giovedì 11 ottobre 2012

La fede nelle cose che non si vedono

L'abitus mentis della filosofia è il non credere a ciò che si vede: l'esempio che si riporta è il bastone immerso nell'acqua che ai nostri occhi appare piegato. Occorre farlo riemergere per accorgersi che è diritto.
Viceversa la fede deve credere a ciò che non si vede. Senza questa fiducia a priori, non sarebbe fede.

Sono due ambiti legittimi, autonomi nei loro confini. Come due parallele che non s'incontrano e potrebbero confrontarsi, anche condividere alcuni punti non oltrepassando le rispettive competenze.

Ultimamente in numerosi saggi spesso proposti dalle gerarchie ecclesiali è palese la pretesa di compatibilità, ma sottintendendo la supremazia della Verità rivelata, anche con implicazioni scientifiche, come il creazionismo, Il Disegno Intelligente, ecc.

Nelle università prende piede il pensiero postmetafisico, salvo qualche residuo del vecchio accademismo antirelativista.
Il senso comune scambia ancora la filosofia per ancella della teologia o comunque in un ambito di neospiritualità. Con conseguenze anche sul dibattito etico, sulle nuove etiche e bioetica.








30 commenti:

  1. "Si chiama fede, conoscenza per fede, il riconoscimento della realtà attraverso la testimonianza che porta uno, che si chiama appunto testimone o teste [...] è una conoscenza della realtà che avviene attraverso la mediazione di una persona fidata, adeguatamente affidabile. Io non vedo la cosa; vedo soltanto l'amico che mi dice quella cosa, e quell'amico è una persona affidabile, perciò quello che lui ha visto è come se l'avessi visto io. [...] Quindi la fede, prima di tutto, non è soltanto applicabile a soggetti religiosi, ma è una forma naturale di conoscenza, una forma naturale di conoscenza indiretta: di conoscenza però! [...] La ragione è una cosa viva che, perciò, per ogni oggetto ha un suo metodo, ha un suo modo, sviluppa una caratteristica dinamica, ha anche una dinamica per conoscere cose che non vede direttamente e che non può vedere direttamente, le può conoscere attraverso la testimonianza di altri: conoscenza indiretta per mediazione."
    Luigi Giussani.

    RispondiElimina
  2. La conclusione non arriva tramite le parole ma con trasmissione diretta dovuta a osservazione sensazione ed esperienza..- Con concezioni non si prende la vita..la vita va vissuta e spiegata con esperienze..

    Il problema è...che i filosofi vogliono pensare solo alla Filosofia, i Teologia solo alla Teologia, i Psicologi solo alla Psicologia, i poeti solo alla poesia... sono scienziati che scoprono cose o pensieri....che esistono, spostano la tendatenda per fare Luce...'Eppure sappiamo tutti che siamo "UNO" con tutto... Solo insieme in piena comunione e' Verita di vita Vera, dico Vita del quotidiano ... con i pensieri le intuizioni e la vita diviene umano...ma di umanitaà nel mondo manca perchè ci sono divisioni e non comunione..condivisione.. Gesù il Cristo... era vero psicologo, filosofo teologo...pienamente umano...un sorriso e gioia nel cuore tanto amore sgorga in esso

    RispondiElimina
  3. Sempre più nelle chat (o forum o blog, ormai identici) s'incontrano interlocutori sconclusionati e desensibilizzati all'esame della realtà. Mentre chi parla fuori dalla chiacchiera è fuori posto, chi indaga con sottigliezza è impopolare. L'uomo che non affronta argomenti nel profondo vince sempre: pensare stanca.
    Nell'epoca “liquida”, tecnologica , astrologica, spiritualistica, credulona nei maghi, ci si affilia e assimila al ribasso, cercando condivise sicurezze, narcosi evasive e surrogati di vita. La monocultura della realtà riprodotta, siano foto, cartoline o testi, detesta la scrittura sciolta, sequenziale e sensata. Il mondo della relazione si sgretola nell'afasia, negli spezzoni di frasi, di parole reticenti e smozzicate portate avanti all'infinito, come pretesto artificioso per far proseguire una comunità che altrimenti avrebbe fine.

    RispondiElimina
  4. EPPURE E' così semplice essere conoscitore di qualcosa che si è vissuto sulla propria pelle, fino a superare chi le ha studiate, in tutte le sFACCEttatute.

    Come una Madre che guardando il FIGLIO si accorge che qualcosa non va ... o VA.

    La VERITA' è che ci si accorge da poco se una persona è innamorata o ancora INNAMORATA, anche quando dice che lo pemsa proprio o lo ODIA.

    Giacomo, fratello di Gesù, ce lo ricorda nella sua LETTERA.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' semplice per chi supera il concetto che esiste solo quello che la scienza ha accertato.

