martedì 18 settembre 2012

Perché si presenta il sospiro d'infinito


 
 
 
 
 
 
Sotto l'azzurro fitto
del cielo qualche uccello di mare se ne va; né sosta mai: perché tutte le immagini portano scritto: «più in là»
E. Montale - Maestrale
 



37 commenti:

  1. Sotto l'azzurro fitto
    del cielo qualche uccello di mare se ne va; né sosta mai: perché tutte le immagini portano scritto: «più in là»
    E. Montale - Maestrale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come se fosse una stanza acCANTO,
      dalla quale il fruscio comincia
      ad intonarsi in un canto.
      A.A.

      Elimina
    2. Rendi bene l'idea.

      Elimina
    3. Per il MIO AngelO AnonimO è facile ... avendola REALIZZATA.
      La mia non è paura ma curiosità e CHIAMO VOI a GIUDICARE LUI tramite me.
      Ci possiamo fidare delle SOLE PAROLE, come NOTE?
      Però IO ho tutti i tasselli e come LUI mi consiglia FORMANO il progetto che per ME è realizzabilissimo.

      Se solo leggessimo TUTTI i Vangeli e ci sforzassimo, come in un PUZZLE, di collegare tutte le PAROLE, incastrandole con le altre SIMILI per poi rileggere ... COMPRENDEREMO cosa ci voleva dire: "Percuoterò il pastore e le pecore saranno disperse. Ma, dopo la mia risurrezione, vi precederò in Galilea".

      PRECE-DaRO' o PRE-CEDERO'?

      Elimina
    4. Sì, manca la conoscenza dei Vangeli e i nessi con il Vecchio testamento.

      Elimina
    5. E si! Ieri lo studioso del VECCHIO ha voluto correggermi SOLO perchè E' GELOSO di UNA SALVEZZA per tutti.
      E mica avviene nel contempo!

      Nel TEMPO!

      Oggi le scritture ODIERNE hano accarezzato la sua incomprensione al MESSAGGIO DEI messaggi.

      Forse dovremmo venir perdonati TUTTI come CAINO che EBBE suo fratello GEMELLO (più grande) che lo scalciò in questo mondo per SALVARE i genitori.
      Il Fratello PIU' GRANDE ha sempre un COMPITO verso quello più piccolo e le prende se il più piccolo si fa male per la SUA distrazione.

      Elimina
    6. Caino e Abele, come Esaù e Giacobbe SONO "DI di MI".

      Elimina
  2. Potremmo chiederci: chi ha più interesse a operare un annullamento del rapporto col mistero, a stabilire che dio anche se c'è è inutile? E' il Potere che attraverso il richiamo ai valori che stabilisce pretende dalla gente ubbidienza secondo il proprio disegno.
    La nostra società è determinata e dominata dal moralismo. Chi aderisce ai valori conclamati dalla mentalità comune propagandata dal Potere è considerato un democratico.
    Attraverso la proclamazione di questi valori che la televisione, i giornali, la scuola impongono come criteri unici del vivere in base ai quali tutto è giudicato, il Potere, più o meno lentamente, ma sempre violentemente, omologa e pianifica tutto. Pianifica non solo il comportamento esteriore, ma penetra e omologa le coscienze.
    Al nostro fianco vivono generazioni mute. Esse attraversano in silenzio la vita, portando con sé nella tomba un grido inespresso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Blaise Pascal parlava del bisogno che l'uomo ha di Gesù quando disse: "Nel cuore di ogni uomo c'è un vuoto che ha la forma di Dio e che solo Dio può riempire per mezzo del suo Figlio Gesù Cristo"
      Ciao August
      "notte

      Elimina
    2. Sì, c'è un vuoto che solo il trascendente può riempire.
      Ciao Gioia.

      Elimina
    3. Ci sono ordini del cuore che dobbiamo trasmettere. Non sò se infiniti o già finiti!
      ..della sensibilità al valore che corrisponde, per ciascuno di noi, il meglio che si può dare al mondo e fare di sè, nel rispetto "sano" che è dovuto a tutti!
      Le nuove generazioni "urlano" stanno perdendo la loro identità e le speranza del futuro!! C'è ribellione, e paure nei loro occhi! Dove non esiste serenità è protezione è difficile comprendere e apprendere!
      E Dio non basta!
      Notte!

