venerdì 1 giugno 2012

L'altra riva

 
 
 
 
Gesù è il Maestro che sta nella barca – la Chiesa - con i suoi discepoli ed
è anche il Dio che vince il male.
Il rapporto di Gesù con l’uomo intesse quotidianamente,
in ogni momento della vita.
Quando ogni cosa va per il verso giusto sembra essere tutto scontato.
Ma quando il cammino diventa faticoso, impervio, allora la nostra fede vacilla,
siamo spaventati, perché a volte è una fede interessata ad
ottenere qualcosa che ci pare indispensabile.

E allora invochiamo la sua presenza: “Dove sei Signore?”

Dobbiamo affidarci completamente, e non dimenticare ciò che Gesù dice:
“Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo”


43 commenti:

  1. Dal Vangelo secondo Marco 4,35-41
    In quel giorno, verso sera, Gesù disse ai suoi discepoli: “Passiamo all’altra riva”. E lasciata la folla, lo presero con sé, così com’era, nella barca. C’erano anche altre barche con lui.
    Nel frattempo si sollevò una gran tempesta di vento e gettava le onde nella barca, tanto che ormai era piena.
    Egli se ne stava a poppa, sul cuscino, e dormiva. Allora lo svegliarono e gli dissero: “Maestro, non t’importa che moriamo?”. Destatosi, sgridò il vento e disse al mare: “Taci, calmati!”. Il vento cessò e vi fu grande bonaccia. Poi disse loro: “Perché siete così paurosi? Non avete ancora fede?”.
    E furono presi da grande timore e si dicevano l’un l’altro: “Chi è dunque costui, al quale anche il vento e il mare obbediscono?”.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con GIOVANNI viene SVELATO TUTTO:
      VENUTA intanto la SERA I SUOIuoi discepoli SCESERO AL MARE e, SALITI IN una BARCA, SI AVVIARONO VERSO l'ALTRA RIVA in direzione di Cafarnao. ERA ormai BUOI, E GESU'
      N O N E R A A N C O R A V E N U T O da loro. Il mare era agitato, perché soffiava un forte vento.
      Dopo aver remato circa tre o quattro miglia, videro Gesù che camminava sul mare e si avvicinava alla barca, ed ebbero paura. Ma egli disse loro: "SONO IO, NON TEMETE". Allora vollero prenderlo sulla barca e rapidamente la barca
      TOCCO
      RIVA
      alla quale erano diretti.

      Elimina
    2. Gesù è il Maestro che sta nella barca – la Chiesa - con i suoi discepoli ed
      è anche il Dio che vince il male.
      Il rapporto di Gesù con l’uomo intesse quotidianamente,
      in ogni momento della vita.
      Quando ogni cosa va per il verso giusto sembra essere tutto scontato.
      Ma quando il cammino diventa faticoso, impervio, allora la nostra fede vacilla,
      siamo spaventati, perché a volte è una fede interessata ad
      ottenere qualcosa che ci pare indispensabile.

      E allora invochiamo la sua presenza: “Dove sei Signore?”

      Dobbiamo affidarci completamente, e non dimenticare ciò che Gesù dice:
      “Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo”
      Ciao August, buona giornata!

      Elimina
    3. Gesù è con noi e ci perdona, ma questo non ci autorizza a persevarere nell'errore.
      Ciao Gioia.

      Elimina
    4. Tutti sbagliamo e molti imparano!
      Tu hai compreso Gus?
      Il vangelo è (soprattutto) vita!

      Elimina
    5. Non stai bene Gus?

      Elimina
    6. Quando ho scrito questo thread stavo molto male. Il peso della solitudine era diventato insopportabile. Poi ho pensato all'altra riva. Ho scritto qualche mio pensiero e letto i tre brani dei Vangeli. Ho guardato le immagini sacre che sono in questa stanza e ho visto qualcosa che sembrava un sorriso.
      Ciao Sara.

      Elimina
    7. Ma perchè io devo soffrire anche per gli altri? Non bastano le mie?
      Tu non hai colpe Gus: il problema è solo mio!
      So di creare malumori: mi sei mancato Gus :)

      Elimina
  2. Gesù va incontro ai discepoli
    Capitolo 6,16-21

    *Venuta la sera, i discepoli scesero al mare. *Salirono su una barca e salparono per l'altra riva, verso Cafarnao. Era già buio, e Gesù non li aveva ancora raggiunti. *Si sollevò un forte vento e il mare si ingrossò. *Avevano già remato per diversi chilometri, quando scorsero Gesù camminare sul mare e accostarsi alla barca. Ne ebbero paura. *Ma egli disse: Sono io non temete. *Allora lo volevano prendere nella barca, ma questa subito toccò la riva alla quale erano diretti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il Vangelo di Giovanni.