      Elimina
  5. In parte hai ragione. Che Gesù era il vero psicologo non v’è dubbio, se tu speri di trovare una persona come Gesù , togliti subito la speranza, lui è figlio di Dio, fatto uomo lui è unico con il Padre e lo Spirito Santo.

    In riferimenti al web, l’web non è vita reale, molti si nascondono dietro un nick, e addirittura con un altro nome di battesimo, chi fa questo non è mai sincero al 100%.
    Questo ovviamente è il mio pensiero.
    Ho fatto per breve periodo moderatrice in una chat cattolica(Gesù al centro della vita), c’era anche Anto, ma abbiamo sempre messo il nostro nome e fotografia.
    Abbiamo fatto diverse conoscenze (e siamo in contatto ancora ),con un grande bisogno di Dio,
    all’inizio dubitando, ma poi con fiducia, si sono messe a braccia aperte per accogliere parole del Vangelo, colme di speranza.
    Devo dire che è stata una bellissima esperienza, precisamente nel 2008.

    Ai forum non ho mai partecipato, perché non mi entusiasmano, come tipo di approccio.
    Sul blog è la prima volta che io ho a che fare con una persona come si può definire… non so,
    diciamo particolare?
    Ma sottolineo la verità di immagine e di nome, è importante, poi si, che si può confrontarsi,condividere, riflettere insieme, nella verità.
    Ciao August!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici cose sacro o SANTE?

      Dovresti approfondire di più chi INIZIALMENTE si nasconde.

      Tu non sai quanto IO SOFFRO nel farvi cadere riportando come VALUTA di confronto il Vangelo.

      In VERITA' tu devi imparare ad ASCOLTARE chi pur nascondedosi si sforza di dire la VERITA'.

      Non pensare che chi dice la VERITA' ha vita facile.

      MOLTI METTONO LA FACCIA quando si sentono SICURI. Ma poi?

      Ad esempio se un giorno tu scoprissi che il TESORO dei Templari è uno scheletro di UOMO?

      Crederesti ancora?

      Perchè il sepolcro era APERTO? ... mentre nel cenacolo era TUTTO CHIUSO?

      La VERITA' è che tu non hai ancora incontrato il RISORTO in CARNE ed OSSA ancora adESSO.

      Io non sono scaltro o intelligente o sapiente o conoscitore delle scritture che non ho letto MAI COME si deve, ma ho sempre ASCOLTATO TUTTI, senza chiedermi chi fossero e che carica ricoprissero. Io riporto quello che LUI vi risponde e ne resto IO STESSO meravigliato. Vorrei che finisse tutto perchè so da poco che non serve riconoscerlo in ognuno di VOI, o SENTIRLO alla MIA DESTRA, ma continuare nel cammino con il dubbio che sia stato tutto un sogno. Non è facile SENTIRSI SOLI con LUI.

      E' semplicemente STRAORDINARIO nell'ordinario!

      Mc 12,35-37
      Mc 8, 29-30

      Buon INIZIO ANNO nell'UNICA FEDE!

      Testimoniatelo SEMPRE anche quando sarà veramente difficile e VOI stessi dubiterete.

      Non fermatevi alle apparenze!

      CONCEPITELO!
      PARTORITELO?

      Come io stesso LO SENTO in GREMBO.

      VI PREGO!

      Elimina
    2. Angelo, per forza tu rispondi così, chi è più anonimo di te?
      Se la pensassi diversamente non saresti più anonimo!

      Poi impara a non giudicare...tu non puoi sapere se io ho incontrato il Signore oppure no.
      Hai capito ?

      Elimina
    3. Un tempo usavo nome e cognome. Una sera un energumeno venne a casa mia e mi voleva picchiare.
      Il nick è una necessità.

      Elimina
    4. @dagioia:
      IO GIUDICO SOLO LE PAROLE e siccome vado contro e a favore del VANGELO, a zig zag, per SEGUIRE il SIGNORE (chi conosce le scritture sa cosa voglio dire, mentre tu FORSE non hai letto quelle che ho indicato) ... per me sei INNOCENTE.
      Ma per me è innocente anche chi FA i FATTI senza comprendere.

      GUS ha capito il RISCHIO che si corre, ma non il venir picchiati da chi non vuol farmi parlare a TUTTI, offendendo o no, ma CHI vorrebbe tenermi solo per se.

      TU NON CONOSCI il male come può fruttificare in un ESSERE debole.

      Se vuoi POSSO sforzarmi di non leggerti.
      Questo pensi di riuscire a fare.
      E tu di ignorarmi?

      Basta che non mi rispondete ed io mi spengo.

