti. Non so cosa vuole farmi capire. Mi tormenta la sua prima rivelazione: O con VOI o con LUI. Ed io gli chiesi tempo.

      Elimina
  14. Caro Gus,sono stato per trentacinque anni un creativo pubblicitario e da sempre la donna quasi nuda,( adesso anche l'uomo ), fa audience.
    Io alle nudità sono sempre stato favorevole,sia nel lavoro come nel privato,perche nulla è più bello di una donna bella nuda,e non solo per me, lo dimostrano i grandi artisti che la nudita l'hanno sempre celebrata, da Prassitele ai giorni nostri.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fulvio, parliamo della dignità della donna manipolata dal Potere per aumentare i consumi di un prodotto.
      Molte donne, nudi, erano aristocratiche che pagavano il pittore per farsi immortalare in un dipinto. Ora avviene il contrario.
      Ciao.

      Elimina
    2. Caro Fulvio, decontestualizzando, tutto è neutro. Ma è ingenuo pensare che il neutro esista (ancora). esisterà per te, per me ma.. non è la norma. Non è l'oggetto artistico ad essre messo in discussione ma l'occhio manipolato, asservito, condotto, vittima di una comunicazione tesa ad asservire.

      Elimina
  15. La donna vive e si adegua ad una modalità vigente. La «maggioranza deviante» non è nel giusto ma è maggioranza, e questo, in questo contesto senza troppi perchè, fa sì che equivalga a possibile, quindi a corretto. Se pò fà...Il nudo, il voyerismo prodotto dalla società immagine, ha prodotto visioni mercificate. Guardiamo, annusiamo, compriamo, scegliamo in base all'«occhio merce» di cui siamo diventati, nostro malgrado, vittime consenzienti. Strade facili, (per una donna giovane belloccia entrare nel video atraverso format e scatoloni mediatici è decisamente semplice) unite a maggioranze, unite a incapacità di alternative dato il deserto culturale e politico, costituiscono la via di transito del “bestiame umano”. Quando ci fermeremo a riflettere? Quando interromperemo il circuito impazzito. E quando avverrà? Quando questa merce non produrrà piu profitto. Finchè “comunque” vende non c'è speranza. ciao Gus, Bru

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho cercato di scrivere quello che accade quando una società rende merce spendibile un essere umano, ma l'impresa è titanica. C'è chi parla di costumi balneari e chi di carne vaccina.
      Saluti anche a Ciccina.

      Elimina
  16. Urka!! nn c'è piu moderazione... Evvvaii!!!! bravo (coraggioso) gus.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non ho niente da nascondere e non ho bisogno della moderazione. Il fatto è che qualcuno risponde offendendo altri che scrivono. Modero, a volte, per il loro rispetto.
      Ciao Brunella.

      Elimina
  17. Gus ciao, credo che se una donna ha "bisogno" di mettersi in mostra, mostrando le proprie nudità è solo per un discorso di soldi..............E' un discorso forse di accettarsi ma credo proprio di soldi..............buona giornata!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non do addosso alle donne. Non dimentico che sono anche vittime di un sistema perverso.

      Elimina
  18. aaaaaaaaaaaa le donne... che meraviglioso argomento... :)
    sapete cosa vi dico? che il problema della strumentalizzazione del corpo femminile per me è strettamente legata a tuuuutti gli altri problemi della società... e sapete da cosa? da un problema di fondo che è la DISTORSIONE DEI VALORI.
    dalle pieghe sbagliate che stanno prendendo i concetti di GIUSTO e SBAGLIATO...
    dal fatto TREMENDO che la società e la comunità sta perdendo la capacità di INDIGNAZIONE.
    anche il corpo dell'uomo è sfruttato ... anche se in modo diverso e in quantità profondamente minore...
    tutti credono di poter fare quello che vogliono (parlando in generale) ... che le loro azioni non avranno conseguenze...
    e poi???
    e poi sento la gente lamentarsi se delle ragazzine di 14 anni vanno in giro con tutto di fuori, se il messaggio che arriva alla mia generazione è che non è poi tanto strano fare l'amore a 16 anni....!!!
    a me resta molto difficile uscire fuori dall'ottica che la società mi impone, e quando riesco a farlo mi chiedo "io ho 18 anni. ci sono adulti molto più saggi e ragionevoli di me che dovrebbero impedire tutto questo...
    DOVE SONO?????"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una bella disamina, ma tu pensa a fare il tuo dovere e non sperare nei consigli degli adulti saggi. Anzi, stanne alla larga.
      Non sono i giovani che diventano pedofili, non sono i giovani che fanno i viaggi del piacere in cerca di bambine schiave.
      Sono gli adulti che dovrebbero accettare consigli da te.
      Ciao.

      Elimina
    2. credo tanto nelle nuove generazioni e nel futuro... se l'altro ieri l'idea della società in cui vivo mi demoralizzava, ora ho ritrovato una speranza... sono arrivati dei segnali... esempi importanti che hanno riportato in me la speranza che davvero la brava gente può sconfiggere i delinquenti e i "cattivi" di questa storia... :)
      ieri Silvio Berlusconi è stato condannato... e andrà in carcere...(e spero per lui che la semplicità e le difficoltà che i carcerati vivono possano essergli di insegnamento sul valore della vita e delle azioni di ognuno)
      ... e nella mia scuola alle elezioni dei rappresentanti di istituto , contro i soliti fighetti menefreghisti habbiamo vinto noi, la mia lista... quella di quelli che nessuno conosce... quella di coloro i quali hanno fatto un programma elettorale con punti realistici e iniziative culturali invece che promettere l'elezione di miss e mister Innocenzo XII... :) e sono felice, perché nessuno credeva in noi, e invece ce l'abbiamo fatta ^^
      e a proposito di donne io e una mia amica siamo state le uniche candidate DONNE... -.-'

      Elimina
    3. E' giusto che i fighetti siano sconfitti.
      Non occuparti di berlusconi uomo. Preoccupati dei nuovi berlusconi politici.

      Elimina
    4. hai ragione :) ma tengo al sicuro la fiducia in una società cosciente che reagisca ai cattivi modelli :)

      Elimina
    5. Berlusoni è stato mandato via grazie all'Unione Europea che ha riconosciuto l'incapacità dell'imbroglione.
      Ciao Esmeril.

      Elimina
  19. 81 commenti..è dura leggerli tutti, specie quelli criptici.
    Questo è quello che mi è venuto in mente, leggendo il post.
    «Ciò che esce dall'uomo, questo sì contamina l'uomo. Dal di dentro infatti, cioè dal cuore degli uomini, escono le intenzioni cattive: fornicazioni, furti, omicidi, adultèri, cupidigie, malvagità, inganno, impudicizia, invidia, calunnia, superbia, stoltezza. Tutte queste cose cattive vengono fuori dal di dentro e contaminano l'uomo».(Mc 7, 20-23)
    Questo non significa che certi comportamenti non siano censurabili.Ciao Gus. Buona notte

    RispondiElimina
  20. Tu hai nipoti. Sono belli e puliti come tutti i bambini. Quando i genitori, la scuola, la società in genere, cominciano a mandare messaggi negativi scacciano il bello e dentro all'uomo mettono brutto.
    Nulla avviene per caso.

    RispondiElimina