lunedì 2 aprile 2012

La Carità non è sbarazzarsi del superfluo

Gesù diceva alla folla nel suo insegnamento: «Guardatevi dagli scribi, che amano passeggiare in lunghe vesti, ricevere saluti nelle piazze, avere i primi seggi nelle sinagoghe e i primi posti nei banchetti. Divorano le case delle vedove e pregano a lungo per farsi vedere. Essi riceveranno una condanna più severa». Seduto di fronte al tesoro, osservava come la folla vi gettava monete. Tanti ricchi ne gettavano molte. Ma, venuta una vedova povera, vi gettò due monetine, che fanno un soldo. Allora, chiamati a sé i suoi discepoli, disse loro: «In verità io vi dico: questa vedova, così povera, ha gettato nel tesoro più di tutti gli altri. Tutti infatti hanno gettato parte del loro superfluo. Lei invece, nella sua miseria, vi ha gettato tutto quello che aveva, tutto quanto aveva per vivere.

53 commenti:

  1. Magari, tornando al punto ... Dai vangeli di Matteo e Luca : Beati voi poveri, perché vostro è il regno di Dio. Beati voi che ora avete fame, perché sarete saziati. Beati voi che ora piangete, perché riderete. Beati gli afflitti, perché saranno consolati. Beati i miti, perché erediteranno la terra. Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati. Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia. Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio. Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio. Beati i perseguitati a causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli. Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli » Ma guai a voi, ricchi, perché avete già la vostra consolazione. Guai a voi che ora siete sazi, perché avrete fame. Guai a voi che ora ridete, perché sarete afflitti e piangerete. Guai quando tutti gli uomini diranno bene di voi. »

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beati i perseguitati a causa della giustizia, perché di essi è il regno dei cieli.

      Il CRISTO VIENE A LIBERARCI dalle NOSTRE STESSE PRIGIONI.

      Elimina
    2. Oh mamma! e il "poverino" che nella vita non ha fatto nulla..ne male, ne bene dove andrà?

      Elimina
    3. Ci sono innocenti che scontano le pene DEI colpevoli. Quandi siamo liberati c'è anche il RISARCIMENTO.

      Elimina
  2. Ieri pomeriggio la parrocchia era stracolma. Ma le altre domeniche dove vanno questi fedeli che si fanno vedere una volta o due l'anno?
    Gli scribi ricordano i politici indubbiamente, che amano farsi notare nei giornali e ai primi posti nei banchetti...ma quando si tratta di fare un gesto disinteressato offrono solo il superfluo (se va bene). C'è chi invece è mosso ad azioni che trascendono il proprio bisogno od interesse materiale. E questi spesso son proprio i poveri che non hanno nulla o meglio tutto da perdere.Le caste di farisei ipocriti e benpensanti fanno tanto rumore col loro "solidarismo" "antirazzismo" "etc etc etc" soprattutto per essere visti. Caste assolutamente trasversali. Nei momenti di bisogno io son sempre stato aiutato in maniera disinteressata proprio da persone assolutamente umili. Amo quelle persone che passano inosservate , alle quali gli uomini non pensano mai , che frugano la loro vita nel lavoro, nella fedeltà al loro dovere, che talvolta danno davvero tutto, che come la vedova conoscono davvero il significato della parola "sacrificio" e "fede"....e le invidio pure, poichè a loro è rivolto l'elogio di Gesù.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sapresti rispondere a qualche domanda?
      Se Pilato non aveva potere in terra se non dato dall'ALTO, come glielo ricordà Gesù, fece bene a lavarsi le mani? Era una questione UMANA o SPIRITUALE?
      Gesù PERDONO' i Romani che lo UCCISERO ma senza capire e Pilato dette il BENE...STARE per il quieto VIVERE. Perciò di chi è la colpa dell'UCCISIONE di quell'UOMO?
      Chi organizzo' il TUTTO?

      Ma CHI provocò la LORO REAZIONE in contrasto alla LORO LEGGE?