      Elimina
    4. "Nel nostro CORPO, come se fosse una nave o addirittura una barca, c'è una scialuppa o pure un salvagente che ci riporta a CASA.
      E' il viaggio di ULISSE che cerca CASA come per sfuggire alla vecchi, ma poi si convince che deve SOLO RIPULIRLA di chi la pensa come quando era giovane.
      Non serve SOLO lasciarsi RIEMPIRE da LUI, ma partecipare a quel RICOLMARE quello ch esembra va VUOTO necessario per accontentarsi del resto riempito.
      NO! Il bicchiere, l'otre, la bisaccia, l'ANIMA è stata CREATA per ESSERE RIEMPITA di LUI e la MERAVIGLIA delle meraviglia è che E' ELASTICA.
      Tra nello o compi mento?
      in Vece e PRO MESSA di infinita BEATITUDINE.

      Elimina
  3. Ho passato un po' di tempo a leggere i tuoi post: fanno riflettere e io considero ciò un'ottima attività.
    Veramente interessante, ti seguirò ancora.
    Ciao, buona serata

    RispondiElimina
  4. Si, credo che questo sospiro d'infinito ci perseguiti sino alla fine dei nostri giorni. Solo dopo saremo in pace.
    Buona serata a te *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci chiama. Non è vero che ci perseguita.
      Ciao Saray.

      Elimina
    2. Cosa vuol dire perseguire un disegno?
      C'è pace già quando il progetto e nella mente e lo si assapora sempre di più quando lo si mette su carta per poi REALIzzarlo in tutte le SUE DIMENSIONI visibili e INVISIBILI.
      Sarà cosa buona o MOLTO buona?
      Sta a noi rettificarlo strada facendo.

      Elimina
  5. Se pensi che ...l'infinito sia interessato a te ti sbagli!
    Bello il ...tigrotto, mi pare di averlo visto anche dal mio amico Antony :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il fumo fa irrigidire le parti molli e le rende meno elastiche fino a farle CREPARE.

      Elimina
  6. "Dio che di chiara luce
    tessi la trama al giorno
    accogli il nostro canto
    nella quiete del vespro"
    Dio che dai chiarezza alle cose... Notte Gus!

    RispondiElimina
  7. Buona giornata, Lucia.

    RispondiElimina
  8. E' la consapevolezza di essere tristemente imperfetti, incompiuti e fondamentalmente egoisti che ci fa soffrire: alla fine, anche quando pensiamo di esserci donati a un altro, in realtà gli abbiamo dato solo un infinitesimale parte del nostro Io.
    Buona giornata, Beatrice.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanto più un uomo entra dentro l'avvenimento di Cristo
      e percepisce l'immensità della libertà,
      l'incommensurabilità tra la vita dell'uomo libero
      e quella dell'uomo schiavo, e quanto più prende coscienza
      del cambiamento possibile, tanto più capisce la
      sproporzione fra quello che riesce a fare e l'orizzonte
      che si dilata sempre di più ai suoi occhi.
      Il gesto più degno che possa fare allora, con tutta
      la sua umanità, anche inchiodato al letto, anche dopo aver
      tradito o nell'istante in cui dice: "Ho tradito", è il grido
      della mendicanza, la mendicanza di Cristo.
      La mendicanza è il contrario della pretesa e quindi del lamento.
      Il lamento emerge quando la vita è vissuta in modo egocentrico.
      La domanda è sempre domanda di tutto: " Venga il tuo
      regno, sia fatta la Tua volontà".
      Si può chiedere il pane quotidiano: "Dacci oggi quelle cose
      per cui possiamo sussistere" , ma attraverso il pane domandiamo
      " Il Suo regno", "la Sua volontà", cioè tutto.
      La dimensione della vera domanda è la totalità.


      Ciao Beatrice.

      Elimina
    2. BRAVISSIMA!
      E' VERO!
      Donandoci anche totalmente ... quanto daremo di NOI?

      Ma sei la "portinara" per la quale si innamorò chi volle destrivere le tre dimensioni NEL mondo?

      Inferi vuol dire INFERI-ORE;
      Purgatio ... PASSAGGIO (veloce) ... per
      il paradiso ... luogo diviso dal resto della CASA.

      Anche se scherzo e sembro blasfemo ... dico la VERITA'!

