mercoledì 12 settembre 2012

Attacco al pianeta Terra





Per non parlare del petrolio che è agli sgoccioli.
Dovrà esserci per forza un ridimensionamento del tenore di vita. Aspettiamo il 2050.












17 commenti:

  1. Non c’è dubbio che il lavoro dipendente e i pensionati rappresentino per il Fisco in Italia da sempre, ma soprattutto negli ultimi tempi, i veri “sostenitori” del Paese.

    Come emerge da alcune elaborazioni effettuate per Manageritalia e Confedir-Mit dal Professor Nicola Quirino, docente di Finanza pubblica all’Accademia della Guardia di Finanza e alla Luiss, per quanto riguarda i redditi dichiarati dalle persone fisiche nel 1993 i dipendenti pesavano il 56,2%, i pensionati il 19,7%, gli imprenditori il 13,2% e i professionisti il 7,6. Quindici anni dopo, nel 2007, il peso complessivo dei primi due è ulteriormente aumentato: i dipendenti pesano il 51,8%, i pensionati il 26,8%, gli imprenditori il 5% e i professionisti il 4,2.

    Insomma, dipendenti e pensionati, già tartassati pesantemente in passato, lo sono ancor più oggi, anche considerando che l’incidenza dell’Irpef sul gettito fiscale è passata dal 32% del 1980 al 37% del 2008 e quella sul Pil dal 5,9% del 1980 al 10,9% del 2008.

    RispondiElimina
  2. Tra il luglio e l'ottobre 2002 la Guardia di Finanza italiana ha svolto indagini su 21.199 aziende italiane. Se volessimo considerare queste indagini una sorta di sondaggio sulla diffusione dell'evasione fiscale in Italia, potremmo considerarlo assai attendibile, perché il campione di norma considerato nelle analisi che riguardano tutta la popolazione italiana, non supera i 5.000 soggetti (una quantità considerata più che sufficiente).

    Qual è stato il risultato di queste indagini? 13.151 lavoratori in nero. In percentuali, il tasso di irregolarità delle aziende è risultato così distribuito sul territorio:

    il 50% delle aziende al Nord-Ovest non è in regola;
    il 60,6% al Centro;
    il 61,2% nel Nord-Est;
    il 63,6% in Sicilia e Sardegna;
    il 76% al Sud.
    In media, più del 60% delle aziende italiane evade il fisco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I dati si commentano da soli. Mi chiedo se può essere una strategia riequilibrante evitare, quando possibile, di acquistare prodotti di aziende che dichiarano tanto poco, a favore di quelle che presentano dichiarazioni più veritiere.

      Elimina
    2. Basterebbe chiedere la FATTURA per tutte le feste di BATTESIMO, COMUNIONI, CRESIME e MATRIMONI e soprattutto FUNEBRI. Me la prendo con queste queste feste e non per quelle di compleanno, laurea o altro PERCHE' sono le più ambigue rispetto al senso del TERMINE. Ma le parrocchie EVADONO?
      Fatta la legge ... trovato l'inganno.
      Dove sono finite le CASSE COMUNI e le COMUNITA' CRISTIANE primordiali?

      Elimina
    3. Non sono cose che si spiegano.
      Accadono.

      Elimina
  3. Dati preoccupanti e che dovrebbero allarmarci.
    Quanta merce in nero è stata venduta anche quest'anno sulle spiagge italiane?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per non parlare del petrolio che è agli sgoccioli.
      Dovrà esserci per forza un ridimensionamento del tenore di vita. Aspettiamo il 2050.

      Elimina
    2. Per non parlare di oggetti sacri venduti pur di domenica.

      Elimina
  4. Invece dovete GIOIRE perchè SONO TEMPI FORTI dai quali USCIRANO gli ULTIMI SANTI.

    C'è solo differenza di LETTURA: RIVELAZIONE o APOCALISSE?
    Dovreste cantare le LODI al Signore come cantavano i CRISTIANI primordiali quando diventavano CIBO per i LEONI.

    Rivelazione 7,2-3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cibo per leoni? Loro saranno già morti.

      Elimina
    2. Non replico.
      Tu lo hai detto!

      Elimina
  5. Sono davvero allarmanti questi dati, aggiunti a tutto quello che sta attraversando l'Italia e non solo, e probabilmente c'è una correlazione, possiamo stare poco tranquilli.
    Ciao August, penso ad alta voce:"povero mondo"
    Ti abbraccio,'notte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie dell'abbraccio.
      Felice notte.

      Elimina
  6. I numeri mi hanno sempre spaventato...questi poi!Come credere a tuttociò?...Un battito di ciglia e ritrovo la serenità. Lo so che faccio lo struzzo...
    Ciao Gus! Dimmi che scherzavi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisogna cambiare il modo di vivere.
      Ciao Lucia.

      Elimina
    2. Facile dirlo e farlo a questa ... età.
      Perchè non lo avete cambiato sul nascere?
      E verso i vostri figli?
      Avete avuto successo o vi hanno seguito come eravate alla loro età?

      Come pottranno cambiare vita TUTTI e INSIEME?
      Quello che SUBIAMO non è altro che l'esito degli ERRORI degli attuali NONNI e Padri, ma soprattutto delle NONNE e delle Madre, perchè SONO ancora CONVINTO che le DONNE possono salvare il MONDO.

      Lo hanno sempre FATTO quando sono diventate PROTAGONISTE.
      Ma basta guardarle OGGI ... diventate libericida delle loro creature, peggio dei maschi.

      Elimina