      Elimina
    2. Gesù, il Maestro sta nella barca (la Chiesa) con i suoi discepoli, vince il male.
      Nel nostro quotidiano Gesù è costantemente presente, nel nostro agire, nelle nostre scelte,
      così, quando tutto sembra andare bene, ma nel momento in cui il cammino si fa impervio, difficoltoso, allora la nostra fede vacilla, siamo impauriti, e ci chiediamo il perché le
      nostre domande sono inascoltate.
      Perché a volte è una fede interessata ad ottenere risposte immediate ai nostri bisogni.
      Dobbiamo abbandonarci con fiducia nelle difficoltà e non dimenticare mai ciò che Gesù ci dice:
      “Ecco, io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo”.

      Ciao August.

      Elimina
  3. (Mt 14,22-33) Subito dopo ordinò ai discepoli di salire sulla barca e di precederlo sull'altra sponda, mentre egli avrebbe congedato la folla. Congedata la folla, salì sul monte, solo, a pregare. Venuta la sera egli se ne stava ancora solo lassù. La barca intanto distava già qualche miglio da terra ed era agitata dalle onde, a causa del vento contrario. Verso la fine della notte egli venne verso di loro camminando sul mare. I discepoli, nel vederlo camminare sul mare, furono turbati e dissero: "E' un fantasma" e si misero a gridare dalla paura. Ma subito Gesù parlò loro: "Coraggio, sono io, non abbiate paura". Pietro gli disse: "Signore, se sei tu, comanda che io venga da te sulle acque". Ed egli disse: "Vieni". Pietro, scendendo dalla barca, si mise a camminare sulle acque e andò verso Gesù. Ma per la violenza del vento, s'impaurì e, cominciando ad affondare, gridò: "Signore, salvami!". E subito Gesù stese la mano, lo afferrò e gli disse: "Uomo di poca fede, perché hai dubitato?". Appena saliti sulla barca il vento cessò. Quelli che erano sulla barca gli si prostrarono davanti esclamando: "Tu sei veramente il Figlio di Dio!".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La verità è chesi erano ubriacati di SPIRITO perchè avevano visto all'OPERA la VERITA' che condivise quel poco che riuscì a procurarsi, per poi dimostrare che AVEVANO con se il BEN di Dio, fino a far avanzare dodici ceste di PEZZI AVANZANTI.

      Elimina
  4. Verso dove andare dunque?
    A noi fedeli, basta camminare nella speranza.
    << Noi fin d'ora siamo figli di Dio, ma ciò che saremo non è stato ancora rivelato. Sappiamo però che quando Egli si sarà manifestato, noi saremo simili a Lui, perchè lo vedremo così come Egli è >> (1Gv 3,2)
    La fede germina la speranza, che è l'attesa dei beni futuri. Questa senza speranza diverrebbe disperazione. Chi crede sa dove va e cosa l'attende: l'infinito di Dio e la Sua gloria!
    La speranza si fonda sull'amore di Dio, sulla sua chiamata, sulla sua fedeltà. Essa non può ingannare, poichè poggia sulla fede e si nutre di carità. Un caro saluto a te, Gus

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sally, il tuo commento è molto maturo. Mi piace leggere risposte di fede nel segno della logica.
      Ciao.

      Elimina
  5. Gesù continuamente ci dice di non avere paura!Come Pietro anche noi abbiamo bisogno della Sua mano tesa all'incontro. Sempre all'incontro verso Qualcuno, come il bimbo che inizia a camminare, abbiamo bisogno che due braccia ci accolgano. Ci aiutino a camminare sulla sponda giusta. Il Signore, che sempre è Colui che viene, che sale sulla nostra barca: e d'improvviso le acque, il vento, tutti gli elementi si placano. Gesù è proprio in relazione con Dio.Gus aiutami a capire meglio! Buonanotte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Padre è il Creatore dell'Universo, il Figlio è il Redentore del mondo.
      lo Spirito Santo è la Luce che Il Padre e il Figlio trasmettono all'uomo per comprendere la Verità.
      Tre espressioni diverse e nello stesso tempo inseparabili.

      Elimina
    2. Dio è l'Amante, Gesù è l'Amato e lo Spirito Santo è l'Amore.

      Elimina
    3. BELLA QUESTA!
      Non è la VERITA' che ci LIBERA ma mi hai TAPPATO la BOCCA come ... un BACIO.
      Mica vorrai tradirmi?

