giovedì 19 aprile 2012

Dio vuole essere accolto


Dio non pretende di essere amato, ma ama l'amore e l'amore chiede amore. L'amore non può chiedere indifferenza. Né vivere nell'indifferenza.
Dio viene, è venuto e viene, è presente: questa è la grazia.
È la grazia del volo.
Quindi l'amore di Dio è eterno. Pretendere è la parola sbagliata.
Nelle parole di Gesù «io sono la Via, la Verità, la Vita», vi è un seme: il seme che germoglia e apre la Via nella terra, che da la pianta della Verità, albero che da il frutto della Vita.

25 commenti:

  1. Gus sei innamorato senza essere corrisposto? ...Oppure vicevensa..
    Dio ama tutti, e non pretende di essere amato troppo.
    E' nella coscienza di ogni uomo la verità!
    ..Sembra più uno "sfogo" rivolto a te stesso. Un orgoglio presuntuoso di amore deluso.
    Ma sicuramente mi sbaglio!

    P.s per l'utima volta ti è arrivata la mail?
    Notte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho parlato di accoglienza. Ma che significa accogliere?
      Lo spiega Giovanni nel suo vangelo servendosi di una sequela.
      Credere in Dio significa amare Dio. Amare Dio significa osservare i suoi Comandamenti. I Comandamenti sono la Via, la Verità, la Vita.
      I Comandamenti ci insegnano come comportarci. Non sono difficili da seguire se si riesce a rinunciare agli egoismi. Attraverso i Comandanti la nostra vita diventa pulita e siamo in pace con noi stessi.
      Ciao Sara, non è il mio indirizzo di posta elettronica che può risolvere i tuoi problemi. Serve altro.

      Elimina
    2. Ma Gus cosa ti fa pensare che io non segua i comandamenti.
      Non ho bisogno di ricordarli per seguirli...mi viene spontaneo...e quando sbaglio ,"pago"! Il rendiconto a me non tarda mai ad arrivare.
      E' vero, non ti arrabbi mai con me...perche?
      Senti Gus il tuo indirizzo di posta elettronica l'ho avuto per mesi.
      Ti avrò mandato si e no quattro mail..
      Non far pensare ad altri, o a chi vuoi tu ciò che non sono per cortesia!
      Non la sto chiedendo solo a te. Ti ho detto che nel formattare il p.c si sono cancellate tutte.
      I miei problemi solo il Padre Eterno li può risolvere, mai pensato che io possa risolverli con la tua mail.

      Elimina
    3. I tuoi problemi può risolvere solo il Padre?
      Allora accoglilo gioiosamente.

      Elimina
    4. Per me siete un pò "esaltati".
      Io vengo la "lontano" Gus, sapessi quanto mi trascino quando vado al Santuario, e non so il perchè.
      Ma comunque poi partecipo, canto, ricevo i sacramenti.
      Non credo di fare molti peccati. Mi confesso tutti i mesi, l'ultima confessione prima d Pasqua al Santuario, ho raccontato le mie difficoltà di fede, il solo entrare al Santuario.. il Parroco mi ha risposto tutto "estasiato" che Dio era dentro di me, non richieva il bisogno di andare in Chiesa.
      Avrei dovuto credegli??? Un' altra al mio posto, forse, non sarebbe più andata! Se tutto andrà bene andrò dalla Madonna in Croazia (viaggio massacrante) di sei giorni, quando magari preferivo andare al mare!
      Allora? Mi pare che ci sia in voi un eccessivo bisogno di Dio che è un pochino sopra le righe!

      Elimina
    5. Più ti avvicini a Dio e più ti accorgi di essere lontanissimo.Da qui nasce il bisogno di Dio.
      Buona giornata.

      Elimina
    6. Il cosiDDDetto TIMORE di DIO ... DI perderlO Dopo averne assaggiato uno spicchIO.

      Elimina
    7. Sì, c'è il timore di perderlo proprio quando credi di averlo tutto per te.

      Elimina
    8. Sono le paure che abbiamo tutti.
      C'e chi riesce a manisfestarle, chi no!
      Buon pomeriggio Gus! :)

      Elimina
    9. Forse è così.
      Ciao Sara.

