sabato 24 marzo 2012

La compagnia del Mistero



La risposta è tutta nel Mistero che è la stessa vita... un mistero che devi saper cogliere pian piano...e da cui altrettanto piano devi saperti allontanare...ché quando nasci hai le mani chiuse: la tua vita, il mondo intero in pugno...tutto è in tuo potere... e tutto t'appartiene;
quando muori... hai le mani aperte perché lasci il mondo e tutto ciò che esso contiene...
la domanda, la trovi solo nell'Amore!

24 commenti:

  1. La risposta è tutta nel Mistero che è la stessa vita... un mistero che devi saper cogliere pian piano...e da cui altrettanto piano devi saperti allontanare...ché quando nasci hai le mani chiuse: la tua vita, il mondo intero in pugno...tutto è in tuo potere... e tutto t'appartiene;
    quando muori... hai le mani aperte perchè lasci il mondo e tutto ciò che esso contiene...
    la domanda, la trovi solo nell'Amore!

    RispondiElimina
  2. Nella misura in cui riesci a crescere e a diventare saggio capisci di non possedere nulla e che così puoi andartene libero di tutto il fardello prima che arrivi notte.

    RispondiElimina
  3. La fuga da se stessi trova a volte la strada nella resa ad un sentire che sembra istinto. Il vuoto esistenziale vince sulla scarsa volontà, sulla debolezza...mentre la costruzione di sè è fatica e dolore.

    RispondiElimina
  4. Il sacrificio più grande per un uomo è accettare una dipendenza. Per questo non ascolta le esigenze primarie del suo io credendo di essere libero.

    RispondiElimina
  5. Anche San Paolo parl del nostro conoscere "nebbioso". L'unica certezza è che prima o poi tutto diventerà chiaro nella Luce!

    RispondiElimina
  6. Sì! Ora ci basta la Fede, la Speranza e la Carità! ☼
    Buon pomeriggio di sole!

    RispondiElimina
  7. la vita un mistero da vivere giorno per giorno senza dimenticare di amare

    RispondiElimina
  8. Monichina, il Mistero altro non è che la volontà di Dio che per noi è imperscrutabile.
    La nostra vita non è un mistero. Si nasce, si vive e tutti noi abbiamo la certezza che sorella Morte verrà a trovarci. E' l'unica certezza che abbiamo, e dobbiamo tenerne conto. Sempre.
    Io direi che la nostra vita è una Speranza. La Speranza è che Dio si manifesti e ci accolga nel suo Regno.
    Ciao.

    RispondiElimina
  9. certo che è un mistero la nostra vita, perlomeno come la conduciamo...
    ps, al primo momento ho pensato fosse una continuazione della *compagnia dell'anello* :-)
    Buon fine settimana Gus!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carla.
      Sì, nani ed elfi.

      Elimina
    2. Condivido con Carla! :) E' davvero un mistero la vita E' un pò come dire... e diversamente il come comcondurre..l'esistenza.
      Davvero un "opposto" vicino e assai lontano! Ma non per chi, ci, TI crede. Solo Lui è assoluta verità!

      Elimina
  10. No! Siamo tropppo peccatori, o meglio siete. Non ho tempo, ne forza di peccare! gli altri mi sono stati perdonati nella confessione! :) E se Dio vuole, forse, andrò in purgatorio!
    E guarderò tutti i "ricchi" e anche (attualmente) gli "insospettabili" che andranno, se Dio è misericordioso, all'inferno! :)
    Scherzo Gus! Stai tranquillo!
    Forse qualche risposta l'ho scritta ora nel mio post!
    P.s Ho ricevuto tra ieri e oggi (da quando hai rimesso il mio link a destra) circa 140 visite, per ora, con il TUO link!
    Ma grazie a te... e a chi ti segue! :) Bravo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I link sono collocati in base ai post più recenti. Il tuo, orfano del feed, non elenca quello che scrivi e sei all'ultimo posto.
      Gli ultimi saranno i primi alla cena del Signore.
      Ciao Sara.

