sabato 1 settembre 2012

Dio come avvenimento della nostra esistenza

L'Avvenimento è una irruzione del nuovo
 che mette in moto il processo per cui l'io
 incomincia a prendere coscienza di sé,
 ad avere tenerezza verso se stesso,
a prendere nota del destino a cui sta
andando, del cammino che sta facendo,
dei diritti che ha, dei doveri che deve
 rispettare, della sua fisionomia intera.
Dio si è disturbato, Dio si è sacrificato per noi.
 Dio è diventato avvenimento nella nostra
esistenza quotidiana: questo è il cristianesimo.
Di fronte alla scristianizzazione del mondo
l'unica risposta possibile da parte nostra
 è il desiderio che il cristianesimo
riaccada come avvenimento.


 





11 commenti:

  1. Pochi sono gli avvenimenti in una vita. Le guerre, le feste e tutto ciò che fa chiasso, ma non sono avvenimenti.
    L'avvenimento è la vita che irrompe in una vita. Irrompe senza avvertire, in modo sommesso.
    L'avvenimento è la culla della vita.
    Non si assiste mai alla sua venuta.
    Non si è mai contemporanei dell'invisibile. Solo dopo, molto dopo, si indovina che qualcosa è accaduto.

    RispondiElimina
  2. Quello che c'è di più imprevisto è sempre l'avvenimento.
    Un avvenimento cioè qualcosa che improvvisamente si introduce: non prevedibile, non previsto, non conseguenza di fattori antecedenti.
    Un avvenimento è qualcosa di puramente e ultimamente casuale per la nostra ragione, per le nostre capacità.
    Anzi, per la nostra capacità di presa, un avvenimento è tale proprio in quanto è inafferabile, ha qualcosa che sfugge.
    Un avvenimento ha il potere di svelarmi chi sono.
    E' perciò qualcosa che penetra nell'orizzonte e nell'atmosfera della mia esistenza come un meteorite strano, estraneo, senza che io lo possa prevedere
    e quindi, ultimamente, capire, poiché l'imprevedibile non è nemmeno comprensibile.
    Come un fiammifero che si accende, la luce sulla verità di noi stessi.

    RispondiElimina
  3. Un Dio, amico mio, Dio si è scomodato, Dio si è sacrificato per me. Ecco il cristianesimo. (Peguy)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è difficile capirlo. Basta non avere preconcetti.

      Elimina
  4. La tenerezza di Dio irrompe nella storia dell'uomo, attraverso il Sì, di una giovane Vergine, Maria.
    Questo per me è l'accadimento che ha cambiato la vita,ad ogni uomo di buona volontà:" Il Cristo "
    Ciao August,
    Buona serata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche noi dobbiamo dare il nostro sì.

      Elimina
  5. Gus mi sono accorto di non averti salutato; lo faccio ora: Buonanotte!

    RispondiElimina
  6. Caro Gus,tutto questo è successo più di duemila anni fa,oggi l'"Uomo" e meno ignorante e la conoscenza fa dubitare.
    Felice domenica,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Cosmo si muove in maniera troppo intelligente per essere un fenomeno casuale. Se l'Universo non si è fatto da solo è chiaro che c'è Dio.
      Ciao Fulvio.

      Elimina