sabato 27 ottobre 2012

In difesa della nostra spiritualità




Gli antichi romani furono distrutti dai barbari.
L'occidente europeo, anche.
Il costo del piano Marshall è anche, se non soprattutto, questo.
Ma, a differenza degli schiavi, noi dovremmo avere la capacità di sovvertirlo il suddetto potere.
Il Potere non è solo un fatto economico, ma aggredisce il
nostro Io, la nostra tradizione, la nostra spiritualità.
Purtroppo la gente si vede Beatiful, sogna un uomo con la faccia di un cavallo , Ridge, ma soprattutto vive nell'occhio del Grande Flagello.
Dunque mi chiedo ,
se il potere logora chi non l'ha, perché noi ci ostiniamo a metterglielo in mano?
Insomma, siamo noi che ci comportiamo da schiavi. Troppo disattenti per renderci conto che esistono pastoie invisibili tipo la pubblicità.
E ora come ora - benché utopico - non sarebbe difficile combatterli , sarebbe una guerra bianca , pulita, senza armi.
Se la smettessimo di scimmiottare gli Americani la loro economia crollerebbe in un secondo.



 




11 commenti:

  1. Post scriptum:
    E qui si ritorna agevolmente all'Io.
    Un fisiologo, che formalizzò una delle prime teorie della Mente, Harry Mc Lean, diceva:
    "Gli esseri umani, sono gli unici animali che hanno sviluppato un organo ex novo ( la corteccia a 6 strati) di cui non sanno assolutamente che farsene".

    RispondiElimina
  2. Il Potere conosce le negatività dell'uomo e somministra il suo veleno in piccole dosi. Succede che in te è avvenuto un cambiamento e nemmeno lo sai. Seguiti a vivere un sogno credendo di realizzare i tuoi ideali.

    RispondiElimina
  3. Tutti siamo schiavi( dal latino captivus) di qualcosa. L'importante è saperlo e 'lavorarci'.
    E tutti siamo cattivi ,cioè 'schiavi' del peccato ,quindi il lavoro è lungo e solo pochi sono disposti a liberarsi per liberare.

    RispondiElimina
  4. Siamo schiavi credendo di essere liberi, questo è vero. Però attorno a me vedo un po' di cambiamento, sarà perchè la gente si è stufata, ma ora, in tanti scelgono di non guardare certi programmi. Vedi il GF che quest'anno non si farà..almeno così dicono. Forse siamo solo all'inizio, ma è un buon segno. Si sta risvegliando nella gente un po' di sano spirito critico.
    periamo però che non crolli di botto ancora l'economia americana..il crollo è inziato nel 2007 proprio negli Stati Uniti con la crisi dei subprime ed è arrivato da noi.
    Buona serara e buona domenica a te :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli americani sono maestri nell'esportare le loro crisi, la gomma da masticare e i film che vengono comprati da Berlusconi a metà prezzo.
      Ciao Saray.

      Elimina
    2. Meno male che non possono esportare le tempeste..hai visto che disastro? :(

      Elimina
    3. No. Dirottano i tifoni.
      Ma non riusciranno a distruggere il pianeta Terra, anche se con le emissioni di anidride carbonica cercano di farlo.

      Elimina
  5. Il nostro contributo al vivere di oggi sta innanzitutto nel giudizio che diamo a quello che ci accade, perchè questo giudizio è messo continuamente alla prova, a nudo, nella sua verità dalle circostanze che Dio ci dà da vivere.E nella testimonianza al Verbo: alla missione a cui Lui ci chiama. Buonanotte! Ciao Gus.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che ci accade e quello che accade agli altri.
      Noi sia corresponsabili della fame nel mondo di 3/4 dell'umanità.
      Ciao Lucia.

      Elimina
  6. Piano o non piano Marshall BUON COMPLEANNO

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie. Apprezzo la tua sensibilità.

      Elimina