      Elimina
  11. Gus, mi spiace, ma non hai capito il mio post!
    Non sono io che vengo.. "giudicata".
    Ma non è poi così importante, almeno per me!
    "notte! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il post che hai scritto è come un dipinto. Uno legge ed ha una certa impressione. L'artista spiega che voleva dire altro.
      Io sono qui e aspetto.
      Ciao.

      Elimina
  12. ECCO IL "DIPINTO" Figli di un Dio Minore”…. CHE NON SONO IO, NON SIAMO NOI! (i diversamente abili intendo)
    Mi piacerebbe, e vorrei tanto che nessuno confondesse la sostanziale differenza, oramai più che diffusa, dall’evidente ipocrisia che “ abbraccia” la compassione-pietosa viaggiando nella ottusa certezza di chi pensa di stare meglio ,o essere il meglio! SIETE VOI (voi,non diversamente abili)
    Riflettete solo (VOI) a quanta ..comprensione e tolleranza dovremo avere (NOI) nell’osservare attentamente, anche a distanza, una verità caratterizzata da un’ altra…”immobilità statica” (LA VOSTRA) che ci permette (ANCHE A NOI) di aggiungere e verificare, alla resa dei… conti, un considerevole disorientamento generale: politico, etico, religioso, culturale “ad personam”.(UN PO'MENO A NOI)
    Stupore, rabbia, umiliazione(NOI) emergono dalle VERITA' NASCOSTE, (VOI, CACCIABALLE) che comunque (NOI), tendiamo volentieri la mano, per riflettere oltre, se possibile, ai propri limiti...di tuttii!( MA DI TUTTI, abili e non abili)
    Molti tra noi sono gli "insospettabili",(NON SOLO POLITICI) uomini felicemente esposti a qualsiasi forma di potere e tentazioni,ma sono tanto terribilmente... ingenui e davvero imprudenti nel dichiarare (spesso) aspetti non troppo chiari, con pochi (tanti) dubbi ,soprattutto nelle conclusioni quasi certe, redditizie o ..sempre e comunque consolanti.(PER VOI,SOLO,PER VOI, anche per te?)
    E’ il termine più "a modè", e meglio comprensibile nei riflessi semi-oscuri dei giorni nostri, che solo, però, “perimetrano” le nostre insicurezze.( PIU' DI VOI CHI PUO?)
    I “figli minori” (ORA, PER FORZA, SIAMO NOI)) non notano l’apparenza, sono orientati nella profondità dello sguardo (e non solo) che spesso fa emergere quanto sia, a volte,effimera e incomprensibile la verità dell'apparire, anche nelle forme più sottili paragonabili all’inganno dell’essere, ossia… quando e quanto il male è misterioso in ogni sua forma che ci riflette (A NOI)la cognizione del dolore dall’espressione più "emblematica dello sguardo"( TUO, SUO, VOSTRO!)?
    Ora è più chiaro.

    RispondiElimina
  13. C'è un antagonismo tra i "noi" e i "voi".
    A chi dare la paternità del dio minore?


    -:(

    RispondiElimina
  14. Devo proprio commentare? Ecco come dovevo scrivere: VOI, figli di un dio , minore, e NOI (diversamente abili) figli di un DIO maggiore! Ecco il mio sbaglio! Ma credevo fosse ovvio!
    FIGLI DI UN DIO MINORE ai tanti?...insospettabili CACCIABALLE,ipocriti,agli ottusi, illusi presuntuosi,ai politici e non ,ciarlatani,stupidi e ingenui, ai capitalisti,intellettuali, ladri e viziosi, ecc ecc...devo andare avanti!?
    Noi ,ORA,E PER SEMPRE, FIGLI DI UN DIO MAGGIORE, davvero non potremmo avere così tante qualità, sarebbe davvero impossibile!!
    Dillo al tuo parroco, a coloro che ti-vi confessano ogni tanto!
    E lungi da ME-NOI le persone che, soprattutto, vogliono UMILIARE, forse anche involontariamente, perche, a volte, lo studio, ma non solo non basta ad insegnare a NOI!
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  15. "Dillo al tuo parroco, a coloro che ti-vi confessano ogni tanto!".