      Di CHI E' la COLPA!
      CHI VIENE a turbarci?
      CHI a ROVINARCI?

      Povero GUS che giudica ma non vuole essere giudicato.

      Se TEO vuol dire dio, gluTEO ... che significa?

      Elimina
    2. Ecco! non mi sbagliavo dunque!

      Elimina
  3. L'elogio del solidarismo altruistico e disinteressato mi sembra molto nobile, buono e bello.
    Tuttavia mi sembra anche molto utopistico.
    Se calato nella realtà politica, poi, mi sembra addirittura controproducente.
    Io non credo che il Cristianesimo si aspetti dagli uomini il raggiungimento della vita "santa" per tutti; conosce la fallibilità umana che definisce "peccato" e prevede il perdono come espressione più alta della vicinanza con Dio.
    Ogni rapporto con il divino, inoltre, non è della società ma del singolo individuo; farne un'ideologia collettiva mi sembra sbagliato e fuori luogo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. GESU' è il VERO POLITICO del VERO MONDO fino a provocare la VERA rivoluzione che GANDHI comprese. Se siete governati dal TIRANNO perchè lo servite ancora?

      Elimina
    2. La rivoluzione è il perdono.

      Elimina
    3. Come l'Amore, la Fede, la Carità ... UNA PAROLA.
      Incarnare la PAROLA non vuol dire saperla DIRE, ma ESSERE quello che SI E' ... e poi si dice.

      Io, IN VECE, credo nella MISERICORDIA di CHI mi CHIAMA a scontare le mie maleffatte INSIEME a chi me le ha CAUSATE (create?).

      Devi approfondire di più ... altrimenti non CONOSCERAI chi si schiaccia al SUOLO per poterti RISOLLEVARE.

      Il PER DONO è SCONTATO.
      E' l'OMAGGIO!

      Elimina
    4. Dio è soprattutto Giustizia. Il perdono non è scontato senza un tuo sincero pentimento.

      Elimina
    5. Gus, scusa il disturbo. Ho problemi al p.c. Ieri ho avuto una difficoltà solo a postare.
      Gentilmente quello che avevi detto giorni fa diguardante il mio p.c era vero? Spero che tu abbia capito!
      Ti commenterò più tardi!
      Ciao!

      Elimina
    6. Non ricordo quello che ho detto sul tuo pc. Tu lo sai e tranquillamente accettalo per verità.
      Ciao Sara.

      Elimina
    7. Scusami se non scrivo bene. ogni tanto mi accordo altre no! sono sfinita...Mi seguono pure al Santuario sai! Sono veramente satura. Ora non riesco nemmeno ad incazzarmi!
      Cancella poi se vuoi

      Elimina
    8. Cerco di non cancellare. Ognuno di noi deve specchiarsi in quello che ha scritto.
      Quando sei stanca devi riposarti.
      Ciao Sara.

      Elimina
    9. Mi riferivo agli errori (molti) di ortografia e grammatica, Gus!
      Io e il mio "specchio" abbiamo un' ottimo rapporto, ma anche conflittale...sono sempre io sai! e se fossi solo io sarebbe tanto meglio! Lo specchio è anche il riflesso dell'anima.
      Ps mi riferivo ai virus nella mia posta (non volevo ("comprometterti") Domani devo chiamare il mio amico?.. O scherzavi!
      Mi costa questo p.c

      Elimina
    10. Chiama il tecnico. I virus ci sono.

      Elimina
    11. Scusa ma non ti avevo creduto!
      So che mi perdonerai! :(
      L'ho capito, che mi leggono le miei mail, da un post molto chiaro e dettagliato... dell'amica sua-o.. non so!
      Forse sto diventando "dislessica" (o lo ero già),ma qualche...offende la mia intelligenza!
      Hai capito che avevo ragione..o no?

      Elimina
    12. Brutta bestia chi ci tiene al laccio e ci fa fare quello che VUOLE.
      Gus, l'ho sempre SOSTENUTO il PENTIMENTO nel confessinale ... altrimenti è inutile il PER DONO.