      E prendo spunto da qui per rispondere a GUS sul desiderio di essere FIACCOLA vivente che io chiamo attesa VIVENTE e non VOGLIA.

      Elimina
  6. La fede è per forza credere in ciò che non vedi. Altrimenti non sarebbe più fede.
    Limitarsi a ciò che vediamo sarebbe una vita da supermercato: guarda il prezzo, l'etichetta e via.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' VERISSIMO!
      Dubitare delle apparizioni, delle voci e del Signore stesso quando non lo si comprende ... ma rimanere FERMI nel BENE quando ritorna a rispendere FUORI e DENTRO di te.

      O SIGNORE illumina TUTTI in questa SERA e facci diventare una processione di FIACCOLE VIVENTI.

      Elimina
    2. Sì, Riccardo, c'è qualcosa che non si vede ma il cuore attento sa che esiste.

      Elimina
    3. E' bello il desiderio di essere fiaccole viventi che illuminano le menti degli increduli.

      Elimina
    4. Una ficcola non desidera di essere fiaccola ... lo è e ... BASTA!
      Vale anche per CHI VIVE per lo Spirito (anche olio).

      Ho chiesto di non vedere chi illumino perchè il MIO FUOCO non è mio, ma di chi lo ha ACCESO.

      Io sono come una FIAMMA che aumenta la SUA combustione quando uno entra nella mia "STANZA" ... aprendo la "PORTA" e facendo entrare più OSSI-geno.
      Ma mi fa anche più consumare e pertanto non importa il TEMPO ma il SENSO.

      Se nessuno apre la "PORTA" ... io vivrò più allungo, ma solo per questa TERRA.

      Io non desidero nulla in questo mondo perchè conosco il SENSO. Io ATTENDO SOL TANTO!

      Elimina
  7. Io credo solamente in ciò che la ragione mi fa comprendere,ma non mi sento di vivere una vita da supermercato.
    Ciao,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La ragione ti fa credere solo in quello che tocchi. Non si interessa del trascendente.
      Ciao Fulvio.

      Elimina
    2. Eppure l'AMORE non si tocca ... ma ti tocca!

      Noi ci sforziamo di far comprendere l'invisibile ... credono solo se vedono spostare oggetti per MAGNETISMO.

      Elimina
  8. la Fede è un gran dono....
    ciao Gus

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, La fede è il dono più bello. Spetta a noi farla vivere e svilupparla, perché quello che accade non avviene per caso.
      Ciao.

      Elimina
  9. Con la fede che ho oggi, ancora acerba forse, credo senza vedere. Sai che difficile dirlo e spiegarlo alle persone. E' un dono meraviglioso di Dio, possiamo chiederglielo se lo desideriamo veramente. Non so se sono rimasta nel tema, ma il tuo post era un po' complicato per me. Bona serata ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, tutto parte dalla domanda.
      Ciao Saray.

      Elimina
  10. Pace e Bene Gus ,
    se abbiamo la Grazia di Guardare di presenza i Crocifissi di Fra Umile da Petralia Frate Francescano Minore , con la sua Fede e in ginocchio mentre scolpiva con le lagrime ha reso Reale quel nostro vedere di un'OPERA SANTA , così Divina che solo attraverso la Fede del Figlio di Dio ha potuto OPERARE per quello che ci ha lasciato come dono d'Amore .
    Il VANGELO è Cristo , attraverso i Crocifissi di Fra Umile da Petralia si può vivere il Vangelo .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gesù si vive anche osservando con amore una laboriosa formichina.

      Elimina
    2. Prega per me, Francesco.
      L'adultera si è salvata perché nessuno poteva accusarla. Una preghiera ha più forza di un'accusa. Una tua preghiera potrebbe decidere la mia salvezza.
      Quando mi cercherà: "Chi ha pregato per te", io potrò rispondere: "Francesco ha pregato per me".

      Elimina
    3. Mi avete ricordato che devo fare un post su:
      Prega per noi nell'ora della nostra morte (seconda)

      Elimina
  11. Gus è bellissimo ciò che hai scritto a Francesco!
    Buonanotte August

    RispondiElimina
  12. Oggi questo tuo post mi confonde. Anche perchè ho fretta e devo preparare il pranzo. Volevo solo dirti che ieri sera mentre rileggevo (questa volta con molta attenzione) il Diario di Hetty ho compreso il tuo commento di alcuni giorni fa sul mio blog. Erano parole della stessa Hetty! Ho pensato a te e ho sorriso!Buona giornata! (so che girerai a qualcun'altro il premio che ti ho assegnato: eri per me la persona giusta! Ciao Gus!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il premio è un pensiero che conservo dentro di me.
      Non li giro.
      Ciao.

      Elimina