    Sara, il confessore chiede i peccati commessi.
    E purtroppo non posso omettere i primi due, quelli che nomina Gesù:


    Quando gli si pone la domanda: « Qual è il più grande comandamento della Legge? » (Mt 22,36), Gesù risponde: « Amerai il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente. Questo è il più grande e il primo dei comandamenti. E il secondo è simile al primo: Amerai il prossimo tuo come te stesso. Da questi due comandamenti dipende tutta la Legge e i Profeti » (Mt 22,37-40).

    La vita di un cristiano deve essere impegnata nell'osservare questi due Comandamenti base.

    A questo punto il confessore chiede quali altri peccati ricorda il penitente e questo mi imbarazza perché chiaramente non ho rubato, non ho testimoniato il falso, non ho desiderato la donna d'altri, non ho ucciso, non ho commesso atti impuri.



    Ciao Sara.

    RispondiElimina
  16. M Bravo! Un bel tacer non fu mai detto! Non è bugia , solo una mezza verità.. eh! :)
    Ti prego,ma senza imbarazzarti troppo, come ultimo peccato potrai sempre dire che racconti...le bugie :) sì, proprio come i bimbetti e voilà, tutti i precedenti.. verranno perdonati ..ti pare?
    Poi tre Ave Maria come penitenza e assoluzione piena, come un presunto "innocente"!
    By

    RispondiElimina
  17. Vedi, Sara, la bugia non è sostanzialmente un peccato. Infatti il confessore ti domanda perché l'hai detta. Si può dire una bugia per un motivo insignificante, oppure per fare del male agli altri. La differenza è enorme. Tu pensi che io dica bugie? La confessione è un atto di umiltà e l'assoluzione ha un valore solo se in te c'è un pentimento e un dolore per il peccato commesso.

    RispondiElimina
  18. A dire il vero si, lo penso e difficilmente mi sbaglio!
    Ma sinceramente non mi importa poi tanto; il problema e tuo!
    Il dolore poi a te...passa Gus. A me resta, ogni attimo, momento, giorno...e sempre! Ma io sarò la prima degli ultimi quindi..evvaiii!
    P.s ho la sensazione che ti stai.. divertendo alle mie spalle...mi sbaglio ancora?
    P.s2 Noi non ci conosceremo mai ,ma non sottovalutarmi Gus!

    RispondiElimina
  19. Pensi troppe cose che in effetti sono offese nei miei riguardi.
    Pensi che io sia un bugiardo, pensi che io sia un cinico che si diverte con una persona pur conoscendo la sua sofferenza.
    Pensi che io ti sottovaluti come se fra noi due sia in atto una sfida.
    Pensi sbagliato, pensi storto.
    Stai in pace e lasciami in pace. Questo è un blog dove posto degli argomenti. Su questi argomenti si può discutere. Gus non è un argomento.

    RispondiElimina
  20. Mi spiace solo che non posso proprio dire quello che mi è stato detto solo due giorni fa! Poi capirai il perchè!
    Non voglio aggiungere altro!
    TU non consci affatto la mia sofferenza Il mio post non è un dipinto: andava letto non guardato!
    Anzi ritogli il mio link: hai troppe amicizie a me sgradite che poi arrivano nel mio blog , ora, solo oggi sono ben 187 linkate sig. GUSPENSIERO! questo spazio mi fa pensare.
    E ti ho avvisato più di una volta... poi dovrei pensare bene?
    Conversa con loro, ti troverai meglio. Senza ombra di dubbio!

    RispondiElimina