      Elimina
  4. Cristo ha vissuto l'esperienza terrena da uomo con una Fede altissima. Per vincere le tentazioni del Male ha digiunato 40 giorni nel deserto, ha pianto lacrime di sangue nell'Orto degli Ulivi, ha pianto per la morte di Lazzaro, ha detto: "Padre, perché mi hai abbandonato?". Il tutto per dimostrare che l'essere umano sbaglia perché non è sorretto dalla Fede. L'esperienza cristiana è un fatto individuale, non può essere imposto agli altri, non deve influenzare le scelte di uno Stato. La difesa del Crocifisso è bigotta e puerile. E a difendere la croce appesa a un muro sono quelli che non seguono nemmeno un insegnamento di Cristo e non hanno nemmeno capito che ogni uomo che soffre e che incontri nella tua strada è Cristo. E questo fa rabbia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In queste tue parole mi riposo, ma lascia che ti provochi, come tu stesso cerchi di provocare. Chissà che COMPRENDEREMO il GRANDE PROVOCATORE: GESU' il CRISTO o SATANA stesso. Meglio LUCIFERO?
      1) - Gesù nel deserto non mangiò perchè gli era passato l'appetito in questo mondo;
      2) - PIANSE vedendo GERUSALEMME, che non salvò, mentre pianse di cosa avevano fatto a LAZZARO, sapendo che non era una malattia che portava alla MORTE;
      3) - Elì o Eloì non mi pare che sia Abbà.

      Lo so che sono ERMETICO ma mica posso spifferare VERITA' che non puoi comprendere o sopportare il PESO?

      Mi spieghi almeno cosa voleva dire GESU', ricordando Zaccaria 13,7, in Marco 14,27-28 e Matteo 26,30-32:
      Allora Gesù disse loro: "VOI TUTTI VI SCANDALIZZERETE PER CAUSA MIA IN QUESTA NOTTE. Sta scritto infatti:
      Percuoterò il pastore e saranno disperse le pecore del gregge, ma dopo la mia risurrezione, vi precederò in Galilea".

      Oltre ai pastori MERCENARI ci sono le pecore APPROFITTATRICI?

      Elimina
    2. Secondo te è possibile che Gesù mentre stava morendo si era caricato di tutti i peccati del mondo fino ad allontanare il Padre? E' per questo motivo che Gesù grida?
      Ciao Angelo

      Elimina
    3. STRAORDINARIO il TUO SPIRITO!
      Non ci ero ancora arrivato!
      GRAZIE!
      Si E' VERO!
      E' sceso di persona a GOVERNARE il REGNO.

      Mio PADRE per ME è GESU' il CRISTO. Non mi faccio tante domande su mio nonno. Forse un po' è rimasto in me.
      Vuoi parlare un po' di MIA MADRE? ... di mia nonna?
      ... FRATELLO.

      Elimina
    4. Buona Settimana Santa!
      Ciao August

      Elimina
    5. Grazie Gioia.
      Questa settimana santa è la più intensa della mia vita.

      Elimina
    6. Si, avverto che sei "intensamente mistico" in questi giorni. Guardare al cielo va bene, ma ogni tanto guarda in terra... e dove vai.
      a dopo!

      Elimina
    7. E' risorto Lazzaro, risorgeremo anche noi.
      Ciao Sara.

      Elimina
    8. La croce non è simbolica: l'abbiamo (quasi) tutti!
      Dio dona le croci a chi le sa portare! GIUSTO!

      ODDIO, questo è già "partito"
      P.s da dove viene questa necessità di.. "risorgere"?
      Risorgeremo quando deciderà Lui!

      Elimina
    9. No! Siamo noi che decidiamo la nostra vita.

      Elimina
    10. Delirio di onnipotenza?? AD-DIO nulla si fa :)
      Posso fare qualcosa? :)

      Elimina
    11. Io sono un mendicante che allunga la mano per ricevere qualcosa che somigli all'amore.

