lunedì 20 agosto 2012

Il silenzio violentato dal frastuono delle parole



Meno male che Dio vede tutto e sa, penso alle opere di colui che scimmiotta il bene pensando di non essere riconosciuto, e spesso è così.
Il male scimmiotta e non ha in sé le radici del bene. Vive di inganno, fatto di parole e parole e parole. Meno male che lo Spirito Santo esiste e illumina per davvero!
In quel giorno, saranno svelati i pensieri del cuore di ognuno e allora si avrà finalmente pace e giustizia.






20 commenti:

  1. ‘Vado forse cercando il favore degli uomini, o quello di Dio? Oppure cerco di piacere agli uomini? Se cercassi ancora di piacere agli uomini, non sarei servo di Cristo.’
    Galati 1,10

    RispondiElimina
  2. Meno male che Dio vede tutto e sa, penso alle opere di colui che scimmiotta il bene pensando di non essere riconosciuto, e spesso è così.
    Il male scimmiotta e non ha in sé le radici del bene. Vive di inganno, fatto di parole e parole e parole. Meno male che lo Spirito Santo esiste e illumina per davvero!
    In quel giorno, saranno svelati i pensieri del cuore di ognuno e allora si avrà finalmente pace e giustizia.

    RispondiElimina
  3. In principio c'era la parola e la parola è venuta tra noi, da parte nostra, all'inizio della nostra storia di crescita ci deve essere il silenzio.
    Il silenzio che ascolta, che accoglie, che si lascia animare.
    L'uomo che ha estromesso dai suoi pensieri, secondo i dettami della cultura dominante, il Mistero che di sé riempie ogni spazio, non può sopportare il silenzio.
    Per lui, che ritiene di vivere ai margini del nulla, il silenzio è il segno terrificante del vuoto.
    Ogni rumore, per quanto tormentoso e ossessivo, gli riesce più gradito; ogni parola, anche la più insipida, è liberatrice da un incubo.
    Tutto è preferibile all'essere posti implacabilmente, quando ogni voce tace, davanti all'orrore del niente.
    Ogni ciarla, ogni lagna, ogni stridore sono bene accetti, se in qualche modo e per qualche tempo riescono a distogliere la mente dalla consapevolezza spaventosa dell'universo deserto.

    RispondiElimina
  4. Posso ringraziarti per aver pubblicato questo significativo post?
    P.S Approvo in toto il tuo secondo commento...quel giorno non ci sarà posto per gli inganni.
    Buona giornata Gus

    RispondiElimina
  5. Inganni e cattiverie.
    Ciao AnnaMaria.

    RispondiElimina
  6. INGANNI E CATTIVERIE: Viene a me Gus...fammi capire!

    RispondiElimina
  7. Lo spirito Santo illumini davvero il cuore di ognuno di noi, in Verità e giustizia.
    Grazie Gus, apprezzo molto la tua ricerca di verità,e l'aiuto che i tuoi post danno favorendo la riflessione,e il guardarsi dentro.
    Buon pomeriggio!
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gioia. La Verità è la via maestre verso la salvezza.
      Ciao.

      Elimina
  8. Nel nostro vivere quotidiano e anche sul lavoro, sperimentiamo tutti la cattiveria di certe persone (me compresa), finchè non comprendiamo che ogni nostra azione deve essere mossa dal rispetto dell'altro, dal rispondere alle offese ricevute non con altre offese, ma magari con un silenzio, insomma fare davvero tutto a fin di bene, non potremo mai comprendere il Mistero della vita.
    E' dura non ribattere alle offese ricevute, soprattutto se le ritieni ingiuste, ma da quando mi sono imposta di agire sempre secondo coscienza fregandomene di quello che possono pensare gli altri, ho ottenuto con mio grande stupore molto di più, di quando invece ribattevo e mi arrabbiavo abbassandomi allo stesso livello di chi secondo me si comportava male.
    Il bene paga sempre e porta frutti inaspettati.
    Io sto capendo, forse un po' tardi che c'è solo una Persona che è in grado di leggere fino in fondo al nostro cuore e per arrivare a Lui e sentirlo più vicino dobbiamo accettare magari di essere come Lui umiliati, trattati male.......
    Il segreto per star bene è sentirsi in pace con se stessi, Io sto cercando di mettere in pratica questo, cercando di accettare gli altri per quello che sono e se sbagliano aiutarli attraverso il buon esempio e non più con il giudizio perentorio, giudicare spetta a Qualcun'altro.
    Ho notato che chi si comporta male e sa di sbagliare e non ha da parte dell'altro la reazione cattiva che si aspetta, rimane come spiazzato e alla fine non può evitare di pensare a questo, e molte volte ho visto persone cambiare in meglio il loro comportamento. Il bene genera altro bene.
    Ho voluto esprimere questo mio pensiero, anche se magari non ho centrato bene quello che tu intendevi far comprendere con questo tuo post, ma ho voluto dire che da quando ho smesso di giudicare, di criticare, insomma da quando nell'agire ascolto il mio cuore, sento veramente che qualcosa dentro di me sta cambiando in meglio.
    Buon pomeriggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa più importante di questo tuo commento è il cambiamento che senti dentro di te. Io, nel posto di lavoro, ho subito anche calunnie ed ho provato pena per chi si era comportanto in modo indegno. A volte non riesco a frenare la collera e divento "terrbile".
      Ciaoi Rosella.

      Elimina
  9. ma come ti permetti di giudicare così le persone?! hai una pessima intuizione, ancora e ancora lo dimostri!
    Che Dio ti protegga. smettila di diffamare la mia persona!

    RispondiElimina
  10. Caro Gus,il bene e il male sono le due facce della stessa medaglia che ci viene data in dono assieme alla ragione.
    Spesso,però,la ragione non basta per per sceglire il "Lato" migliore.
    Felice giornata,fulvio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non succede così a chi ha la coscienza già scritta.
      Ciao Fulvio.

      Elimina
  11. Condivido il commento do Fulvio...ma...c'è di più: ho commentato da me le mie sensazioni!
    La mente e la ragione...ancora! il lato "oscuro" volutamente dissociato per non arrivare mai al cuore!
    Evidentissimo...purtroppo
    Auguri Gus

    RispondiElimina
  12. la coscienza scritta? hai.. iniziato presto però non dimenticarlo!
    I santi si "fanno" santi tra di loro e nascondono menzogne!
    Saprò presto le verità, ma non solo finalmente!

    RispondiElimina
  13. Dna già scritto!
    FINOCCHIO! a destra avrai e offrirai il tuo "lato" migliore!
    E chissà...se Dio fosse stato donna, avresti creduto a Giuseppe!

    RispondiElimina
  14. L'antifona al salmo (Vespri di ieri)diceva "il mio cuore è pronto per Te, per Te, mio Dio!.Poter dire questo al Mistero che fa tutte le cose è una grande gioia. In un attimo, con poche parole e tanta umiltà riassumiamo tutto quello che c'è in noi. Il dolore del peccato e il grido certo della grazia; il dolore del peccato e la gratitudine del perdono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il nostro cuore è pronto per Lui?
      Ciao.

      Elimina

la paranoia è un disturbo della personalità