venerdì 6 luglio 2012

La poltrona del ristoro


Non ho voglia di parlare di teologia e filosofia.

L'oggetto dei miei pensieri è una poltrona di legno e velluto.

C'è un luogo tra i chiodi che fissano il tessuto al legno

che è più largo dell'ovvio.

Là, io infilo l'unghia del pollice della mia mano sinistra e trovo ristoro

ai miei affanni.

Non è tanto semplice perché quel punto cercato e amato

non è facilmente individuabile.

Sarà che sono stanco, oppure che sto sognando,

ma la fessura accogliente non è mai la stessa.

Si sposta e devo ricercarla con pazienza, sicuro di trovarla

per il fatto che non sono stato mai tradito.

Intanto una nuvoletta di fumo sale verso il soffitto.






19 commenti:

  1. Non posso permettere che certi personaggi vengano a scrivere qui insulti agli amici più cari.
    Per ora non c'è alternativa alla moderazione.

    RispondiElimina
  2. Questo è l'effetto della coca..cola! ala sera è pesante ..poi si hanno incubi! Altro che cortisone vedrete dove andrete a finire! Io dormo la notte!

    RispondiElimina
  3. Sono contenta avrai vita dura caro!
    Chiuderai questo blog fidati!

    RispondiElimina
  4. Non ti caca più nessuno ben ti sta!

    RispondiElimina
  5. E' importante liberarsi da tuttociò che ci allontana dal nostro benessere e dalla nostra serenità. Buonanotte Gus!

    RispondiElimina
  6. Al commento di Lucia io aggiungerei che è anche facile...basta volerlo. Coraggio caro amico, gli amici ritorneranno come ritornerà la pace nei nostri cuori. Ne sono sicura. Dolce notte a domani

    RispondiElimina
  7. Io dico di no, pochi ti commenteranno e lo spero per te! Una persona sola si salva, uhm ma è ipocrita anche lei...ovviamente quando vuole, diversamente dice di non...saper leggere!

    RispondiElimina
  8. i veri amici com-prendono lo stesso. I provocatori non si fermano nemmeno di fronte alla moderazione..detto questo, passo al post: molto bello. Racconta bene lo “stravaccamento” (passamela-) del ristoro, del piccolo segreto che dona sicurezza, del rito scaramantico della ricerca della fessura amica. Le piccole, ormai rare, certezze del quotidiano.
    PS. niente aria condizionata e mi è pure “partita” una pala del ventilatore. se sopravvivo a questo caldo ti commento anche domani (il ché suona come una minaccia..ehe he..) abcio, bru

    RispondiElimina
  9. ANGELO06 luglio 2012 11:18
    Ti stai facendo MALE SUBITO e TANTO.

    Elimina
    Questo e' lui...ha visto l'orario-lavoro ora mi ricatta! Rischio il licenziamento. e dovrç subire! TI ASSICURO CHE IO NON TROVERO' PIU' LAVORO; SE SUCCEDERA' TU MI MANTERRAI A VITA!
    AVEVO SCRITTO NON COMMENTARE
    PEZZO DI MERDA, BASTARDO, PAGHERAI TUTTO FINO ALL'ULTIMO CENTESIMO
    SONO I CANI COME TE TI SEGUIRANNO! ANCHE CON GIOIA, MA COME TI SEI PERMESSO??? IL TUO EGOCENTRISMO ERA COSI' FOLLE DA NON CAPIRE!!!!!
    PAGHERAI ANCHE OGNI MIA SOFFERENZA! NE SONO CERTA:::IPOSCRITA DISSOCIATO E DISASSOCIATO BASTARDO!
    CREPA!

    RispondiElimina
  10. sei stato fortunato. chi è stato tradito fa sempre fatica a trovare quell'angolo che dà sicurezza.
    Ciao Gus

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tradimento è una mancata assunzione di responsabilità. Capita.
      Ciao Ge.

      Elimina
    2. hai capito?? ricattini?? Ahahah...l'angolo è il buco del culo? il tuo o il loro... tornato all'ovile? bravo!! così si assumono le responsabilità
      basta non torno più qui MI FAI SCHIFO E PENA!
      Gesù Cristo sarà fiero di te!

      Elimina
  11. E' una sorta di copertina di Linus, è ,,,,come tornare a casa!!!
    Ciao August.
    Sereno fine settimana!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dany è tornata! Sono felice, adesso sono felice!

      Elimina

la paranoia è un disturbo della personalità