      Elimina
    12. Eh? ma non ne hai già avuto in abbondanza?
      Non è che TU dovresti imparare (finalmente) ad amare veramente? Non rispondere và. Non fraintendermi
      Il problema è che non si impara..purtroppo!
      Sempre altruista comunque! Bravo.

      Elimina
    13. L'amore è il cibo della nostra vita. Ne abbiamo bisogno continuamente.

      Elimina
    14. L'amore che ho dato alla mia famiglia, mi ha ferito e salvato..per ora!
      Nulla ho mai chiesto, e meno di poco mi è stato dato!
      Notte Gus :)
      P.s sei un cucciolotto un pò vizato Gus! :) Tipico di voi uomini!
      P.s1 se puoi e vuoi per cortesia domani mi mandi una mail per spiegare a Stefano cosa può fare per i virus?
      Lui viene da me alle 17.
      Sappi che sono professionisti, così mi hanno riferito alla P.P

      Elimina
    15. Fatti mettere a posto il feed dei post. E' un programma anti virus e anti spyware che disinfetta il pc.
      Microsoft Security Essentials è il migliore perché è completo. La protezione avviene in tempo reale. Cioè trovi l'icona sulla barra degli strumenti.

      Elimina
  5. La VERA CARITA' è saper perdonare anche un PADRE quando ti lava i piedi dopo averteli SPEZZATI in questo MONDO.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto quello fatto da Dio non può mai essere un errore e per questo nessuno può avanzare la pretesa di perdonarlo.

      Elimina
    2. Ma è una supposizione, che trova solo valenza nella faziosità di chi non sa nemmeno ribellarsi per amore di chi è rimasto indietro. Ora che ricordo ... ho sempre sostenuto che Gesù si sente ABBA'nDONATO sulla CROCE perchè era diventato il PADRE INTERAMENTE e per questo dice COME VERA, UNICA e ULTIMA TESTIMONIANZA: "Padre, nelle tue mani consegno il MIO SPIRITO".
      o preferisci il "Tutto è compiuto!" dopo aver consegnato la Madre al Figlio e il Figlio alla Madre.

      Elimina
    3. Io penso il contrario. Era diventato completamente uomo.
      E come tutti noi si lamenta verso il Padre accusandolo di averlo lasciato solo.
      Perché tutti noi consideriamo Dio come il nostro avvocato che ci risolve i problemi. Ma noi non sappiamo, non riusciamo a capire i veri problemi e quello che ci serve veramente.
      Gli ultimi sprazzi di vita terrena di Gesù cambiano a secondo dei Vangeli. Uno parla di due ladroni cattivi, un altro di un ladrone cattivo e di uno buono, e ancora c'è chi vede Maria che piange vedendo il figlio sulla Croce e chi parla solo di Maria di Magdala.
      Tutto questo per far comprendere al mondo intero che non c'è un imbroglio. Un biscotto avvelenato. I Vangeli sono la realtà vista da persone diverse, con occhi diversi. Occhi che scelgono secondo sensibilità e cultura.

      Elimina
    4. ..E interpretazione! (mia)

      E finalmente, in quel momento, le parole si fanno carne: Dio mio, Dio mio, perchè mi hai abbandonato. (la parola non cambia il significato)
      Eppure quest'Uomo conosceva bene, e non solo, le parole del mistero.
      Le Sue frasi degne di coraggiosa responsabilità ancora umana: una resa d'amore per gli altri.
      Ma..nell' assurda sofferenza la delusione avrebbe potuto rivelare un mistero? Come poteva, in quel tempo, trasformarsi lo stupore? ...forse una rivelazione attraverso uno sguardo neppure immaginabile?..mi chiedo!
      Solo dopo, il Suo UNICO volto ha rivelato che la parola era carne e carne la parola
      Dolore e l' abbandono.
      La fine di un passato immemorabile che non ci fu mai presente, che non è mai cominciato in alcuna libertà..ma nell'umanità intera negli occhi di chi ancora ci guarda
      P.s ti ho anticipato il prossimo mio post!
      P.s 1 e non arricciare troppo il naso quando sbaglio: ti vedo sai?
      Ciao

      Elimina
    5. Leggerò il tuo post.
      Ho già dato una mia particolare interpretazione al grido di Gesù.
      Ciao Sara.