      Elimina
    10. Qui mi sa che Sara ti passa AVANTI. Devo dirti io come si fa?
      SEMILALO! (che bruto termine AMBIGUO, forse LUI vuole consigliarti qualcosa ... mia Sara).

      Elimina
  2. Sara, Dio non pretende di essere amato, ma ama l'amore e l'amore chiede amore. L'amore non può chiedere indifferenza. Né vivere nell'indifferenza.
    Gus ha sottolineato questa frase: Dio viene, è venuto e viene, è presente: questa è la grazia.
    È la grazia del volo.
    Quindi l'amore di Dio è eterno. Pretendere è la parola sbagliata.
    Nelle parole di Gesù «io sono la Via, la Verità, la Vita», vi è un seme: il seme che germoglia e apre la Via nella terra, che da la pianta della Verità, albero che da il frutto della Vita.
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riccardo, solo l'amore accoglie Dio. Noi al massimo lo ospitiamo per qualche giorno. Lui non si sente accolto e se ne va. E a noi resta pianto e stridore di denti.
      Lo dice Nietzsche, sbeffeggiandoci con il solito odio: " I cristiani sono modesti anche nelle virtù, perché vogliono i loro comodi.
      Grazie, Riccardo.

      Elimina
  3. Ciao Ric.. credimi non c'e mai stato nulla che io non abbia affrontato con amore..tanto davvero.
    Credo che lui me l'abbia donato e che sia ancora in me, e credimi da me è stato riamato, in maniera diversa ma non meno intensa!
    E' molto bello ciò che hai scritto Riccardo! :)
    Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, Sara, Riccardo ha parlato come sa fare, cioè con semplicità ricca di conoscenza. Fatti consigliare e seguilo.

      Elimina
    2. Sara, ecco, sì, "riamato in maniera diversa ma non meno intensa". È vero.
      Dio non ci ha creati come dei pupazzetti, con uno stampino asettico come fa l'industria. Quindi ognuno riama di un amore diverso. Anche le nostre fragilità e sono una fonte di amore nel momento in cui si attinge all'olio di Cristo.

      L'avevo nel cuore ieri, la storia dell'olio per le lampade delle vergini. Quell'olio è Gesù.
      Sono un po' assente perché sono pressato dal lavoro. ciao buona domenica a tutti

      Elimina
  4. Perchè tu dove vai..?
    Arrabbiato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No.
      Con te non mi inquieto mai.
      In due si lavora meglio.

      Elimina
    2. In punta di piedi, primo perchè è tardi,poi per non disturbare dico solo: "Cristo, se andiamo via da te dove andiamo? Tu solo hai parole di Vita Eterna" Buonanotte

      Elimina
    3. Ciao Lucia.
      Grazie.

      Elimina
  5. Va meglio, ora, Sara?
    Ciao.

    RispondiElimina
  6. La fede nasce come grazia di un incontro che gratuitamente sorprende. Quando si è colpiti dall'incontor la vita cambia, senza che ci si ponga innanzitutto il problema di cambiarlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un po' ci si vergogna come una donzella che vedendo lo sposo arrivare in anticipo si sente non aggiustata per la fargli FESTA.

      Elimina
  7. La decisione è un istante che divide e supera anche il passato e il futuro implicati nel momento presente; perciò sembra una solitudine, mentre ne è la suprema contraddizione: è il rapporto io-Tu, è il diventar grazia presente a me dall'eterno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' l'ISTANTE ETERNO, non un attimo fuggente.
      Lo VISSE per primo il Battista che continuava a intereagire con gli altri ma GODERSI la sua AMOCIZIA con lo SPOSO che cominciava ad AMARE la SUA SPOSA in LUI. ma Madre CHIESA ha nuovamente VELATO il TALAMO che Mosè intravide scambiando quella coppia come Adamo ed Eva.
      Non c'è errore se lo si vive nell'ISTANTE ETERNO che supera il passato e anticipa il FUTURO ... fermandolo in ISTANTE .. come un flash ... una premonizione. beati coloro che la VIVRANNO in ETERNO ... nella SPOSA, inquanto lo SPOSO è già da noi CONOSCIUTO ... coem AMICO.

      Elimina