      Elimina
    3. Ma GUS? ... mi SORPRENDI! (sperso non alle spalle)!
      Ed io, in VECE di compiacermi con te, ... faccio l'AVVOCATO del SANTO (questa volta non del diavolo).
      E' riferito anche a Gesù?
      Mi devi rispondere SI o NO, ... poi puoi anche spigare il resto, ma voglio una risposta SECCA, come la GOLA di chi chiede ancora un po' di ACQUA VITALE, della VERA VITA!

      Elimina
    4. Spiegati meglio. Non ho capito cosa domandi.

      Elimina
    5. La tua prima "risposta" al "commento" di Beatrice (QUI), sul ... "Quanto più un uomo entra dentro l'avvenimento di Cristo e percepisce l'immensità della libertà, ..."

      E' riferito anche a GESU'?

      Un SI o un NO ... poi puoi balbettare quello che VUOI. Chissà che è la volta buona che SENTIRAI con me il colloquio tra quei DUE UOMINI VERI sulla CROCE. Il PADRE e il FIGLIO ... entrambi BUONI "ladroni".

      Elimina
    6. Se non TELA senti, o non hai ancora COMPRESO, puoi trasferire la tua RISPOSTA (la prima) nel mio POSTo corrispondente: "IO percuoterò il pastore ... il commento ...".

      La trasformerò IO in un SI o in un NO come SIA per TUA VOLONTA' al momento propizio.

      QUESTA E' la NOSTRA FEDE ... affidare il CORPO alla MADRE e lo SPIRITO al PADRE.

      Poi ti farò VEDERE quello che sorprenderebbe solo chi non ha COMPRESO la VERA VITA.

      Elimina
    7. L'avvenimento cristiano è che Dio si fa Uomo. Mi sembra chiaro il riferimeno e mi stupisce che tu me lo abbia chiesto.

      “Chi vede me vede il Padre" (Gv. 14, 19);
      e anche lo Spirito Santo: questo è il mistero della Trinità.

      Elimina
    8. La MIA RISPOSTA E' SCONTATA.
      Volevo sentire la TUA, ma ti ho anche indicato un'altra strada (quella di trasferirmi il commento, anche se non è tuo).

      dagioia sostiene che io SFUGGO, ma solo da chi tremerebbe davanti alla CROCE.

      Ma hai paura di dire un SI ... alla TUA ETA'?

      Tu vedi nel FIGLIO il PADRE e lo SPIRITO SANTO?

      Quale volto ha lo SPIRITO SANTO?
      Un volto di UOMO o di DONNA?

      E se non LA vedi ... la SUA VOCE com'è?
      Come quella di un Padre o di UNA MADRE?

      Elimina
    9. Tu non conosci la persona con cui parli.
      Gesù alitò lo Spirito Santo. Quindi è Amore donato per illuminare l'uomo. La Trinità è la manifestazione di Dio in tre aspetti diversi, ma indivisibili.

      Elimina
    10. QUI c'era una PERLA sullo SVELARE la PERSONA dello SPIRITO SANTO: prima della SUA MORTE e DOPO la SUA risurrezione (SENZA ALITO, ma con ROMBO di VENTO).

      Anche queste sono parole volutamente pasticciate?
      VUOI SENTIRE la MIA VOCE o la SUA?

      Elimina
  9. Quello che devi dire a Gioia, dillo nel blog di Gioia.
    Hai fatto dei progressi, ma non ancora impari a relazionarti con gli altri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' curioso però.
      Io ho pensato che VOI avete incominciato a relazionare di più con me.
      Te lo dissi già altre VOLTE:
      Io sono libero dire e chiedere quello che voglio e tu altrettanto.
      In CASA mia comando IO e in CASA TUA comandi TU.

      Hai capito? ... Dio uomo o segugio chi tu sia?

      Riccardo è stato più vero e corretto nel rispondere in casa di digioia.

      HAI LITIGATO con lei?
      Mica ti ho chiesto di fare da messaggero.
      Io ho solo riportato quello che non si comprende ma non solo per COLPA MIA.

      Elimina
    2. Vabbè, sei in confusione.

      Elimina
    3. Cin CHI?
      Io, TU e LUI ... FUSI in un CORPO SOLO?

      Elimina

la paranoia è un disturbo della personalità