      Elimina
    6. Spero che avrai capito la mia!
      Notte!

      Elimina
    7. CONDIVIDO anche questo. Dopotutto, IO ho conosciuto Dio dopo averlo CONOSCIUTO in UN UOMO. Eppure nella carne mi piaciono le Donne. Questo è il VERO MISTERO. Ritornare a ESSERE PENETRATI dall'UNICO UOMO nello SPIRITO.

      Elimina
  6. Non mi pare di parlare sempre degli ebrei, solo per qualche barzelletta di Daniel Lifschitz? Già Rabbi, come ci riferisce il Talmud babilonese: egli iniziava il suo insegnamento con una "milà dèbdi'houta, cioè con una nota di umorismo, letteralmente con parole di divertimento. La barzelletta ebraica nasce sempre, come tutte le barzellette per divertire, ma ciò che le distingue dalle altre è il suo tentativo di esorcizzare con l'umorismo: umiliazione, povertà, persecuzione, ingiustizia, sofferenza e morte. (D. Lifschitz)
    Ho avuto modo di avvicinarmi al mondo ebraico durante un viaggio in Israele. Avevamo una guida israelo-argentina, una persona simpaticissima che ci ha fatto sorridere con intelligenza e ci avvicinato a questo popolo senza pregiudizi.
    Poi, al ritorno mi sono messa a leggere vari libri sulla cultura ebraica e mi sono appassionata a questo.
    Ma la cosa più importante è, che senza gli ebrei, senza il si di Abramo, non saremo a parlare di Gesù e cristianesimo.
    Gli ebrei, sono i nostri fratelli maggiori nella fede.
    Per questo pur avendo per loro un gran rispetto, apprezzo la loro arguzia, allegria e saggezza. Spero di essermi spiegata abbastanza, perchè qui non è il posto giusto, e aver risposto alla tua domanda. Buonanotte a te :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per avermi risposto. Io non conosco gli ebrei e non conosco nemmeno la loro fede, ma grazie a te ora so che hanno il senso dell'umorismo.
      Ciao Saray.

      Elimina
    2. ORA HO CAPITO che il FIGLIO MAGGIORE nella Parabola del Figlio prodigo E' colui che AMA come gli Ebrei.Allora è vero che i PRIMI entreranno per ULTIMI ... sempre se si convincono che si può cambiare come è cambiato anche il PADRE con il cambiamento del FIGLIO MINORE.

      Elimina
    3. Angelo, è una metafora. Il Padre è Dio e il figlio maggiore lo rispetta anche se non lo conosce bene. Il figlio minore non ama il Padre e va via di casa. I fatti della vita gli fanno comprendere che nel Padre trova l'amore.

      Elimina
    4. Mi lasci senza parole. Ma chi ti fa catechismo? In un certo modo mi hai confermato quello che io SOSTENGO.
      Se ti senti libero o ti va bene così ... SCELTA TUA.

      Elimina
  7. So di ragazzini che si annoiano e si irritano all'idea dell'ora di religione, fare catechismo poi, non ne parliamo. Poter assistere a una discussione tra Gus e i suoi commentatori, sono certa, li appassionerebbe.
    Buona settimana Santa.
    Ciao Gus

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ge e grazie per l'augurio.
      Il problema è che i bambini di oggi sono troppo impegnati con la tecnologia e non hanno voglia di porre domanda. Solo da una loro curiosità può nascere l'interesse per il trascendente.

      Elimina
  8. Loro sono curiosi, sempre e attenti anche, quando vengono stimolati con intelligenza e interesse, qualsiasi sia l'argomento.
    Ma. Tu hai capito dove volevo andare a parare, lo so.

    RispondiElimina
  9. Ho capito che l'insegnante di religione, bravissimo, non sa stimolare.
    Ciao Ge.

    RispondiElimina