      Elimina
    4. Ah! Bella davvero...siete messi bene!
      Gus è compromettente se commenti da me?

      Elimina
  6. Noi apparteniamo a Dio e andiamo verso Dio. Per i credenti non può essere diversamente...

    RispondiElimina
  7. Oggi sono in uno stato di grazia o...disgrazia: non so bene! :(
    Mi sono imposta due sacrifici,... perchè poi?
    Primo: sono andata a vedere "i colori della passione",non è assolutamente il mio genere di film), però volevo imparare!...:(
    Ho scritto un post strano sulle mie emozioni-sensazioni (i miei punti forti e deboli) poi lo pubblico e lo cancellerò. Non sono dissociata ma solo inquieta.
    Secondo: dovevo andare a Messa, stavo andando davvero ma ho trovato una "coda" infinita...non a caso, e non è la prima volta!
    Non potevo entrare in ritardo!

    Ma,... sono sparita per un pò e tu mi vai in crisi così? E in più butti a terra anche me? :))
    Lo so che ti sono mancata!....affinità elettive..giusto?

    RispondiElimina
  8. Non farmi andare su google! Vado ad intuito, vuol dire non compresa? :(
    Hai letto il mio utimo e penultimo post? (non sono "tecnica" io)
    Mi piacerebbe un tuo sano commento...sono triste!

    RispondiElimina
  9. Eh..!? Ho letto su google, ma no dai!

    RispondiElimina
  10. Wow è salito il..."termometro"! Da noi, ma anche dalle tue parti, (sono certa) è arrivato un caldo...bestia!! :((
    Tutto bene?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Incoercibile significa che non può essere bloccato, nemmeno dalla ragione.
      Il malessere che ho mi impedisce anche di leggere i post che scrivi. Però sono contento che tu scriva. Effettivamente il caldo, specialmente il primo caldo dà un fastidio enorme.

      Elimina
    2. Una favola questo pensiero...l'hai scritto tu?
      Essì!
      Sembri la zia Ida!!!...scherzo ovviamente! :)))

      Elimina
  11. Gus, tu la pensi così, ma i sentimenti e le emozioni non hanno "filtro", ma si possono controllare. Sono sempre le emozioni che controllano...so bene che fanno (più) soffrire.
    ....Uhm dove sei ora? Ho notato che non hai commentato da nessuno...anche gli altri post fanno male??
    Basta guardare il... termometro :( Il conta-visite Gus!
    Prova a superati, commenta da me, coraggio, poi davvero penso male!

    RispondiElimina
  12. L'altra riva, quella che ci spaventa e ci attrae..
    Buonanotte Gus :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci attira perché cerchiamo di conoscere sempre meglio la Verità, ma sappiamo anche che la Verità ci toglie qualche egoismo quotidiano, e questo ci spaventa.
      Ciao Saray.

      Elimina
  13. Penso che ci sia una barriera quasi invisibile (ma nemmeno tanto) tra me e te...tra un... post e l'altro, come una magia: appare e spare. :))
    Non so, se tu davvero sei consapevole di ciò! :((

    RispondiElimina
  14. E nei momenti di ...imbarazzo arrivano tutti, o quasi! Un "contorno" romantico,manca la luna... o c'è già?
    Gus ti aspetto da me!:) tu hai già letto i miei post!
    Notte!!

    RispondiElimina
  15. Bene Gus, bene! Non ripondi?

    RispondiElimina
  16. Hai lasciato il topic...Gus?
    Notte!!

    RispondiElimina
  17. Come vedi il mio primo pensiero è per te! Ovunque tu sia!
    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beata te che sei innamorata.


      -:(

      Elimina
  18. Io? E' una affermazione? Gus non esagerare e di chi poi? Di te? Senza nemmeno conoscerti? No, non è un innamoramento: è di più! :)
    Ciao!

    RispondiElimina
  19. Ti ho messo due mie "faccine" così ti proteggono meglio! :)
    Poi chi proteggerà me, è un 'altro discorso! :))
    Gus ti chiedo una cortesia, quando ti scrivo di commentare da me lo fai per cortesia? Cosa vuole Angelo da te? Lo conosci?
    Non voglio farti del male, non l'ho mai fatto a nessuno, ma posso stare vicino a te?

    RispondiElimina
  20. In questo momento, ora, in che piano sta il tuo topic?
    Fammi sapere che prendo l'ascensore!
    Sono stanca, delusa e annoiata!
    "Notte!

    RispondiElimina